L'Air Force americana nel mirino del Califfato: ex meccanico jihadista

Un ex meccanico dell'aeronautica americana ha cercato di entrare in Siria per unirsi allo Stato islamico

Un ex meccanico dell'aeronautica americana è accusato di aver cercato di entrare in Siria per unirsi ai miliziani dello Stato islamico. Secondo un gran giurì di Brooklyn, l’equivalente di un tibunale militare, tra i capi di accusa a carico di Tairod Nathan Webster Pugh, arrestato lo scorso 18 gennaio, ci sono anche quello di aver tentato di fornire materiale di sostegno all’organizzazione terroristica e quello di aver ostacolato le indagini.

Al momento non sono emersi altri dettagli, se non che tra il maggio del 2014 e il gennaio 2015 l’uomo avrebbe cercato di raggiungere i jihadisti in Siria. Prima dell'arresto avrebbe anche cercato di distruggere quattro chiavette usb danneggiando le immagini e i file in esse contenuti. "I documenti esaminati dai giudici - secondo quanto riporta l’emittente televisiva Abc - mostrerebbero come l’ex meccanico specializzato della Air Force, cittadino americano, lo scorso 10 gennaio è volato dall’Egitto in Turchia, da dove avrebbe tentato di raggiungere la Siria per unirsi agli uomini dello stato islamico e partecipare alla guerra santa". Le autorità di Ankara, però, gli avrebbero negato l’ingresso nel Paese. Così Pugh sarebbe stato costretto a rientrare in Egitto dove è stato fermato ed estradato negli Stati Uniti.

Dai file danneggiati emerge come l’uomo abbia compiuto per giorni ricerche su internet per capire chi controlla i confini dello Stato islamico, soprattutto tra Turchia e Siria, e su chi controlla la città di Kobane. Online avrebbe anche visionato più volte uno dei più noti video propagandistici dell’Isis, intitolato Flames of War, e filmati che mostrano l’esecuzione sommaria di prigionieri da parte dei jihadisti, con un colpo di pistola alla testa. Pugh è stato in servizio nell’Air Force dal 1986 al 1990. Ora sarà chiamato in giudizio davanti a una corte federale. Se sarà deciso il processo l’uomo rischia fino a 35 anni di carcere.

Commenti
Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 17/03/2015 - 21:42

Come volevasi dimostrare i mussulmani sono sempre inaffidabili. La colpa è nostra che li abbiamo fatti entrare.

istituto

Mar, 17/03/2015 - 22:31

Tairod Nathan Webster Pugh. E la Sicurezza Americana mette a lavorare come meccanico dell'Air Force una persona di chiare origini mediorientali dopo l'attentato dell' 11 settembre ? Ma cosa é uno scherzo ? É come mettere un topo a guardia del formaggio...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 17/03/2015 - 23:31

Se l'hanno beccato è a seguito della sorveglianza cui era sottoposto. Dopo la tragedia delle Twin Towers gli americani devono aver imparato la lezione.

blackbird

Mer, 18/03/2015 - 00:56

@ istituto:dall'articolo pare che il soggetto sia stato in servizio nell’Air Force dal 1986 al 1990, 11 anni prima dell'11 Settembre 2001.

Tuthankamon

Mer, 18/03/2015 - 14:31

Ognuno e' libero di convertirsi se crede e per noi e' naturale e "democratico". Purtroppo per gli islamici che si convertono ad altra religione la vita diventa ... impossibile, infatti il loro omicidio e' autorizzato. Purtroppo le persone occidentali di scarsa cultura che si fanno coinvolgere da questi assassini e si convertono, diventano degli ottimi "grimaldelli", perche' possono muoversi liberamente, andare, tornare, provocare i peggiori casini. Infine si pentono e trovano un giudice che li vuole redimere e un editore che gli fa guadagnare qualche soldo pubblicandogli un bel libro. Ho riassunto in due parole l'occidentale idiota e dabbene come molti di noi ... !

Tuthankamon

Mer, 18/03/2015 - 14:52

Non dimentichiamo che nei nostri aeroporti e in Europa e' pieno di personale immigrato proveniente da Paesi islamici che fa parte dello staff doganale (!!??) e carica i bagagli sugli aerei (!!!!????). Basta poco, se si ha la volonta', per ricattarli e fargli fare qualche sproposito.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 22/03/2015 - 14:26

@tuthankamon: e per rincarare la dose in Italia mettiamoci quelli idioti che non vanno a votare, il 30% dell'elettorato, credendo di fare lo sgambetto a quei politici che salgono ugualmente al soglio di Montecitorio, purtroppo da dimostrare con quali artifici, e restando loro stessi cornuti e mazziati. Ossequi.