Il killer dell'ambasciatore russo aveva fatto la scorta a Erdogan

Il poliziotto dei reparti antisommossa che ha assassinato l'ambasciatore turco ad Ankara, ha prestato servizio per la scorta del presidente Recep Tayyip Erdogan in due diverse occasioni

Il poliziotto dei reparti antisommossa che ha assassinato l'ambasciatore turco ad Ankara ha prestato servizio per la scorta del presidente Recep Tayyip Erdogan in due diverse occasioni. Sia il presidente turco che altri quadri del partito di governo Akp, infatti, hanno espresso il sospetto che l'omicidio dell'ambasciatore Andrey Karlov possa essere stato ordito dal magnate e imam Gulen, ritenuto la mente del golpe dello scorso 15 luglio, per rovinare le relazioni tra Ankara e Mosca.

A rendere quest'ipotesi meno plausibile il fatto che Mevlut Mert Altintas, questo il nome dell'assassino, in due diverse occasioni precedenti fallito golpe ha prestato servizio nella scorta del presidente. Sia a Konya nel 2014 che a Bursa nel febbraio 2015, infatti, Altintas è stato uno degli addetti alla sicurezza di Erdogan. La polizia sta attualmente indagando nel percorso educativo dell'assassino, per verificare che non abbia frequestato scuole appartenenti a Fetullah Gulen.

Commenti

cgf

Mar, 20/12/2016 - 04:18

finché vi sarà ancora Erdogan o chi per esso al potere, la Turchia non troverà pace