Campane e croci sotto le mazze dell'Isis

Nuove foto distribuite dal sedicente Stato islamico mostrano i miliziani accanirsi sui simboli religiosi

Statue distrutte, croci divelte dalla sommità degli edifici religiosi, campane rimosse e schiantate al suolo. I miliziani del sedicente Stato islamico sono tornati ad accanirsi contro i simboli della cristianità in Iraq, prendendo di mira tombe, chiese e persino un presepe.

Le foto sono state pubblicate dal gruppo estremista, in uno dei moltissimi report fotografici che arrivano da Siria e Iraq, con cui il ramo propagandistico dell'organizzazione guidata da Abu Bakr al-Baghdadi pubblicizza al mondo le sue azioni.

Se il sedicente Stato islamico non da molte informazioni su dove le foto siano state scattate, è però molto probabile che si tratti del monastero di S. Giorgio, una chiesa caldea del X secolo a nord di Mosul, città sotto il controllo del sedicente Stato islamico da giugno.

Un video pubblicato non molto tempo fa mostra le mazze dei miliziani accanirsi sulle statue del museo locale e su reperti assiri. Se alcune sono in realtà copie di opere messe in salvo a Baghdad, i lamassu assiri (animali mitologici con volto d'uomo) sono invece stati distrutti.

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 16/03/2015 - 13:39

Abbiate fede francesco parlerà con gli imam e metterà tutto a posto.

ammazzalupi

Lun, 16/03/2015 - 13:55

Papa Franceschiello... dove sei? Daresti un pugno a chi offende tua mamma. E a chi offende e massacra i cristiani cosa gli dai? Massìììì... tu sei buono e non ami la violenza... tu sei pacifico e non ami la guerra... tu abbracci tutti perché tutti sono tuoi fratelli... Tu, che vieni dai confini del mondo, quand'è che prendi un aereo e torni dov'eri?

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 16/03/2015 - 14:21

Per alcune barzellette ne hanno trucidato una dozzina. In questo caso la rivalsa dovrebbe prevedere una strage , credo. Invece ne parleremo un giorno , come per la settimanale strage dei cristiani.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 16/03/2015 - 14:35

Poco da dire o commentare. Se siamo arrivati a questo punto la colpa è della CHIESA e dei Politici. E' risaputo ma meglio nascondersi, che in Italia si va male perchè abbiamo lo Stato del Vaticano. Ecco......questo sono alcuni esempi delle conseguenze. Mi chiedo e chiedo quale forma di dialogo vorrebbero avere con queste BESTIE. Chiamarli animali sarebbe una offessa al mondo Animale!

Ritratto di panteranera

panteranera

Lun, 16/03/2015 - 14:41

Da noi invece si eliminano i simboli della cristianità perché offendono l'Islam e si concede di costruire moschee senza obiezioni... I ferventi fedeli invece di applaudire il gesuita argentino la domenica all'Angelus magari potrebbero cominciare a fischiarlo, o no?

buri

Lun, 16/03/2015 - 15:03

e noi, secondo il buon Renzi, dovremmo acconsentire alla costruxione di moschee, ma si è forse bevuto il cervello? se ce l'ha!

moshe

Lun, 16/03/2015 - 15:31

... sono fratelli ! vedrete, franceschiello parlerà loro e li redimerà !

Rossana Rossi

Lun, 16/03/2015 - 15:33

Davanti a queste vergogne neanche la Chiesa sa fare qualcosa.......oramai è tardi, abbiamo loro concesso tutto e poi come dice il Papa, preghiamo..................

Tuthankamon

Mar, 17/03/2015 - 15:38

Lo fanno da 1300+ anni. La differenza e' che oggi noi non facciamo assolutamente niente per ... contenerli. Ho zittito piu' di uno che si lamentava della concessione delle moschee di fronte a questo scempio: SE AVETE VOTATO E RI-RI-VOTATO IN VARI CASI QUESTO O QUEL SINDACO O PRESIDENTE DI REGIONE, E' GIUSTO, POVERI GONZI,CHE VI TENIATE LE MOSCHEE E QUELLI CHE CONTENGONO!! I Bolognesi (di Bologna) ci hanno messo un po' a capirlo poi finalmente l'hanno cacciato via in tempo: Cofferati stava per dare agli islamici 56mila metri quadrati, rigorosamente GRATIS, per farci il piu' grande centro islamico d'Europa ... scusate d'EURABIA!! Siamo dei poveri allocchi, ma non solo in questo!!