"Colpisci Donald Trump!" Il videogame che spopola in Messico

È uscito Trumpeaolo, il videogioco che permette di colpire Donald Trump con bottiglie e cactus. L'idea è nata dopo le polemiche sulle dichiarazioni del magnate sul popolo messicano

Si chiama Trumpealo ed è uno dei videogiochi di maggior successo in questi giorni in Messico. Ottima come antistress, l'applicazione per smartphone creata da un gruppo di programmatori messicani, permette ai giocatori di colpire Donald Trump con lanci di scarpe, bottiglie, piante di cactus, palle da bowling e altro.

Per raccogliere punti è necessario tenere in scena il miliardario americano il più a lungo possibile, colpendolo con ogni oggetto possibile ed evitare che ottenga appoggio e consenso da parte del pubblico. Al contrario, se invece si clicca su donazioni o fiori per il magnate, si perde.

L'idea è venuta alla squadra di sviluppatori Karaokulta dopo le polemiche scoppiate durante un dibattito politico televisivo per conoscere i candidati repubblicani alle prossime elezioni presidenziali degli Stati Uniti, previste per l'anno prossimo.

In quell'occasione, il miliardario americano - che corre come candidato - aveva parlato dei messicani come un popolo di "stupratori e spacciatori di droga", scatenando l'ira non solo degli abitanti del Messico, ma anche dell'enorme comunità ispanica statunitense, importantissima per chiunque voglia occupare lo studio ovale della Casa Bianca.

Il creatore di Trumpealo ha spiegato che al momento il videogame è in versione beta, con un'interfaccia molto semplice ed una scarsa complessità grafica, per verificare il gradimento del pubblico messicano. Ma dopo l'enorme successo riscontrato non è detto che prossimamente non venga rilasciata una versione completa.