Israele, via libera alla legge che regolarizza gli insediamenti dei coloni

Il Parlamento ha approvato la legge che legalizza di fatto la posizione di 2mila case di coloni edificate in Cisgiordania su terreni di propietà di palestinesi

La Knesset, il Parlamento monocamerale israeliano, ha approvato stasera una controversa legge che di fatto legalizza 2mila case di coloni in Cisgiordania, edificate illegalmente su terreni di proprietà di palstinesi. Per regolarizzare la posizione degli edifici lo Stato verserà ai proprietari molto di più del valore del terreno.

Il voto è avvenuto su iniziativa di Naftali Bennet, potente leader del partito dei coloni israeliani, Bayit Yehudi (Focolaio Ebraico) contro la volontà del premier Benjamin Netanyahu - di ritorno dalla visita in Gran Bretagna - che aveva chiesto di rinviarlo a dopo il 15 febbraio, data dell'atteso primo incontro con Donald Trump alla Casa Bianca. Netanyahu, che dall'insediamento di Trump il 20 gennaio ha autorizzato la costruzione circa 5mila nuovi alloggi in Cisgiordania e Gerusalemme Est, non voleva mettere in difficoltà il neo inquilino della Casa Bianc, facendo partire in salita i rapporti. Peraltro solo pochi giorni fa dopo non aver mai commentato i nuovi insediamenti israeliani, Trump a sorpresa aveva dichiarato che, pur non essendo loro contrario in generale, "certo non facilitano la pace"

Commenti

paolonardi

Mar, 07/02/2017 - 00:06

Israele e' l'unico paese al mondo che ha capito e sa come trattare i cenciosi. Infatti, dopo un iniziale periodo, sono i meno esposti ad attentati perche' rispondono con la necessaria durezza rendendo non pagante il terrorismo. Quando il restante mollacchioso occidente capira' questo elementare aspetto del problema lo avra' risolto alla radice.

Silvio B Parodi

Mar, 07/02/2017 - 03:00

Bravi !!!!solo duemila case???fate 20mila sarebbe meglio, case agli israeliani!!!!non come in Italia, che danno le case ai migranti, magari mussulmani!!!!!!!!!!!!! W ISRAELE W TRUMP

Keplero17

Mar, 07/02/2017 - 06:09

Perfettamente concorde con Israele. Il problemino è che invece i loro correligionari in Italia e nel mondo sono tutti favorevoli alle invasioni dei migranti ad iniziare da Soros. Come si spiega questa antinomia?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 07/02/2017 - 07:43

paolonardi - rubare terra di proprietà altrui quindi è lecito ? Basta dire che son cenciosi....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 07/02/2017 - 07:44

I sionisti rubano apertamente terra palestinese. Terra che persino questo giornale dichiara essere "proprietà dei palestinesi". Ma si sa, il "popolo eletto" può far quel che vuole ai "non eletti".

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 07/02/2017 - 07:48

"Terra di proprietà palestinese" dice anche questo giornale. Israele ha quindi RUBATO E INVASO. E' un po' come se la Svizzera invadesse e costruisse su terra italiana... ah ma già...scusate... in effetti l'italiota medio accetta l'invasione e anzi spera nell'esser salvato dallo straniero ... tutto torna !