L'Egitto torna all'attacco: "Il caso Regeni sfruttato politicamente dall'Italia"

Gentiloni: "Non rinunciamo alla verità". Ma dal Cairo arriva un'altra doccia fredda

Il braccio di ferro è durissimo. Da una parte il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, a Hiroshima per la prima giornata del G7 degli Esteri, ribadisce che l'Italia pretende la verità sul brutale omicidio di Giulio Regeni. Ma dal Cairo arriva un pesantissimo schiaffo. In un intervento telefonico trasmesso oggi da una tv privata, il portavoce del ministero degli Esteri egiziano Ahmed Abou Zeid ha sostenuto che in Italia "alcuni dossier, come il caso Regeni, vengono sfruttati per questioni interne".

"Non c'è da parte nostra una rinuncia a chiedere che venga assicurata la verità, come è doveroso che sia - tuona Gentiloni - c'è la decisione, visto che il livello di collaborazione si è rivelato insufficiente, di prendere delle misure che diano questo segnale di insoddisfazione in modo proporzionato e senza scatenare guerre mondiali". Dopo il nulla di fatto delle indagini sulla morte di Regeni, l'ambasciatore in Egitto Maurizio Massari è stato richiamato in Italia. Nei prossimi giorni il governo Renzi valuterà altre misure da prendere. Per Gentiloni si tratta di "rispondere a esigenze che vengono non sono dalla famiglia Regeni, ma anche dal necessario rispetto per l'Italia e la nostra dignità". "Ho sentito parlare da parte del governo egiziano di politicizzazione della vicenda - ha detto ancora il ministro - è chiaro che la vicenda è sommamente politica, ma vorrei sottolineare il fatto che il governo ha fatto quello che aveva annunciato in Parlamento e, di fatto, prendendo atto delle decisioni della procura della Repubblica e dei nostri investigatori. Sarebbe stato curioso il contrario, visto che la procura del resto insiste, come è giusto insistere, e ha avanzato un'ulteriore richiesta di rogatoria".

Dall'Egitto, però, è arrivata l'ennesima doccia fredda. Il portavoce del governo ha accusato Matteo Renzi di essere "sotto grande pressione da parte dell'opposizione" e lo ha punzecchiato ricordandogli le dimissioni di Federica Guidi da ministro dello Sviluppo economico. "Si è dimessa sullo sfondo di accuse in un caso di corruzione - ha detto - in più ci sono appelli a ritirare la fiducia al governo italiano". "Il pericolo che avvertiamo - ha detto Abou Zeid - consiste nel tentativo di politicizzare questo dossier". Cosa che, ha detto ancora, "non è nell'interesse dell'inchiesta o delle relazioni di cooperazione tra l'Italia e l'Egitto" che "non si devono fermare a un rifiuto di una richiesta dell'Italia che in effetti è incostituzionale e contraria al principio della libertà personale". Il riferimento implicito è alla consegna dei tabulati delle utenze telefoniche agganciate alle celle del Cairo vicine ai luoghi di scomparsa di Regeni e del ritrovamento del corpo martoriato.

Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di vraie55

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Tuthankamon

Dom, 10/04/2016 - 22:09

Sinceramente non riesco a comprendere cosa stiano combinando Renzi e Gentiloni. Un atteggiamento del genere l'Italia non l'ha preso in casi ben più chiari di questo quindi non si comprende perchè lo faccia in questo caso e senza conoscere (presumo) adeguatamente i fatti! A pensare male ... non vorrei che che la vicenda fosse portata avanti in questo modo per distrarre l'opinione pubblica dai vari scandali e casini che attanagliano il governo!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 10/04/2016 - 22:17

