Israele blocca fondi all'Anp. Palestina: "È dichiarazione di guerra"

La decisione del governo israeliano arriva dopo una legge approvata a luglio che permette il congelamento delle tasse riscosse per conto dell'Anp pari a quanto versato dai vertici palestinesi per detenuti e famiglie

Si infiamma lo scontro fra Israele e Autorità nazionale palestinese (Anp). Il governo israeliano ha annunciato che congelerà 140 milioni di dollari dalle tasse riscosse per conto dell'Anp a causa dei pagamenti che l'Autorità effettua a benefico alle famiglie dei detenuti o di persone implicate in attacchi contro cittadini israeliani.

L'ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu ha annunciato la misura al termine di una riunione con i vertici della sicurezza dello Stato ebraico. Secondo le prime informazioni, la cifra di mezzo miliardo di shekel corrisponde a quella che, secondo Israele, l'Anp ha versato nel 2018 a prigionieri, ex detenuti e alle rispettive famiglie.

Il 7 luglio scorso, il parlamento di Israele ha approvato una legge che richiede al ministero della Difesa di informare il gabinetto di sicurezza su tutti i pagamenti dell'Anp per "assistenza sociale ai terroristi e alle loro famiglie". Una volta saputo l'ammontare, la legge permette il congelamento delle tasse pari all'ammontare calcolato.

I palestinesi hanno da subito accusato lo Stato ebraico di aver emanato una legge completamente illegittima. E oggi, come riporta Tgcom24, "il primo ministro palestinese Rami Hamdallah ha definito 'una dichiarazione di guerra' la decisione di Israele contro l'Anp". "Una decisione che arriva nel contesto della punizione collettiva contro il nostro popolo", ha concluso Hamdallah. E la tensione è destinata a crescere.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 17/02/2019 - 22:10

Mi sembra giusto.

Ritratto di cicopico

cicopico

Dom, 17/02/2019 - 23:49

Israele a ragione.non si danno soldi a chi uccide un essere umano.

brixia

Lun, 18/02/2019 - 07:57

in un primo momento ho letto blocca i fondi dell' anpi.ahhahhhaaaa....

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 18/02/2019 - 08:43

Sarebbe come se noi dessimo la pensione ai brigatisti e ai fancazzisti centrosocializzati e pure ai loro famigliari. Noi li mandiamo direttamente al governo e nel sottogoverno.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 18/02/2019 - 10:32

Sono stato sempre stato dalla parte di Israele, fin da ragazzo. In età più matura ho studiato cosa é l’Islam, cioè una religione di guerra. Dovrebbe farlo anche Bergoglio, papa per sbaglio e soprattutto totalmente ignorante, arrivato a dichiarare Cristianesimo e Islam “religioni sorelle”, una enorme fesseria. L’ignoranza è totale in Vaticano, dove si misconosce il pericolo di una religione che effettivamente predica la guerra”, al punto di “confonderla” con il Cristianesimo, che è una religione di pace. Gesù Cristo è morto in croce e non è stato l’ultimo profeta prima di Maometto, come predica l’Islam, una religione di guerra misconosciuta da Bergoglio e dalla quasi totalità degli Italiani. Amen