Il "nemico" di Cameron vegetariano: "In fattoria vidi crudeltà sui maiali"

Corbyn si diede all'attivismo dopo avere lavorato in un allevamento. Le voci su Cameron hanno fatto tornare a galla il dettaglio biografico

Solo un dettaglio nella biografia di Jeremy Corbyn, ma una minuzia su cui la rete non poteva che scagliarsi, oggi che voci raccolte in una storia non autorizzata di David Cameron accusano il primo ministro britannico di avere, in gioventù, "messo una parte anatomica" nella testa di un maiale, la "prova di ammissione" al Piers Gaveston Dining Club di Oxford.

Voci sulla cui attendibilità è difficile decidere, ma che almeno online hanno fatto tornare a galla quella storia di gioventù del nuovo leader laburista Corbyn, che a vent'anni decise di lasciar perdere la carne, ma anche di darsi all'attivismo, dopo avere lavorato in una fattoria che allevava maiali.

Fu quella esperienza a far scegliere al politico di diventare vegetariano e di unirsi alla Lega contri gli sport crudeli. "Sviluppai un legame con i maiali", commentò in passato Corbyn. E le crudeltà a cui dovette assistere gli fecero "cambiare strada".

Commenti

killkoms

Lun, 21/09/2015 - 19:25

se i macelli avessero le parteti di vetro,forse saremmo tutti vegetariani,ma disgraziatamente il terreno coltivabile non basterebbe per tutta l'umanità