Su questo argomento non mi sono mai VOLUTAMENTE pronunciare, pero mi domando, qual'è il paese dove un qualsiasi ANTAGONISTA o SIMILIA, puo andare a SOBILLARE gli abitanti di quel paese senza che gli succeda niente??? RISPOSTA!!! L'ITALIETTA COCOMERIOTA!!!lol lol Tutti gli altri paesi DEMOCRATICI e NON, cercano di impedirlo, come??? Alcuni con modi POCO DEMOCRATICI tipo gli USA, altri con modi PIU VIOLENTI come l'Egitto. Quindi concludendo un monito, ANTAGONISTI, state a casa vostra che potrete fare tutto quello che da altre parti NON VI LASCIEREBBERO MAI FARE!!! Se vedum.

fert64

Dom, 10/04/2016 - 22:31

occhio a chi inneggia al povero Regeni, in Egitto l'ISIS e gli integralisti musulmani sono in cerca di vendetta contro l'attuale governo e non esiteranno ad usare Regeni per i loro biechi interessi. tornare ad un Egitto mussulmano vuol dire aumentare il caos in Medio Oriente ed avere una Libia 2. Si parli di Regeni ma nel pieno rispetto di 2 stati sovrani.

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Dom, 10/04/2016 - 22:47

Obama ammette: "Il mio più grande errore? Non avevo un piano in Libia" **************************************************************** BERLUSCONI PIU' GRANDE DI OBAMA ,CAMERON E SARKOZY , ANCHE SE NON CI VUOLE MOLTO...(messi tutti e tre insieme!!!) ATTENZIONE PERO'...VISTO IL GOVERNICCHIO REGNANTE , COMMETTEREMMO NOI LO STESSO ERRORE IN EGITTO, PER IL CASO REGENI... VI INVITO, GOVERNO COMPRESO, A RIFLETTERE SULLE SAGGE CONSIDERAZIONI ESPRESSE DA MAGDI CRISTIANO ALLAM...

Ritratto di PESCE2016

PESCE2016

Lun, 11/04/2016 - 00:01

ABBIAMO PERSO ENI IN LIBIA, CON IL CASO REGENI VOGLIAMO PERDERE ENI IN EGITTO

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 11/04/2016 - 00:27

Regeni poteva essere quello che era,ma bisogna essere fermi in determinate situazioni, chi pensa che l'Italia debba sempre chinare il capo per questioni economiche sbaglia di grosso, un grande paese PER ESSERE AFFIDABILE non deve cedere sempre per questioni economiche, altrimenti si passa per "prostituti" ed inaffidabili anche in economia..e negli accordi di ogni genere, la serietà è un investimento a lungo termine, ma vi pare che uno stato che manda in malora tutto per questioni economiche possa apparire affidabile? e non pronto a fregare alla stessa maniera? i valori e i rapporti e i rispettivi diritti vanno difesi, punto. e poi scusate, ci si può fidare economicamente di paesi che passano da buoni rapporti a "sequestrarti" tuoi militari contro ogni regola internazionale o tortura e uccide un tuo connazionale(al netto dell'ideologia o del suo agire)???

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Lun, 11/04/2016 - 03:45

Vivo all'estero da tanti anni ed oltretutto in un paese dove la censura è altissima. Se fai il tuo lavoro, onestamente nessuno ente governativo ti tocca; se invece fai altro prima o poi ti beccano e te la fanno pagare. Concordo con Hernando45.

franco-a-trier-D

Lun, 11/04/2016 - 05:48

prendendo esempio dalla India ormai l'Egitto sa che la Italia è un paese di quaquaraquà e questi sono i risultati.

franco-a-trier-D

Lun, 11/04/2016 - 05:49

prendendo esempio dalla India ormai l'Egitto sa che la Italia è un paese di quaquaraquà e questi sono i risultati.Vorrei vedere se Regeni fosse stato un americano ,tedesco o inglese se succedeva questo.

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Lun, 11/04/2016 - 06:44

Lascia perplessi la presa di posizione dura nei confronti dell'Egitto e quella (morbida?)per i 2 marò in India.

