Italiane ed ebree: le giovani ragazze dell'esercito di Israele

Sono 60 gli italiani ebrei che hanno deciso di arruolarsi nell'esercito di Israele. "Amiamo l'Italia, ma questo paese è davvero speciale"

Silvia, Nancy, Micol e Shirel hanno dai 21 ai 24 anni. Sono italiane, ma hanno deciso di arruolarsi nell'Idf, le forze di difesa israeliane. Rischiano la vita ogni giorno non per la loro terra, ma per quella dei loro genitori. Sono solo tre dei sessanta ragazzi italiani ebrei che hanno deciso di lasciare la propria famiglia per unirsi alle trubbe d'Israele. La loro storia la racconta il Messaggero in edicola oggi. Non lo fanno per soldi, la paga è bassissima: dai 200 ai 300 euro. Per risparmiare vivono in appartamenti condivisi o nei kibbutz, particolari villaggi dove tutto è condiviso.

"Ho sempre avuto un forte attaccamento a questa terra", racconta Nancy Saada, 24 anni, di Milano. Il suo compito è qeullo di insegnare a guidare i Nagmash, mezzi da 11 tonnellate che possono viaggiare fino a 60 chilometri orari usati per trasportare soldati e feriti nelle zone di guerra. È nell' Idf da quasi due anni e a dicembre il suo servizio terminerà. I "chatal boded", ovvero "soldati soli", come vengono chiamati da queste parti, possono infatti rimanere in servizio da uno a tre anni. "Questo è un eservito in cui credo tanto - spiega Nancy al Messaggero -, dove c'è una moralità molto alta. Lavoriamo molto, la mia giornata inizia alle 7 e si chiude a sera tardi, ma qui ho trovato la mia dimensione". Da piccola è stata vittima espisodia di antisemitismo: qualcuno disegnò nel suo giardino delle svastiche, alle fermate dei pullman qualcuno scriveva "Juden Raus", "i giudei fuori". "Episodi che non posso dimenticare".

Silvia, 21 anni, torinese, è a Tel Aviv dall'aprile del 2015. Lavora nelle ambulanze con i paramedici. Ha visto corpi mutilati, cadaveri, persone in fin di vita: "Soccorriamo tutti e affrontiamo qualsiasi emergenza. Quando ho prestato giuramento ho promesso di non fare differenza tra le persone che soccorriamo. È un valore da cui non possiamo mai prescindere".

Micol Debash, 24 anni, di Roma, era addetta stampa della comunità ebraica. Adesso nell'Idf si occupa di relazioni internazionali. Shirel Sasson, 24 anni, anche lei romana, è a Tel Aviv dal 2015. Lavora nell'aeronautica israeliana, si occupa di gestire le infrastrutture de lnuovo caccia F35 acquistato da Israele in una speciale versione potenziata. "Mi sono innamorata di questo Paese", spiega al Messaggero. "Amo Roma e tornare in Italia è sempre unico ed emozionante ma Israele è speciale. Qui mi sento più sicura e poi c'è un clima diverso: le persone mi sembrano più felici. Si lamentano meno".

Commenti

gcf48

Lun, 22/08/2016 - 12:14

una lezione per tutti

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 22/08/2016 - 12:50

------care soldatesse----ma nei momenti di noia li picchiate pure voi i ragazzini palestinesi giusto per divertirvi?-----hasta siempre

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Lun, 22/08/2016 - 13:32

Un ammirevole esempio de patriottismo disinteressato.

Una-mattina-mi-...

Lun, 22/08/2016 - 13:49

Per l'ammissione che requisiti sono necessari?

Maura S.

Lun, 22/08/2016 - 14:32

x elkid = Se questi ragazzini sono quelli che nascondono cinture esplosive sotto le magliette. ben venga, così salvando anche loro da una morte voluta dai suoi amici che tanto apprezza.

lorenzovan

Lun, 22/08/2016 - 14:37

e se ci fosse una guerra tra italia e israele.....io so gia' quale lato sceglierebbero....lolololol

pesindirecto

Lun, 22/08/2016 - 14:40

La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino......ma questi sono Italiani? Commettono un reato? Oppure è giusto che Israele venga difesa dai propri Cittadini dalla prepotenza araba?

