Altri 16mila riservisti richiamati per le operazioni militari a Gaza

Sale a 86mila il numero di soldati mobilitati. Onu condanna Israele e Hamas: violazione del diritto internazionale

Un gruppo di riservisti di ritorno dai combattimenti a Khan Younis

Una decisione unanime presa dal Gabinetto di sicurezza israeliano ha mobilitato altri 16mila riservisti, con i quali è arrivato a 86mila il numero dei soldati richiamati da Israele per le operazioni militari su Gaza.

Gli uomini, ha detto la radio pubblica, continueranno a lavorare per neutralizzare i tunnel di Hamas. Il premier Benjamin Netanyahu ha chiarito questa mattina che il suo governo non accetterà nessuna tregua che non consenta ai militari di portare a termine il loro lavoro.

La distruzione dei tunnel illegali va avanti anche su un altro fronte, quello egiziano. Da mesi il presidente Abdel Fattah al-Sisi ha ordinato la distruzione delle infrastrutture del gruppo palestinese, che dalla cacciata di Mohammed Morsi non gode più del favore dell'amministrazione. A marzo Hamas è stata dichiarata fuori legge.

Oggi, secondo fonti del Pentagono sentite dalla Cnn, gli Stati Uniti hanno acconsentito a rifornire le forze militari israeliane di diversi tipi di munizioni, come richiesto dal governo. L'Onu ha accusato Washington di fornire "artiglieria pesante" e di avere speso "quasi un miliardo per creare una protezione contro i razzi a beneficio dei civili israeliani ma non di quelli palestinesi".

Nella notte nuovi razzi sono stati lanciati dalla Striscia di Gaza. Hamas aveva promesso di rispondere ad attacchi che hanno colpito un istituto gestito dall'Onu e un'area adibita a mercato, causando numerose vittime.

Secondo i servizi d'emergenza palestinesi 15 persone sono rimaste ferite questa mattina in una scuola dell'Onu, a causa di un raid scattato su una vicina moschea. Ieri almeno 20 persone sono rimaste uccise in un istituto gestito dall'Unrwa, un'agenzia delle Nazioni Unite, a Jabaliya. L'Alto commissario Onu per i diritti umani, Navi Pillay, ha condannato gli attacchi contro scuole, case ospedali e centri Onu, parlando di "un atto di deliberata violazione del diritto internazionale" e chiarendo che entrambe le parti hanno commesso violazioni.

Il bilancio delle vittime causate dalle operazioni militari - secondo il ministero della Salute di Gaza - è intanto salito a 1.359 palestinesi. Dalla parte israeliana sono morte 59 persone, tra queste tre civili. Il palestinese Mahmoud Abbas ha lanciato un appello alle Nazioni Unite, parlando di Gaza come di una "zona disastrata".

Commenti

pittariso

Gio, 31/07/2014 - 10:22

86.000 riserviti.Secondo voi avrebbero preferito continuare il loro lavoro o essere richiamati e rischiare la vita?Stanno combattendo contro dei terroristi senza scrupoli che usano i bambini quale scudo e che non vedono l'ora di estendere i loro atti di terrorismo anche in europa.Speriamo che Israele riesca a fermarli perchè noi non ci riusciremmo.

Ritratto di giannibaccin

giannibaccin

Gio, 31/07/2014 - 12:33

Lavorava con me a Tabouk in KSA un amministrativo, mio amico , di origine Palestinese però nazionalizzato USA, mi narrò che una volta andò a trovare i suoi parenti che vivevano proprio al confine con Israele, accovacciati nella sabbia guardavano invidiosi il verde del settore Israeliano. Il mio amico si permise di dire “se invece di stare seduti lavorereste, il verde lo avrete anche voi “. Nonostante fossero parenti ha dovuto scappare.

diegom13

Gio, 31/07/2014 - 13:26

@pittariso: va bene tutto, ma ripetere così a pappagallo la propaganda di più basso livello no: Hamas non è mica Al Qaida, e nemmeno è alleata dell'Iran, benché Teheran ed Hezbollah abbiano spesso offerto il loro appoggio. Se avesse voluto fare attentati in Europa o altrove nel mondo li avrebbe fatti, e se non li fa è perché la sua ragion d'essere è la riconquista dei territori occupati da Israele e la sua strategia è militare. Ce l'ha con Israele, a torto o a ragione. E a quello si limita. In quanto ai bambini usati come scudo umano: non risulta proprio. Israele dice anche che hanno impedito ai poveri civili di scappare dalle zone indicate come bersaglio: le migliaia di persone che si sono rifugiate nelle scuole dell'ONU (anche quelle bombardate, poi) non hanno hanno lasciato le loro case senza che nessuno glielo impedisse, quindi qualche balla (come è normale in guerra) viene anche raccontata, no?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 31/07/2014 - 14:13

diegom13, il loro obiettivo NON è la riconquista dei territori israrliani ma l'uccisione di tutti gli ebrei, a prescindere. Lo ripeto per l'ennesima volta. E' un DOVERE CORANICO dell'Islam Sciita e i palestinesi sono stati creati apposta per questo scopo. Basta cercare motivazioni logiche ad azioni di una fede violenta per natura e dogmi.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 31/07/2014 - 14:20

