Una lettera al cianuro ​inviata alla Casa Bianca

Il Secret Service: "Nessuno è rimasto avvelenato"

Una lettera contente cianuro è arrivata alla Casa Bianca, ma nessuno è rimasto avvelenato. Lo ha confermato il Secret Service, che è responsabile della sicurezza del presidente americano Barack Obama, riferisce la Cnn. "Lunedì 16 marzo è arrivata una busta al centro di controllo della posta della Casa Bianca. I primi test biologici si sono rivelati negativi, tuttavia il test chimico effettuato il 17 marzo è apparso positivo per il cianuro. I campioni sono stati trasferiti ad un’altra struttura per confermare i risultati", ha detto il portavoce del Secret Service Brian Leary, aggiungendo che non verranno fatti altri commenti dato che è in corso un’indagine.

La vicenda è stata inizialmente rivelata dal sito The Intercept, secondo il quale nella busta c’era un sacchetto di plastica con una sostanza sconosciuta di aspetto simile al latte, identificata come cianuro. Secondo lo stesso sito, il mittente della busta è noto al Secret Service fin dal 1995. In passato questa persona ha anche inviato un pacchetto con feci e urina.