Massimo Bocci

Lun, 22/08/2016 - 14:43

Un vero paese, democratico, di democratici, civie, per cui vale la pena ed e' un onore combattere e rischiare la vita. Onore a queste donne!! Che lottano anche per le nostre libertà e quelle di tutto l'occidente, democratico.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/08/2016 - 14:46

@Elkid: si difendono da terroristi palestinesi che entrano in Israele ogni giorno e spesso fanno massacri o accoltellamenti. Nessun soldato israeliano specie donna picchia i bambini di nessuna nazione e senza alcun motivo. Mi fa vedere una foto con questi 60 giovani italo-ebrei commettono un reato così vigliacco? O è una sua vigliaccheria inventarsi tale balla. I Vigliacchi e bugiardi, in questi casi, equivalgono ai fomentatori d'odio.

titina

Lun, 22/08/2016 - 15:01

vengo anch'io?

krgferr

Lun, 22/08/2016 - 15:08

@elkid---Sicuramente sì, ma solamente quelle che possono vantare un sufficiente trascorso nei Centri Sociali italici per imparare il mestiere. Saluti. Piero

miboscpi

Lun, 22/08/2016 - 15:22

Spero che il commento di di elkid sia ironico, altrimenti non potrei che constatare che la solita ipocrisia di sinistra si fa sempre più abbindolare dalla propaganda filopalestinesenazicomunistoide

lorenzovan

Lun, 22/08/2016 - 16:10

leonida 65...fermo restando he Isrele ha diritto di difendersi e di esistere...non si inventi la storia e non faccia revisioni alla casareccia...Isrele...malgrado decine di risoluzioni ONU continua ad occupare territori +palestinesi e a costruire colonati..espropriando..monpolizzando tutte le risorse idriche ed eonomiche per strangolare l'economia palestinese.. esistono film..io li ho visti..basta cercare in rete...nei quali si vedono soldati israeliani picchiare con pietre ragazzini e fratturagli le braccia..siste anche un film nel quale si vede un soldato sparare nella pancia a bruciapelo a un fermato palestinese con le braccia alzate...se per lei va bene...

Ritratto di danutaki

danutaki

Lun, 22/08/2016 - 16:18

@ elkid.....Quando la pianterá di fare il pagliaccio ignorante ??

Keplero17

Lun, 22/08/2016 - 16:29

Il problema sollevato è facilmente risolvibile. In diritto si distingue fra cittadinanza e nazionalità. Sono due cose diverse. La cittadinanza è una appartenenza legale, mentre la nazionalità è una appartenenza etnica o etnico religiosa. Queste ragazze sono cittadine italiane di nazionalità israeliana. Pensiamo alle popolazioni tedesche dell'Alto Adige che sono di cittadinanza italiana ma di nazionalità tedesca. Pensiamo alla Svizzera dove i cittadini sono svizzeri ma di tre nazioni diverse. Vi possono essere anche casi di doppia cittadinanza previsti dalla legge. Durante la seconda guerra mondiale i cittadini americani di nazionalità giapponese furono internati in campi di accoglienza a meno che non si arruolassero nelle forze armate (NISEI). Dipende dalla legislazione marziale che viene promulgata.

telepaco

Lun, 22/08/2016 - 16:51

Ecco brave, andate tutte e vedete di non tornare più. E si vi riesce di portare con voi anche le arabe che stanno qui meglio ancora, tanto sono tutte semite come voi e tra voi state bene :)

sberlo

Lun, 22/08/2016 - 16:53

Belli, bravi e simpatici. Ma è un fatto molto grave per l'Italia. Se scoppia una guerra tra Italia e Israele, loro per chi combattono? Potremmo trovarci gente in casa che fa il doppio gioco. Bisogna assolutamente che gente così (stranieri o Italiani che lavorano per la difesa di paesi stranieri) sia tenuta fuori da tutti i settori sensibili per la sicurezza dell'Italia. ...Ma i polli italiani non si rendono conto...

maurizio50

Lun, 22/08/2016 - 17:05

@elkid! L'ideologia comunista l'ha resa schiavo delle idiozie che le propinano gli organi d'informazione del cattocomunismo. Vada in Israele e forse riuscirà a capire , ragionando con la sua testa e non con quella del bieco cattocomunismo, quanto è significativo il messaggio delle soldatesse ,italiane di nascita, arruolatesi in Israele!!

cgf

Lun, 22/08/2016 - 17:30

@elkid come le pagherei un viaggio di sola andata per Gaza, non ha idea!!

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 22/08/2016 - 17:35

-------danutaki-----faccia una prova ----vada a roma----si faccia un giro nel quartiere ebraico---vicino la sinagoga---provi a scattare delle foto a cavolo con il suo smart come se lei fosse un turista----vedrà che in neppure un nanosecondo sarà circondato da energumeni vestiti di nero con la kippah---che le strapperanno lo smart distruggendolo e minacciandola fisicamente senza darle la possibilità di una benchè minima spiegazione----i giornali si sono occupati in più articoli di queste ronde ebraiche fasciste di picchiatori che circolano indisturbate nel quartiere ebraico di roma---si documenti---lei italiano non è libero di girare dove vuole per roma---ma si rende conto?---hasta siempre

Arethusa

Lun, 22/08/2016 - 17:55

Almeno loro hanno ancora un po' di civile spirito d'appartenenza a uno stato.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 22/08/2016 - 18:36

elkid i tuoi amici muslims,invece, tutta brava gente... Vai a Torino e gira con il tuo smart e fai delle foto ai tuoi amichetti edentro le moschee abusive..se torni vivo me le fai vedere e dimostri di non essere solo fuffa!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/08/2016 - 18:44