Caro giannibaccin, c'è pure l'aggravante che i palestinesi vanno a fare i lavoranti nelle fattorie israeliane e, quindi, ne conoscono le tecniche agricole perfettamente ne possono addurre a scusante che mancano loro i fondi economici per metterle in essere essendo il popolo più "elemosinato" del pianeta. Non ne vogliono proprio sapere di lavorare. Basta vedere la miseria che trasmettono le foto dei loro fatiscenti quartieri. Ma dico, non hanno nemmeno i soldi per una latta di colore da muro e un rullo da pittore?

comase

Gio, 31/07/2014 - 14:34

Israele cesserà l'operazione solo quando Hamas sarà resa inoffensiva. Il resto è solo chiacchericcio da salotti liberal.

veradestra

Gio, 31/07/2014 - 14:46

giannibaccin, Mario Galaverna e pittariso...io vi spedirei a vivere nella striscia di Gaza e provare l'esperienza...altro che non hanno voglia di lavorare, e ne di comprarsi una latta di colore da muro per tingersi la casa... siete estremamente ignoranti, e probabilmente appartenete alla tipologia di uomini che rovinano l'umanità, mi dispiace.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Gio, 31/07/2014 - 14:53

Purtroppo i musulmani dove sono sono compiono atti di terrorismo, la loro religione è di conquista, quindi sono un pericolo, in quanto ai moderati tra loro, se di moderati si tratta, sono se non consenzienti, non condannano gli atti di terrorismo, quindi sono un pericolo anche loro.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 31/07/2014 - 16:15

Forza ragazzi di Israele, completate l'opera di pulizia. Non tornate indietro sino a quando Hamas non sarà distrutta, costi quel che costi. Altrimenti il terrorismo islamico continuerà a sopravvivere viste le ingenti somme di denaro che continua a ricevere dai Paesi Canaglia!

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 31/07/2014 - 16:51

@diegom 13. I terroristi integralisti islamici di Hamas sono l'avamposto dell'Iran nel voler annientare Israele e portare avanti la Guerra Santa; dall'Iran, dal Libano e dalla Siria vengono forniti delle armi (introdotte tramite i famosi tunnel già ha vari anni, e molti di questi fatti saltare dagli egiziani, quindi sono pericolosi, se non di più, di Al Qaida.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 31/07/2014 - 17:14

L'ONU, prima di latrare e condannare Israele, dovrebbe ricordare che durante i tre mesi di bombardamenti di città e villaggi nella ex Jugoslavia, sono stati uccisi 2.500 civili, tra i quali 89 bambini, e ci furono anche 12.500 feriti. In queste cifre non sono comprese le morti di leucemia e di cancro causate dagli effetti delle radiazioni delle bombe ad uranio impoverito. L'ONU, anche in quel caso, si è messa dalle parte dell'islam !!!!!

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Gio, 31/07/2014 - 17:44

Questa è la guerra. Ma lo show-business deve informare e mandare in onda quanto di più raccapricciante ci possa essere. Epperò semina terrore e odio sulla audience mondiale, non fa finire il conflitto (pluridecennale) e non fa vincere nessuno, come in "War Games". Allora??? Forse che Hitler avrebbe smesso di massacrare l'Europa, se fosse esistita l'ONU e/o la CNN??? Questo FA l'informazione tutta: ci fa perdere di vista la realtà, quella vera, non addomesticata da montaggi televisivi e da notizie riportate. Chi va con la telecamera in mezzo ai colpi di mortaio, granate, pallottole e razzi, ci lascia le penne. E gli USA continueranno a fornire ad Israele le armi che servono, l'Iran, la Cina e la Russia agli Arabi altrettanto per distruggere gli Ebrei e la TV va a nozze, senza ore buche.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Gio, 31/07/2014 - 17:53

