L'aggressore del commissariato a Parigi era tra i molestatori di Colonia?

Secondo i media tedeschi Walid Salihi - con precedenti per molestie - sarebbe stato a Colonia la notte dell'ultimo del 31 dicembre. Da lì sarebbe andato a Parigi...

Per ora è solo un'ipotesi, ma è sufficiente per restare basiti.

Il giovane marocchino ucciso a Parigi dalla polizia francese settimana scorsa davanti a un commissariato in un presunto attentato suicida ancora tutto da chiarire potrebbe essere stato uno dei molestatori di Colonia. A ricostruire come è la tedesca Bild, che mette in fila una serie di coincidenze che effettivamente destano più d'un sospetto.

Walid Salihi (questo è uno degli almeno quattro nomi con cui il maghrebino si faceva chiamare) ha chiesto asilo politico in Germania, venendo registrato in un centro d'accoglienza a Recklinghausen, a un centinaio di chilometri da Colonia. Sul muro del centro, hanno fatto sapere i servizi di sicurezza tedeschi, l'uomo avrebbe disegnato l'emblema della bandiera dello Stato Islamico.

La sim tedesca che la polizia parigina ha ritrovato nel suo cellulare sarebbe stata a Colonia poco dopo le molestie di massa di Capodanno. Ma non è tutto: secondo il britannico The Daily Mail, un amico di Wahili è stato arrestato dopo i fatti di Colonia e lo stesso autore del fallito blitz contro il commissariato era stato arrestato per molestie in passato.

Era li 2014, quando Wahili venne arrestato proprio a Colonia per aver palpeggiato una donna in discoteca. Egli era insomma noto alle forze di sicurezza. Che però non sono state capaci di prevenirne la radicalizzazione.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 11/01/2016 - 12:48

Radicalizzazione? Uno che assalta un commissariato di polizia

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 11/01/2016 - 12:50

RADICALIZZAZIONE??? A me uno che assalta un commissariato di polizia (mica un giardino d'infanzia) TOTALMENTE DISARMATO sembra piuttosto un malato mentale. Incapace di intendere e di volere!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 11/01/2016 - 12:57

e questi individui sono stati lasciati a girare imperturbabili l'europa...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 11/01/2016 - 13:43

Sì,infatti, il coltello gli serviva per ...nettarsi le unghie!!

alby118

Lun, 11/01/2016 - 14:15

Pace all'animaccia sua, sempre che ce l'abbia avuta.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 11/01/2016 - 14:26

@Omar El Mukhtar: come tutti voi, incapaci di ntendere e di volere.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 11/01/2016 - 14:36

Un koglione in meno.

fedeverità

Lun, 11/01/2016 - 14:51

....benzina..

risorgimento2015

Lun, 11/01/2016 - 14:55

Guardate che faccia da mostro pieno di odio contro l'europa Cristiana , come tutti I suoi predeccessori attentatori ammazzati!

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Lun, 11/01/2016 - 14:58

"... Vita da detenuto. Il locale è piccolo, ma le pareti sono piene di libri. E' li che incontro i detenuti scelti dalla direzione. Prima di cominciare ancora una piccola formalità: devono firmare una liberatoria che esenti l'amministrazione da qualsiasi responsabilità in merito alla pubblicazione. Due di loro sono friulani, il terzo è un giovane bulgaro. Tre differenti reati, tre storie completamente diverse, ma un unico comune denominatore: le donne. La loro condanna..."

scarface

Lun, 11/01/2016 - 16:26

-1, un'altro motivo per festeggiare.