Lacrime di coccodrillo, dopo la strage ora sono tutti con l'Italia

Il governo tedesco: "L'Italia non è sola". La Spagna chiede intervento all'Onu. Parigi: "Aumentare controllo Mediterraneo"

"L’Italia non è sola", ha detto il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sulla strage del Mediterraneo e sull’emergenza profughi. Dopo la strage il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha avuto contatti telefonici con Angela Merkel e François Hollande. Poi ha sentito anche Jean Claude Juncker e Donald Tusk. A parole sono tutti solidali con l'Italia, impegnata in prima linea nel soccorso dei disperati che cercano di trovare fortuna sfidando le acque del Mediterraneo. Nei fatti, però, l'Europa latita. Fa poco o nulla. Lascia tutto sulle spalle del nostro Paese.

Il governo spagnolo solleciterà una dichiarazione nel Consiglio di Sicurezza dell’Onu, che al momento presiede, sull’immigrazione: lo ha reso noto il ministro degli Esteri spagnolo, Josè Manuel Garcia Margallo: "La questione è sufficientemente seria, grave e globale perchè siano gli organi competenti delle Nazioni Unite ad affrontare il fenomeno che sta mettendo a rischio la pace e la stabilità nel Mediterraneo", ha detto a Lussemburgo, per la riunione ministeriale del colleghi Ue. Margallo ha spiegato che il governo italiano ha rivolto la richiesta a Madrid dopo la tragedia di domenica notte; e ha aggiunto che pensa di fare una richiesta simile all’Assemblea generale dell’Onu perchè ritiene che le circostanze del naufragio di sabato notte "necessitano di un approccio globale", non solo Ue ma anche delle Nazioni Unite.

"Su questa tragedia non siamo stati all’altezza della situazione" ha detto ai microfoni di Rmc il portavoce del governo di Parigi, Stephane Le Foll. C’è bisogno, ha aggiunto, di "aumentare la sorveglianza nel Mediterraneo". "L’Europa ci fa vergogna", dice l’ex ministro degli Esteri francese, Bernard Kouchner, intervistato dal quotidiano Le Parisien. "Sorpresa e indignazione non bastano più, non facciamo finta di sorprenderci, era almeno da un anno e mezzo che sapevamo delle migliaia di morti nel Mediterraneo. Circa settecento, se il bilancio verrà confermato, è spaventoso. Da troppo tempo abbiamo lasciato gli italiani soli per gestire questo problema, accogliendo come possono tutti questi naufraghi. Possiamo dirgli grazie. Ma in questa vicenda l’Europa è colpevole di mancato soccorso a persona in pericolo, ci fa vergogna".

"Dobbiamo avere un ampio spettro di contribuzioni, da una parte per aiutare l’Italia, dall’altra per affrontare i crescenti conflitti in Libia, Africa e Medio Oriente". Lo afferma il ministro degli esteri danese, Martin Lidegaard, specificando che "non c’è una soluzione unica, ma serve un approccio globale" e che la Danimarca "è pronta a fare la sua parte, ma nel quadro di un "approccio comune europeo".

Commenti

Zizzigo

Lun, 20/04/2015 - 12:58

Perlopiù pinocchi le cui lacrime non sono d'acqua e sale ma resina, cioè le naturali secrezioni del legno.

plaunad

Lun, 20/04/2015 - 12:59

IL FESTIVAL DELL'IPOCRISIA

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Lun, 20/04/2015 - 13:05

"Dopo la strage ora sono tutti con l'Italia" ... per le prossime 48 ore poi tornerà tutto come prima fino al prossimo " un'altra strage e ancora... sono tutti con l'Italia".

