Israele, bufera su Netanyahu: "Ha pranzato in un ristorante non kosher"

Il primo ministro israeliano nei guai a causa di un pasto a base di coniglio, astice e maiale

Benjamin Netanyahu ancora nella bufera. Questa volta, però, a causa di coniglio, astice e maiale, gli animali non kosher presenti nel menù della rinomata Enoteca Pinchiorri a Firenze dove sabato scorso il premier israeliano è stato invitato a cenare dal collega italiano, Matteo Renzi.

L’ufficio del premier israeliano ha precisato che, come è consuetudine per le più alte cariche dello Stato ebraico all’estero, Netanyahu "non ha mangiato cibi che possono essere definiti non kosher". Assicurazione che non è bastata al partito ultraortodosso sefardita United Torah Judaism, partner della precaria coalizione di governo: la cena al ristorante di Netanyahu è "completamente inaccettabile", ha affermato un portavoce ripreso dal Jerusalem Post.

"Un alleato dei partiti haredi (ultraortodossi) che ha ricevuto voti dai seguaci della tradizione ebraica dovrebbe comportarsi con più sensibilità", ha sostenuto un politico sul sito Kikar Hashabbat. "Magari se fosse stato in vacanza, sarebbe stato diverso - ha aggiunto - ma questa era una visita ufficiale, quindi lui si è apertamente fatto gioco e ferito i sentimenti della popolazione religiosa e ultraortodossa in Israele".

Già l’anno scorso, Netanyahu ci era cascato, cenando nel ristorante non kosher Fresco by Sotto. E benchè il premier abbia assicurato a Channel 2 di "non aver mai mangiato cibo non kosher", un su ex dipendente, Meni Naftali, ha riferito su Twitter di aver ordinato gamberi per la residenza del premier. Le regole alimentari kosher prescrivono infatti il divieto di assumere determinati alimenti (come maiale, coniglio, crostacei e molluschi) o combinazioni di alimenti (latte e carne).

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 01/09/2015 - 15:20

Una polemica sul nulla.

Ritratto di giordano

giordano

Mar, 01/09/2015 - 16:00

il mondo perfetto e' un mondo senza religioni

aredo

Mar, 01/09/2015 - 16:14

Anche tra gli ebrei purtroppo vi sono molti idioti identici agli islamici...

lorenzovan

Mar, 01/09/2015 - 16:26

caro aredo...lo dico da anni... che quando si parla di fondamentalismo...sia arabo..sia cristiano sia giudeo...non c'e' nessuna differenza..

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 01/09/2015 - 16:27

Tutta l'inutilità delle religioni in un articolo.

eloi

Mar, 01/09/2015 - 17:06

giordano sono della Sua opinione. A chi mi parla di creato, paradiso e inferno rispondo: In natura niente si crea, niente si ditruggere, tutto si trasforma. in parole semplici approvo la teoria di Darvin, che poi non proprio una teoria, ma la realtà.

emigratoinfelix

Mar, 01/09/2015 - 17:53

era il meno che potesse capitare a Bibi come ospite di renzi.Le regole alimentari ebraiche sono severissime,addirittura non possono essere usate le stesse pentole e stoviglie per cucinare piatti a base di carne e latte.Ma renzi ed i suoi accoliti,ignoranti come capre,provinciali fino alla fine e rozzi,tante cose non le sanno,ovviamente.

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 01/09/2015 - 18:11

C'è poco da fare: le religioni sono tutte stupide. Va ancora bene quando non sono pericolose per gli altri...

Ritratto di nutella59

nutella59

Mar, 01/09/2015 - 18:14

È alquanto sconcertante veder un tale sfoggio d'ignoranza e mancanza assoluta di rispetto per gli Ebrei da parte di certi commentatori, ma non mi stupisce (in fondo è l'Italia: Roma massacrò quasi un milione di ebrei, ci forzò all'esilio quasi totale; in Italia si sono inventati i ghetti, fu il SOLO paese non arabo a bombardare Israele [SOLO OBIETTIVI CIVILI], facendo 150 morti nel '40 e '41. Ricordare poi l'Asse Roma-Berlino e le Leggi Razziste?). Perché essere cosí provinciali ed etnocentrici da sindacare sui costumi altrui, soprattutto che noi, a differenza di altri, non abbiamo MAI preteso d'imporli agli altri? Ciò che fa Netanyahu nel suo tempo libero, sono affari suoi. Quando però è in visita ufficiale, si dovrebbe attenere ai protocolli e alle usanze in merito, che sono chiari e impongono il rispetto di ciò che è la CULTURA ebraica.

Ritratto di nutella59

Anonimo (non verificato)

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 01/09/2015 - 19:08

Le religioni sono la quintessenza della stupidità...e dell'ignoranza.

Linucs

Mar, 01/09/2015 - 19:17

Notiziona! Si sono arrabbiati i rabbini per futili beghe interne che non interessano a nessuno. Speriamo che non ci sia un esodo di massa.

paco51

Mar, 01/09/2015 - 19:41

Renzi dimostra di non esser un premier! Se invito a cena un Musulmano( mai!) non ordino cibi inadatti all'ospite! tecnicamente è una caxxella.

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 01/09/2015 - 21:27

Tutte queste stupide regole religiose sugli alimenti discendono sicuramente da necessità di sicurezza alimentare del periodo di quando le religioni sono nate. Cioè quando non si conosceva neanche dell'esistenza dei batteri. Meno che mai esistevano i frigoriferi. E sicuramente chi preparava cibi non rispettava i protocolli dell'HACCP. Però oggi sono una cazzata. Le religioni sono IGNORANZA. La fede è la RINUNCIA VOLONTARIA alla ragione.

Ritratto di Sniper

Sniper

Mer, 02/09/2015 - 00:17

nutella59 - Lei e` il prototipo dell'ignoranza mista a disonesta` intellettuale, mista ad arroganza, mista alle nocciole che si ritrova nel cervello. Mi dice cosa c'entra il rispetto della sua religione, con il massacro di ebrei? Io NON rispetto la sua, ne' altre religioni, ma non vado in giro a massacrarne i fedeli. Quindi la sua logica e` frutto di tipico vittimismo propagandistico. Certo non frutto di "CULTURA" ma di IGNORANZA CRASSA. Mi pare che l'etnocentrico sia lei e chi la pensa (si fa per dire) come lei. Siamo nel XXI Secolo, sa? I dinosauri si sono estinti, e non c'e` nessun dio, tantomeno uno che elegge a popolo prediletto quello di Israele. Che tristezza...

Controcampo

Gio, 22/10/2015 - 01:27

Il fatto che alcuni esponenti musulmani considerano menzogna l'eccidio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale, è vero. In questa occasione, però, nutre la sensazione che Metanyahu, in vista della sua visita in Germania, vuole conquistarsi la simpatia di molti tedeschi, ed in particolare del movimento Pegida.