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Lun, 11/04/2016 - 07:48

Decisamente due pesi e due misure, anche in tema di 'tempi'. Quando richiamiamo definitivamente il nostro ambasciatore dall'India.

Ritratto di marmolada

marmolada

Lun, 11/04/2016 - 07:49

l'hanno capito tutti, tranne gli italiani, che questo governo di mxxda usa questo caso per scopi politici!

rossini

Lun, 11/04/2016 - 08:06

Gli Egiziani hanno proprio ragione. Questo governo di nani e ballerine tenta di sfruttare politicamente il caso per ricavarne qualche spicciolo di consenso. E quel che è peggio è che gli italiani, imbecilli, abboccano. Gente che non si alza di fronte alla bandiera e non conosce neanche l'inno nazionale, si sente pervasa da un sacro patriottismo. E invoca a gran voce la rottura delle relazioni diplomatiche con l'Egitto con correlativa perdita di miliardi di euro di export e di concessioni petrolifere. Il tutto per una questione su cui proprio il Governo italiano dovrebbe dire una parola chiarificatrice. Che ci faceva Regeni in Egitto?

paco51

Lun, 11/04/2016 - 09:05

Premesso che il delitto è stato atroce ed orribile! Non riusciremo mai a conoscere la verità come in altri casi! Secondo me gli inglesi e/o i francesi non sono terzi all'accaduto! Il governo si caccia in un'azione che ci porterà solo danni economici e nessuna novità sull'omicidio! C'è anche la Magistratura Egiziana che si è espressa in merito alla vicenda nella sua piena autonomia e quindi che il ministro ci pensi bene ai danni che provoca al paese!

Gianni Barbero

Lun, 11/04/2016 - 09:10

La storia dei tabulati non convince. In città suppongo che per una cella possano esserci migliaia di registri. A questo punto bisogna sapere a chi corrispondono,e andare da ciascuno per vedere cosa faceva quel giorno a quell'ora nella zona. E chi lo fa? Mica va a finire che dalle nostre Procure colabrodo i dati finiscono agli oppositori egiziani che scatenano la caccia all'uomo?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 11/04/2016 - 09:11

EGREGIO GENTILONI la dignità di cui Lei tanto parla Le ricordo che l'ha persa in INDIA. L'unica colpa dei nostri due maro' è quella di non essere Kompagni. VADA BENE A NASCONDERSI CHE FA MIGLIOR FIGURA

orso bruno

Lun, 11/04/2016 - 09:31

hernando45. Parole sante !

paolo1944

Lun, 11/04/2016 - 10:46

Qualcuno fermi questi pazzi dei nostri governanti. Si stanno comportando con un grande ed importantissimo paese amico come farebbero in una faida a livello provinciale, per bassissimi motivi di convenienza e propaganda elettorale. Si muovono a livello diplomatico su base di teoremi preconfezionati dalla sinistra filo islamica, fanno dichiarazioni bellicose, assurde, mai fatte in 70 anni di dopoguerra. A CASA, dilettanti cialtroni, state compromettendo la nostra immagine ed i nostri interessi nazionali. Quando vedo Gentiloni e penso ai suoi trascorsi politici, e lo vedo a capo della diplomazia italiana mi sento male.

Albius50

Lun, 11/04/2016 - 11:02

Di tutta questa FARSA c'è qualcuno che ci guadagnerà in prima linea FRANCIA e INGHILTERRA il BUSINESS non guarda in faccia nessuno soprattutto una NULLITA' come l'ITALIA.

tonipier

Lun, 11/04/2016 - 11:38

"TUTTO E' POSSIBILE...POTREBBERO AVERE RAGIONE, IN ITALIA SUCCEDE DI TUTTO, siamo maestri nel deviare.

ex d.c.

Lun, 11/04/2016 - 11:59

Ha ragione l'Egitto

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 11/04/2016 - 12:03

Eh, eh! Gli egiziani saranno anche str.... ma non abelinati!