@Lorenzovan ore 16:10 - Adesso mi verrà anche a dire che i Palestinesi sono angioletti che non hanno mai fatto niente ad Israele? ma dove le sentite queste cose, ai centri sociali?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/08/2016 - 18:47

@Elkid ore 17:35 - Questa se l'è inventata adesso. Tutti vanno a Roma e girano nel quartiere ebraico, senza che accada nulla. Sa se dovesse succedere quello che lei si inventa, quanta pubblicità, che casino sui giornali. Beh, per oggi ha fallito (è il suo giorno sfortunato), ne tenti un' altra (di balla) domani, sarà più fortunato.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 22/08/2016 - 19:06

@lorenzovan ore 16:10 - A me queste violenze non vanno bene, da nessuna parte provengano. Dovrebbe vedere anche altri film, non di produzione dei centri sociali, o basta seguire i telegiornali. Ma si risulta faziosi dire che i bravi sono di quì e i cattivi di là. Ora si stava ragionando su 60 soldati (alcune femmine) che fanno la leva in Israele. Si parla di questo, e voi subito a dire che spaccano le braccia ai bambini. Ma le avete viste voi queste 60 persone fare ciò di cui avete scritto (Elkid) ? Avete una faziosità che supera ogni limite.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 22/08/2016 - 19:06

El kid, ore 17,35. E fanno bene. Sono sotto continuo accerchiamento da parte di mussulmni fanatici. Hanno giá subito attentati con morti. Che dovrebbero fare: mettersi in posa come fanno i palestinesi quando li fotografano con i giocattoli dei bimbi sulle macerie e comprati pochi minuti prima dal fotografo.??? Lorenzovan ore 16,10: i muri li costruiscono per difendersi dai baluba palestinesi con le cinture esplosive. Mica é il muro di Berlino al quale avete creduto per anni servisse per fermare fughe dall'ovest verso l'est.

lorenzovan

Lun, 22/08/2016 - 19:41

arethusa...io di questo supposto spirito d'appartenenza ne farei a meno...specialmente trattandosi di cittadine ITALIANE CHE SI SENTONO DI APPARTENERE AD UN ALTRO STATO

mila

Mar, 23/08/2016 - 05:48

@ sberlo -Una guerra tra Italia e Israele durerebbe poco. Penso sia inutile chiedersi chi vincerebbe.

LP

Mar, 23/08/2016 - 08:27

Ragazze, siete grandi, siete un esempio da ammirare di amor patrio, cameratismo e serietà. Un caloroso saluto da un missino simpatizzante leghista.Invidio agli amici israeliani la spina dorsale che noi italici abbiamo perso da millenni.

uberalles

Mar, 23/08/2016 - 09:02

Hanno ragione da vendere: dovremmo imparare da questi ragazzi. Purtroppo in Italia siamo "accoglienti"...

MilanoMerano

Mar, 23/08/2016 - 09:46

elkid, e basta!!!! Se questi cattivi ebrei, solamente fossero così buoni e pacifisti come quei gentili musulmani, eh?

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mar, 23/08/2016 - 09:48

Questi giovani, sia maschi che femmine, sono da ammirare perché lottano per difendere il loro Paese. Vanno via da una terra dove potrebbero vivere tranquilli e vanno a rischiare la vita per difendere la terra di origine dei loro genitori o dei loro nonni al contrario di quei pavidi ragazzi africani grandi e grossi che invece di lottare per libertà delle loro terre scappano per venire a ciondolare e spacciare nelle nostre città ormai ridotte, grazie a loro, a delle fogne a cielo aperto.

MilanoMerano

Mar, 23/08/2016 - 09:48

cgf - ci metto dei soldi anch'io per comperare un biglietto senso unico ad elkid - Gaza e' molto multiculturale, si troverà' benissimo.

MilanoMerano

Mar, 23/08/2016 - 09:50

Mentre i nostri giovani vanno a caccia di Pokemon, questi lottano. E poi idioti si meravigliano come un paese così piccolo, aggredito da 68 anni non stop, e' diventato il più' stabile e ricco (senza una goccia di petrolio) in tutta la regione.

Giorgio Rubiu

Mar, 23/08/2016 - 09:58

Non vedo perché non dovrebbero farlo.Ci sono donne italiane che hanno sposato un islamico e sono corse ad arruolarsi nelle file del ISIS. Ci sono giovani islamici,di terza o quarta generazione europea,che hanno fatto la stessa cosa oppure sono diventati feroci attentatori,in Europa,in nome della stessa causa.Esistono alcune "Legioni Straniere" meno note di quella francese.E non sto parlando di mercenari;parlo di corpi militari che fanno regolarmente parte dell'esercito del Paese nel quale si sono arruolati.Quindi...