Jean-Marie Le Pen minaccia Marine "Sono pronto a fondare un partito"

Un ultimatum alla figlia dal fondatore del Front National, escluso sei mesi fa. "Richiudere la faglia aperta"

Non è piaciuto, a Jean Marie Le Pen, il modo in cui è stato cacciato sei mesi fa dal Front national, accusato di non parlare più per il soggetto politico che ora è nelle mani della figlia e di fatto emarginato nonostante del partito sia stato il fondatore.

Continua a ribadirlo e lo ha fatto anche di recente, in una lettera inviata a Marine e che suona come un ultimatum, in cui l'ex numero uno di Fn - come riporta Le Monde - dice di essere pronto a federare l'estrema destra che non si riconosce nelle posizioni della figlia, e di fatto a formare un nuovo partito.

"Bisogna al più presto richiudere la faglia aperta che già suscita ambizioni in potenziali candidati che per la loro stessa presenza, minaccerebbero le sue chance di arrivare al secondo turno", scrive nella lettera Le Pen senior. Che non nasconde il reale punto della questione: "Vincere la battaglia del 2017 è un imperativo categorico".

Commenti

joecivitanova

Mer, 24/02/2016 - 01:38

...anche le destre, in ogni nazione, hanno le loro buone dosi di imbecilli, e non comprendono mai che, siccome saranno sempre in minoranza (fascismo, nazismo, 'storia' e bugie solo da una parte....), se non si alleano al centro o con dei liberali e tagliano con certi 'peter pen', non vinceranno MAI..!!.. G.