agosvac

Lun, 20/04/2015 - 13:09

I governanti UE sono patetici, ancora non riescono a capire quale sia il vero problema di questa immigrazione clandestina che non hanno mai voluto tenere sotto controllo. Il vero problema è che tra le decine di migliaia di poveri disgraziati ce ne sono probabilmente migliaia che sono integralisti islamici infiltrati. E' gente esperta ed organizzata, è gente che riesce a scappare dai centri di accoglienza e si diffonde in tutta Europa per creare cellule dormienti, ma mica tanto, e colpire al momento giusto. E' questo il vero problema: ormai in tutta Europa ci saranno decine di migliaia d'integralisti islamici.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 20/04/2015 - 13:11

Bravi, una pacca sulla schiena non si rifiuta a nessuno! Per il resto "mare nostrum" i cari tedeschi lo hanno sempre tradotto in "ca..i vostri" e tali rimangono ancora oggi anche se ha cambiato nome e nonostante le chiacchiere!

gigetto50

Lun, 20/04/2015 - 13:25

..si..va bene...tutti a dire che si deve fare qualcosa che ognuno deve fare la sua parte etc...etc.... Ma che cosa si debba fare in concreto non si dice. In concreto bisognerebbe cominciare a pensare di accogliere/ripartire su tutti i paesi europei, qualche decina di milioni di queste persone ogni 2/3 anni per almeno i prossimi 20 anni. E lavorare in parallelo su controllo delle nascite, aiuti locali, cercare di disinnescare i conflitti..etc...etc... Siccome tutto lo sanno benissimo, su questo argomento non si sente/legge niente di concreto.

Renee59

Lun, 20/04/2015 - 13:49

BUFFONI, INCAPACI,INVERTEBRATI SENZA PALLE.

Marco2806

Lun, 20/04/2015 - 13:55

Posso immaginare la tristezza dei francesi, dopo aver dato il via ai bombardamenti, ora di cosa si rammaricano? Se siamo così è colpa di chi autorizzò l'intervento e di chi ebbe tanta foga. Proprio gentaglia.

luigi.muzzi

Lun, 20/04/2015 - 14:15

bla bla bla sig sig sig bla bla bla

Blueray

Lun, 20/04/2015 - 14:16

In breve: 1)Il governo tedesco solo parole di circostanza; 2)Il governo spagnolo pare aver capito meglio il problema; 3)I francesi sono su Marte e parlano di mancato soccorso come se la missione UE fosse quella di dover in eterno soccorrere; 4)La Danimarca parla di soldi come se il problema principale fosse quello finanziario. Insomma nessuno ha capito niente o tutti fanno finta di non capire che solo il rinvio ai luoghi d'origine e la selezione colà degli aventi diritto alla protezione potranno cambiare qualcosa. Di cambiare la Convenzione di Ginevra ormai non più idonea a gestire migrazioni bibliche non passa per la mente a nessuno. Eppure è questa la madre di tutti questi morti: permettere a chiunque di andare dovunque, entrare senza documenti e senza il consenso degli Stati, come dire occupazione forzosa. Un delirio che va riformato al più presto

Tuthankamon

Lun, 20/04/2015 - 14:27

Come no! Ci credo! Ipocriti!

Duka

Lun, 20/04/2015 - 14:31

FAREBBERO MIGLIOR FIGURA SE STESSERO ZITTI-

Ritratto di filatelico

filatelico

Lun, 20/04/2015 - 14:33

Due delinquenti che vorrebbero guidare l'europa !! BUFFONI !!! Quell'idiota di Sarkozy per non restituire il finanziamento di 50 milioni di euro del Colonnello Gheddafi ha combinato questa catastrofe !!! FARABBUTTI !!!

