Italiana fermata a Istanbul per propaganda filocurda

È accusata di aver pubblicato sui social network materiale di propaganda a favore del Pkk curdo

Una cittadina italiana è stata fermata sabato sera dalla polizia turca in un internet cafè di Istanbul con l'accusa di aver pubblicato sui social network materiale di propaganda a favore del Pkk curdo, considerato da Ankara un'organizzazione terroristica. Lo confermano all'ANSA fonti consolari. Giovanna Lanzavecchia, milanese di 24 anni, si trova ora in un centro di detenzione per stranieri a Istanbul, in attesa di espulsione.

La ragazza era giunta in Turchia da pochi giorni e alloggiava in un albergo di Sultanahmet. Le autorità consolari italiane stanno seguendo il caso. Secondo media turchi vicini ad ambienti governativi, è accusata tra l'altro di aver pubblicato foto di combattenti armati del Pkk. Oggi si celebra il Newroz, il capodanno curdo che rappresenta la ricorrenza più importante per la comunità. I festeggiamenti sono stati vietati in quasi tutta la Turchia - comprese Istanbul e Ankara - tranne che a Diyarbakir, la principale città curda nel sud-est.

Annunci
Commenti

qualunquista?

Lun, 21/03/2016 - 11:18

Probabilmente un altro ricercatore... di guai. Se i governi avessero speso metà del tempo che si perde con personaggi che vanno all'estero a fare i "ricercatori", i due marò sarebbero a casa da un pezzo

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 21/03/2016 - 11:58

LA POTETE TENERE PER SEMPRE. NON MI MANCHERA', ANZI NON CI MANCHERA'

geronimo1

Lun, 21/03/2016 - 12:12

Massu' questa "ricercatrice" ce la ritroveremo sicuramente deputata!!!!! Con un curriculum cosi' la carriera politica e' garantita!!!!!!! Pero' attenti ragazzi a non voler bruciare le tappe troppo in fretta....!!! Paesi come Egitto e Turchia non sono esattamente come il nostro, dove tutto va bene (anzi fa appunto curriculum..!!!)!!!!!!! Li' se rompi i cogl..ni la paghi e di brutto...!!!!!

CONDOR

Lun, 21/03/2016 - 12:25

Poteva evitare di andare a ficcarsi in guai del genere. In Turchia ormai c'è la dittatura e chi osa contraddire il pensiero unico del presidente, finisce male. Figurarsi fare propaganda per i curdi. Resta il fatto che l'esercito turco sta facendo strage di civili nel curdistan turco. Bombarda città e spara sui civili inermi. Gli ultimi video si trovano on line. E tutto questo avviene nel silenzio assoluto, tanto per cambiare, di tutti i media europei che probabilmente hanno l'ordine di non diffondere la verità per non turbare l'opinione pubblica proprio mentre facciamo accordi con la Turchia. Ormai facciamo talmente schifo, (ucraina, isis, siria, libia iraq turchia ecc.ecc.) che non mi resta più nulla da vomitare.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Lun, 21/03/2016 - 12:33

C'è una cosa positiva in questa storia : si conferma che in Turkia non può esistere dissenso o opposizione . Lecito chiedersi chi manda una Milanese di 24 anni a Istanbul per sostenere la causa PKK .

tzilighelta

Lun, 21/03/2016 - 13:09

Certo se era per i bananas il mondo era fermo all'età della pietra, ringraziate se esistono persone come Regeni e questa ragazza, bisogna osare per cambiare, poi dopo si può anche parlare, voi pirlotti parlate senza fare niente e vi permettete anche di giudicare, gente senza palle e senza dignità!

aitanhouse

Lun, 21/03/2016 - 13:10

il pkk ,fondata dal famoso ocalan ,è un partito marxista ,quindi non altro che un partito comunista, che i nostri sinistri sono soliti denominare come partito combattente curdo per evitare di pronunciare quella parola divenuta pesante e poco chic ai loro occhi. Questi ragazzi che vanno a sfidare le dittature arabe fin nelle loro case ,solo perchè infatuati da certa propaganda, dovrebbero capire che quei regimi non scherzano e che l'italia non può continuare a difenderli o tirar fuori riscatti solo per una loro alzata di testa.

vince50_19

Lun, 21/03/2016 - 13:10

A parte la vicenda dolorosa del mio conterraneo, possibile che sti ragazzi non comprendano che da quelle parti la democrazia è un pour parler?

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 21/03/2016 - 13:12

Al mondo esiste gente che fanno di tutto per finire nei casini, ma quello che è peggio e per ciò meritevoli di stare dove sono attualmente visto che sanno dove si trovano e con chi hanno a che fare

vince50_19

Lun, 21/03/2016 - 13:59

aitanhouse - Purtroppo nei ragazzi c'è una certa vena di incoscienza imbottiti come sono di ideologia, di incapacità di distinguere nei fatti quello che avviene nelle terre in cui la democrazia è solo un pour parler: basta vedere quello che ha fatto Erdogan all'oggi che, quando è di buon'umore, mette la museruola ai media che non cantano nel suo coro, così come il PKK spesso in passato si è macchiato di delitti poco commendevoli uccidendo gente inerme anche quando c'era Ochalan a capo, invece di prendere di mira e di petto il regime che intendono combattere. E poi in Italia c'è chi, da politico, vuole addirittura fare accordi con Erdogan diventato capo di uno stato musulmano. E li fa..

Tuthankamon

Lun, 21/03/2016 - 13:59

Una dei tanti "turisti-fai-da-te" che si illudono che la Turchia possa far parte dell'Europa!

