Leader Isis in Afghanistan ucciso in un'operazione congiunta

Eliminato in un raid numero uno della fazione locale del sedicente Stato islamico

Il sito di un attentato nelal provincia di Nangarhar, in Afghanistan

Si chiama Hafiz Saeed Khan il leader del sedicente Stato islamico (Isis) ucciso oggi, in un'operazione congiunta messa a segno da forze afghane e americane. Un raid che ha eliminato il numero uno della fazione locale del gruppo jihadista,

"Posso confermare che il leader Daesh, Hafiz Saeed Khan, è stato ucciso", ha detto l'ambasciatore Zakhilwal alla televisione pakistana. Il leader è stato ucciso insieme a molti altri attivisti in un attacco degli Stati Uniti, il 26 luglio, con l'appoggio delle forze di terra afghane", ha dichiarato l'ambasciatore afghano in Pakistan, Omar Zakhilwal.

Ex dirigente del Tehrik-e-Taliban Pakistan (TTP), Saeed Khan aveva poi giurato fedeltà al sedicente Stato islamico, nel 2014. Come il gruppo di cui faceva parte, portava avanti una feroce campagna contro l'islam sciita.