Leggere cert commenti fa capire di che razza di gente siete. Si capisce subito che non vi frega della situazione complessiva e' sopratutto dell' aiuto che gli USA danno in termini di armi e denaro da decenni, non tenete conto che la Palestina e' di fatto un recinto dove non si esce e' non si entra, premetto che non sono a favore di nessuno dei due contendenti ma dalle notizie che apprendo si vedono case rase al suolo e' morti quindi non mi passa per la testa tutte le minchiate che usate come condimento per i vostri commenti . Spero vivamente che l'accozzaglia chiamata centro destra sparisca o perlomeno sia ridotta alla percentuale che meritate.

alfa553

Gio, 31/07/2014 - 17:53

Se non mi fido dei potenti e dei ricchi, ancor meno mi fido dei diseredati e dei poveri disgraziati,essi sono rabbici e vogliono la morte di chi sta meglio di loro,e la cosa e ingiusta.Si vede quanto sono cattivi e violenti.Odio anche quelle nazioni e organizzazioni che stanno sempre dalla parte sbagliata, piombando con sanzioni e strozzate di questo tipo. Israele e la vittima, mettessero fuori legge i razzi di hamas, israele fa la guerra ma quei disgraziati della striscia fanno terrorismo e questo e da vigliacchi , non a caso chi li difende, sono comunisti,manigoldi e nullafacenti.

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 31/07/2014 - 18:21

Israele cesserà l'operazione solo quando Hamas sarà resa inoffensiva...

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 31/07/2014 - 18:29

Vendetta, sa cosa se ne può fare della sua premessa? Qui si sta giusto dicendo che i sinistri sono i sostenitori dei terroristi che causano le morti e le distruzioni delle case per via che le trasformano in depositi di armi con a guardia, LORO MALGRADO, il civile e il bambino indifeso. Vorrei che ci fosse lei a beccarsi i kassam in testa ma con un governo che se ne fotte e lo lascia in balia dei terroristi. Vattimo ha proposto una milizia straniera per combattere assieme ad Hamas, si aggreghi.

gian paolo cardelli

Gio, 31/07/2014 - 19:08

Vendetta, anche leggendo i suoi interventi si capisce che tipo è lei. Ce ne fossero mille come lei, ma purtroppo siete molti di più...

lento

Gio, 31/07/2014 - 19:28

Solo con l'atomica si riesce a fermare esercito Israeliano .Le guerre possono finire solo cosi...La Merica insegna .

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Gio, 31/07/2014 - 19:31

La solita ignoranza che vi distingue, per voi la faccenda e' estremamente elementare come il vostro cervello. Israele= Destra Palestina= Sinistra. Siete da ricovero siete dei criminali, ma di fronte a persone morte come potete scrivere certe cagate. Perfino gli Stati Uniti hanno condannato i continui bombardamenti. Mi piacerebbe avervi di fronte !!!! Vi sentite forti da dietro una tastiera a sparare a zero, vero ?

BillyOwenz

Gio, 31/07/2014 - 20:05

@Mario Galaverna: i palestinesi sono sunniti

forbot

Gio, 31/07/2014 - 20:29

Io, adesso, mi ritengo un ignorante in materia, quindi tutto quello che dico, non conoscendo a fondo i motivi di tanto contendere fra due popoli, entrambi padroni dello stesso territorio, esprimo solo un mio semplice parere sulla situazione attuale, motivato dal fatto che ci sono già centinaia e centinaia di morti che sono passati molti anzi tempo all'orco. Gli arabi, non sono poi così scaltri come molte volte ci fanno intendere, perchè se lo fossero realmente, con gli israeliti ci dovrebbero andare a pranzo e a cena. Infatti questi signori, hanno la fortuna, di essere fra i più ricchi del mondo e anche a giusto motivo, perchè sono più lavoratori, più istruiti, più operosi, più religiosi nel senso che non dicono a nessuno, che non sia dei loro, che sono infedeli. Sono più tolleranti e comprensivi verso gli altri avendo dietro le spalle una cultura che ascende ad oltre cinquemila anni addietro. Insomma, se fossero un pò più tranquilli e furbi, potrebbero con gli israeliani fare buoni affari e ricevere tanto lavoro. Ma forse questo neanche gli interessa, preferiscono fare tanto casino, almeno come si vede quando fanno delle dirette che li ritraggono tutti insieme a battersi il petto o la testa, quando qualcuno di loro ci lascia le penne. Ma voi cosa fareste, se vi trovaste a dividere una casa con persone molto più elevate di voi, in danaro, cultura, conoscenza, rapporti con gli altri e desiderio di vivere in pace con tutti? Sapendo anche, nel caso fossi scorretto nei suoi riguardi, ha tutti i mezzi per picchiarmi in testa e spogliarmi di quel poco che possiedo? Insomma cerchiamo di essere seri e pratici.