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 20/04/2015 - 14:51

operazione cazzovostrum,evviva l europa unita,di unito esiste, solo la fariseocrazia massona che spoglia di ogni bene materiale il povero cittadino europeo e lo rende povero e insignificante ,per scortarlo fino alle porte dell eternita e fargli abbandonare le vesti mortali,ossia farlo fuori fisicamente e creare la piramide delle caste povere in una nova prospettiva di vita fatta di schiavitu a vassallismo cieco alla dittatura internazionale dei leaders del nuovo ordine mondiale.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 20/04/2015 - 15:23

Quanto durerà questa falsa messinscena? Qualche giorno, poi nessuno farà un bel nulla e tutti si scorderanno della povera Italietta. BUFFONI.

cameo44

Lun, 20/04/2015 - 15:38

Se non fosse per l'enorme tragedia umana perchè di vite umane si tratt a prescindere che siano clandestini o no a sentire i politici di tutta europa vien da ridere pensavo che era solo la politica Italiana poco seria ma in queste occasioni perchè non è la prima volta che succede una tragedia simile anche gli altri paesi non sono migliori del nostro leggasi germania Francia e l'Europa tutta perennamente assente per la questione sbarchi questo è il risultato dell'operazione Libia capita nata da Sarkosj seguito a ruota dagli altri per eliminare Gheddafi

Rossana Rossi

Lun, 20/04/2015 - 15:49

La solita canzone. parole, parole, parole.......

Roberto.C.

Lun, 20/04/2015 - 16:47

Perchè nessun politico o giornale denuncia le cause che hanno generato queste tragedie??? Nessun governo si è ribellato alla distruzione della Libia ed ora si vedono le conseguenze. L'Italia per prima avrebbe dovuto opporsi all'assassinio di Gheddafi che volente o nolente aveva qualche accordo con noi. Ora tutti chiedono aiuti per una missione impossibile. I governanti di quel momento dovrebbero essere processati per concorso di strage. Quel verme di Sarkosy dovrebbe essere impalato sulla torre Eifel ed ai piani inferiori tutti quelli che hanno aderito all'azione di destabilizzare la Libia. In Italia dobbiamo ringraziare un certo Napoletame che ha affidato il paese in mano di governi (illeggittimi!) strazeppio di incapaci pseudo politicanti in perenne colloquio tra "sedere e poltrona". Ecco, per lui, sarebbe sufficiente Mastro Titta.

Fradi

Lun, 20/04/2015 - 16:49

Non vorrei che l'aiuto dell'Europa, tanto invocato, consista nell'organizzare un colossale servizio di traghetto tra l'Africa e l'Italia.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 20/04/2015 - 16:55

bel quadretto di condivisione europea dei problemi!! Certo gli stramaledetti media continuano il pianto greco di circostanza e nessuno o quasi ci racconta come stanno le cose, ma appena tolta di mezzo la Grecia ilprossimo obiettivo della "GLOBALIZZAZIONE" saranno i paesi latini della EU per impedire loro di allacciare relazioni economiche e commerciali con Africa e Medioriente. Gli USA sanno bene che quei mercati sono loro preclusi mentre per noi sono il naturale e storico sbocco commerciale e industriale! .... e proprio questo vogliono impedire. .... e ci raccontano mla favola dell' ISIS come ai bambini si racconta la favola di Cappuccetto Rosso....

VittorioMar

Lun, 20/04/2015 - 16:59

Ipocriti,falsi,spergiuri e menzogneri!!

marco.olt

Mar, 21/04/2015 - 17:08

Ipocriti dell'Europa lo sapevano tutti. La realtà è che il Governo italiano (senza palle, ma forte con i propri cittadini deboli) non prende decisioni nell'interesse degli Italiani, "coltivano" la poltrona loro. In Africa ci sono 1,11 miliardi di persone (in Europa 742 milioni), metà delle quali vivono in situazioni disperate, siete disposti ad ospitarne un centinaio nel vostro alloggio? A dividere tutti ciò che avete sudato con loro? A pagare il doppio-triplo-quadruplo delle tasse per loro? IO NO!!

marco.olt

Mar, 21/04/2015 - 17:14

Blocco navale Europeo subito, interventi (anche armati se occorre) per annientare nei porti le partenze e le organizzazioni malavitose che organizzano. Aiuto umanitario in Africa e se i governi Africani non collaborano è solo perché gli fa comodo di liberarsi della zavorra e allora è una dichiarazione di ostilità per noi e per l'Europa da combattere.