L'America blocca i visti ai cubani e richiama i diplomatici

Il 60% del personale richiamato dall'isola di Cuba dopo gli "attacchi acustici"

Fa un salto verso l'alto la mezza crisi in atto tra Cuba e Stati Uniti, con Trump che ha scelto di bloccare il rilascio dei vista per gli isolani a tempo indeterminato e cancellato i viaggi di delegazioni ufficiali in programma. Una risposta a problemi sorti nei mesi scorsi, quando le notizie di "attacchi acustici" contro il personale diplomatico americano avevano cominciato a circolare.

Da Washington arriva ora l'invito ai cittadini a non raggiungere L'Avana, nel timore di attacchi alla salute dei viaggiatori, ma anche la decisione di ritirare il 60% dei diplomatici presenti nel Paese, in risposta alla situazione ancora non chiarita di "specifici attacchi" contro di loro. Solo il personale d'emergenza resterà sull'isola.

Ventuno i casi di problemi alle orecchie per gli statunitensi a Cuba, uno dei quali, particolarmente grave, ha portato alla perdita dell'udito in modo permanente, con le autorità locali che tuttavia negano ogni responsabilità, mentre il Fbi indaga sui fatti.

Commenti

umbertoleoni

Ven, 29/09/2017 - 18:12

orrore!!! Dagli all'untore! Obama ha aperto a Cuba ma Cuba non ha aperto a nessuno!!! Dittatura comunista era e dittatura comunista resta!! Di instaurare un minimo di democrazia, nemmeno se ne parla! Alla ditta f. lli castro & C (compagni) fanno gola i dollaroni americani... ma il sedere da sopra la poltrona, non intendono proprio schiodarlo. E Trump continua a formalizzare il suo programma elettorale facendo incazzare, buonisti, radical chic e pederasti... con il fondo schiena altrui..

Cheyenne

Ven, 29/09/2017 - 18:50

ha fatto bene. Cuba è un paese infernale come tutti quelli che hanno avuto la sventura di assaporare il socialismo reale

Guido_

Ven, 29/09/2017 - 19:23

Cioè la guerra sporca la possono fare solo gli Usa...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 29/09/2017 - 20:02

Diabolici comunisti, ma Trump non è B. Hussein Obama, i bombardieri stanno già scaldando i motori.

paolonardi

Ven, 29/09/2017 - 21:15

Finalmente qualcuno che manda a quel paese un regime comunista; l'ultimo fu un certo Reagan trattato, all'inizio dal socialistume come il grande Donald, ma che si rilevo' il piu' grande come sara' ricordato questo presidente verso i piccoli uomini che l'hanno preceduto.

alox

Sab, 30/09/2017 - 00:51

@Umbertoleoni, Cheyenne, perSilvio46, paolonardi... pienamente d'accordo! E non mi sorprenderebbe la complicita' dell'amico storico quello Russo, Putin in particolare ha nostalgia dell'URSS, e gli aiuti militari ed economici ai vari Maduro, Kim, Assad ossia i piu' spietati dittatori della terra sono ormai chiari ed evidenti.

fabiano199916

Sab, 30/09/2017 - 01:18

L'FBI indaga perché i diplomatici hanno problemi alle orecchie? E Trump chiude le sedi perché i diplomatici hanno problemi alle orecchie? Ma cos'è ? una barzelletta?

unz

Sab, 30/09/2017 - 01:30

Patetici

albyblack

Sab, 30/09/2017 - 03:06

..."i bombardieri stanno già scaldando i motori"... ahahah, vatti a fare una dormita, che è meglio. l'amministrazione Usa ha ben altri impegni, ben più pressanti, che pensare al socialismo in salsa cubana

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Sab, 30/09/2017 - 09:40

C'è chi fa e chi disfa.