Las Vegas, il padre del killer finì nella lista dei più ricercati d'America

Benjamin Hoskins Paddock, padre del killer di Las Vegas, era un rapinatore di banche. Quando evase dal carcere, nel 1969, finì nella lista dei più ricercati d'America. Fu catturato nel 1978

Benjamin Hoskins Paddock

Dagli archivi dell'Fbi emerge che il padre del killer di Las Vegas era un rapinatore e il suo nome figurava nella lista dei criminali più ricercati degli Usa. Benjamin Hoskins Paddock, questo è il nome del genitore del killer Stephen Paddock, nel 1969 finì nella lista degli Fbi "Most Wanted" quando evase dalla prigione federale del Texas, dove stava scontando una pena di 20 anni.

Rimase nella lista per otto anni e quando l'agenzia federale aveva perso ogni speranza di trovarlo e l'aveva tolto dalla lista, venne catturato. L'arresto, nel 1978, avvenne fuori da
un sala di bingo dell'Oregon. L'agenzia segnalava che il ricercato era stato diagnosticato come "psicopatico" ed aveva possibili "tendenze suicide". Sarebbe stato lo stesso fratello dell'autore del massacro di Las Vegas a ricordare ai giornalisti la storia del padre rapinatore, secondo quanto ha riportato Nbc News.

Intanto emergono altri elementi del profilo di Paddock, che aveva iniziato a lavorare negli anni Ottanta alla Lockheed Martin come revisore dei conti, ma dopo tre anni aveva lasciato il lavoro per gestire dei complessi di appartamenti che possedeva insieme alla madre in diversi stati. Secondo i documenti del catasto del Nevada, la casa di Mesquite dove viveva con la compagna Marilou Danley valeva 400mila dollari.

Commenti

gianni59

Mar, 03/10/2017 - 01:44

nessun commento?---bianco amministratore di appartamenti....

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 03/10/2017 - 08:18

Forse anche lui era diversamente islamico?

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 03/10/2017 - 09:48

Invito tutti i lettori a cercare sui motori di ricerca : "ssri mass shootings" . Tutte le sparatoria sulla folla sono state originate da soggetti depressi in trattamento con SSRI. Ma pare che questo non interessi ai media mainstream !