Vera_Destra

Lun, 21/03/2016 - 14:47

Premesso che uno può pensare tutto il male possibile dell'attuale governo turco, un conto è esternare il proprio pensiero in Italia (dove fino a prova contraria, c'è libertà di parola), un conto è andarlo a fare a casa d'altri dove quello stesso diritto potrebbe non essere riconosciuto. Sarebbe come se, negli anni 70, dei turchi fossero venuti in Italia ad inneggiare alle Brigate Rosse. I turchi giustamente ce la spediranno indietro, temo solo che poi la sentiremo straparlare di libertà nei soliti talk show

grazia2202

Lun, 21/03/2016 - 14:47

i soldi per avvocati e rimpatrio sono a cura sua, ovviamente. altrimente toglieteli dallo stipendio di Gentiloni ed Alfano.

qualunquista?

Lun, 21/03/2016 - 15:01

Tzilighelta, probabilmente sono uno dei milioni di bananari che preferirebbe che le proprie imposte andasse a finanziare le pietre per le case degli italiani, piuttosto che le armi dei presunti rapitori delle due amiche infatuate dalla propaganda palestinese, o di altri imbecilli che si ficcano nei guai tanto c'è una stato che poi sarà tenuto a tirarli fuori a suon di scambi sotto banco. Registro solo che i due marò erano sulla nave non per passatempo ma perché messi là da uno stato (sempre s minuscola) a tutelare dai pirati quegli stessi interessi commerciali per cui i nostri presidenti e altri politici vanno a spasso per il mondo. Se poi lo stato si impietosisce solo perché certi ragazzotti non hanno capito che in giro per il mondo funziona in modo un po' diverso che qua, e al contestatore che tira un estintore addosso al gendarme non è garantito venga intestata una via, beh, questo è un problema di fraintendimento del concetto di democrazia.

Cesare46

Lun, 21/03/2016 - 15:01

Occuparsi dei nostri problemi no ? c'era bisogno di andare nella tana del lupo a fare casino ?. Vorrei leggere qualche commento dei sui genitori. Ben gli sta tenetela per qualche anno, si sa mai che impara qualcosa.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Lun, 21/03/2016 - 15:47

Le prigioni turche andranno benissimo. Tenetevela

eternoamore

Lun, 21/03/2016 - 16:19

SPERO VADA SUBITO IN GALERA. POTEVA STARE A CASA SUA PER PULIRE CASA.

eloi

Lun, 21/03/2016 - 16:30

tziligelta. Invece d'i stare a pontificare da un tastiera segui le orme di Regeni e di Giovanna Lanzavecchia e vai.........

archeosimo

Lun, 21/03/2016 - 16:33

#qualunquista : penso che abbia i neuroni leggermente in stato confusionale. Dove lo ha letto che la ragazza sia ricercatrice? E se fosse, i ricercatori quando partono in missione all'estero hanno un programma di ricerca ben stabilito, qui si parla di una ragazza che ha postato immagini e testi pro-curdi in un paese in cui il PKK è considerato come organizzazione terroristica, per cui continuo a non vedere il nesso con le eventuali sue attività di ricercatrice. Infine : che c'entrano i maro'? la diversione di massa a quanto vedo ha ancora tante pecore dietro..

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 21/03/2016 - 16:39

UN ALTRA SCEMA CHE VA IN GIRO PER NON ANNOIARSI...

yulbrynner

Lun, 21/03/2016 - 16:53

bhe.. fra giovani senza ideali solo capaci di cazzeggiare su internet e seguire qualsiasi SCIOCCA MODA questa qualche ideale forse lo ha.. anche se non lo condivido

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Lun, 21/03/2016 - 17:10

Non risulta sia una "ricercatrice" ma solo una ex iscritta all'università di Milano che non si è mai laureata. Probabilmente si è messa con l'extracomunitario di turno che l'ha convinta a far minchiate.

Holmert

Lun, 21/03/2016 - 17:36

Ora questa si renderà conto della differenza che passa tra le leggi italiane da barzelletta Zelig e quelle turche, che si fanno rispettare, come dire o questa minestra o quella finestra.Senza filosofi alla Rodotà e pensieri deboli o le strampalate teorie dei teorici del cxzzx. Staremo a vedere come va a finire.Magari i giornali italiani simpatizzanti della giovane, se la prenderanno con la Farnesina che non si dà da fare.

dario348

Lun, 21/03/2016 - 18:32

un'altra "Regeni" imbottita di ideologia terzomondista. Ma statevene a casa ricercatori e trovatevi un lavoro, con tutta la gente bisognosa che c'è qui da noi vi scappa di andare a impicciarvi di affaracci altrui??.. E poi vorrei sapere, ricercatore di che cosa??

tzilighelta

Lun, 21/03/2016 - 20:10

qualunquista, e si vede che sei un qualunquista hai sparato minchiate a 360 gradi, che casso c'entrano i marò, ti ricordo che i tuoi eroi hanno ammazzato due pescatori che non erano pirati, questo grazie alla brillante idea del ministro La Russa di mettere soldati su navi private, di pirati poi non se ne sono mai visti! Le tue capriole qualunquiste dall'india ti hanno rimbalzano a Genova, e non capisco che casso c'entra con quello che ho detto io! Infine riguardo i milioni di bananari, non farti troppe illusioni, siete quattro gatti spelacchiati che per grazia ricevuta il giornale vi ospita come i profughi nei Balcani!