"Lettere di san Paolo sessiste. Non leggetele alle messe in tv"

La messa domenicale non deve essere più trasmessa perché le lettere di San Paolo sono sessiste, è quanto chiesto in Belgio dal ministro della cultura delle Fiandre Sven Gatz del partito liberale Open Vld

La messa domenicale non deve essere più trasmessa perché le lettere di San Paolo sono sessiste, è quanto chiesto in Belgio dal ministro della cultura delle Fiandre Sven Gatz del partito liberale Open Vld.

La messa in questione è quella trasmessa domenica scorsa dall’emittente televisiva fiamminga VRT. Al momento della lettura da parte del sacerdote di un passo delle Lettere agli Efesini scritte da San Paolo, il politico belga si è scagliato contro la celebrazione tanto da chiedere che la messa non venga più trasmessa sull’emittente televisiva pubblica belga.

“Nel timore di Cristo, siate sottomessi gli uni agli altri: le mogli lo siano ai loro mariti, come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, così come Cristo è capo della Chiesa, lui che è salvatore del corpo. E come la Chiesa è sottomessa a Cristo, così anche le mogli lo siano ai loro mariti in tutto”, citava il passo incriminato.

Sessista e inopportuno per il ministro belga che ha twittato: “Libertà religiosa: ok; libertà d’opinione: ok; ma nessuna frase retrograda e sessista contro le donne a spese dei contribuenti”. “Cosa si sarebbe detto se le stesse parole fossero state pronunciate da un imam?” ha poi aggiunto il politico.

Il parroco della chiesa di Grimbergen ha però risposto immediatamente alla polemica dicendosi sorpreso delle affermazioni del ministro della cultura fiammingo, come riportato da RTBF. “Il ministro si agita per un testo di una lettera di San Paolo letta la domenica scorsa nelle chiese di tutto il mondo. Il testo parla d’amore e del rispetto e stima reciproca tra marito e moglie,” ha aggiunto il sacerdote chiedendo che il testo non venga estrapolato dal suo contesto e strumentalizzato a fini politici.

La lettera di San Paolo infatti continua così: “E voi, mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la Chiesa e ha dato sé stesso per lei, per renderla santa, purificandola con il lavacro dell’acqua mediante la parola. (…) Così anche i mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo: chi ama la propria moglie, ama sé stesso”.

Ora, dopo che in Belgio le chiese sono diventate discoteche, parcheggi o mercati ortofrutticoli, i casi di eutanasia legale aumentano smisuratamente ogni anno e sono permessi anche per i minori, anche la trasmissione della tradizionale messa domenicale si vede minacciata.

Tutto questo nella nazione dove Bruxelles è considerata la capitale di quell’Unione europea che ha voluto rifiutare le proprie radici cristiane e dove il partito islamico belga chiede l'introduzione della sharia.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 05/09/2018 - 09:07

Ora vogliono fare i novelli profeti. Volete screditare le parole di un santo? Per i vosrti fini politici? Mamma mia come vi siete ridotti. per forza di cose la gente non vi segue più. Siete inattendibili e pericolosi, alla stregua dei comunisti, di cui ricalcate i pensieri, a mio avviso marci.

Aegnor

Mer, 05/09/2018 - 09:10

Ha ragione, devono leggere il kkkorano che non è per niente sessista,anzi

dagoleo

Mer, 05/09/2018 - 09:18

Il Belgio ormai è ridotto ad una fogna a cielo aperto. Bruxelles capitale d'Europa? Forse meriterebbero ben più di esserlo Magenta, Casalpusterlengo o Brovello Carpugnino (NO).

routier

Mer, 05/09/2018 - 09:25

Si meritano che il partito islamico vinca le elezioni cosi avremo il destro per buttar fuori dall'UE questo insignificante Paese.

honhil

Mer, 05/09/2018 - 09:32

L’Europa, come Erisittone, è già da tempo che ha cominciato a mangiare se stessa. Solo i malandrini della politica e del sistema eurocratico, la possono difendere.

Ritratto di mailaico

mailaico

Mer, 05/09/2018 - 09:44

maledette donne!

SeverinoCicerchia

Mer, 05/09/2018 - 10:00

ecco , però in giro girano donne intabarrate in piena estate, questo non è sessista e lì mica puoi cambiar canale quando sei per la strada ma trovarsi un lavoro, sti politici, no?

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 05/09/2018 - 10:09

La mamma dei trinariciuti è sempre incinta.

Ritratto di orfanodiGuareschi

orfanodiGuareschi

Mer, 05/09/2018 - 10:12

Notizie come questa presentano sempre una doppia chiave di lettura. Se si guarda il bicchiere mezzo vuoto, si conclude tristemente che questa fragile Europa, che neppure riesce a vedere nel Cristianesimo una fonte di Valori comuni, è seriamente a rischio estinzione. Guardando, con un pizzico di ironia, il bicchiere mezzo pieno, si arriva alla conclusione che l'insulsaggine di certi politici non è una prerogativa soltanto italiana. Ben magra consolazione.

Ritratto di woman

woman

Mer, 05/09/2018 - 10:14

Il ministro ha ragione: san Paolo era quello che prescriveva il velo per le donne, in segno di sottomissione.Molti cattolici simpatizzano per l'islam, perché lo ritengono affine al cristianesimo.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 05/09/2018 - 11:02

"Tutto questo nella nazione dove Bruxelles è considerata la capitale di quell’Unione europea che ha voluto rifiutare le proprie radici cristiane e dove il partito islamico belga chiede l'introduzione della sharia."....Che naturalmente,delle mogli(e di altro),ha tutt'altro concetto!...Oh!

Franz Canadese

Mer, 05/09/2018 - 11:05

Quanto chiesto dal Sig. Gatz e' solo l'inizio. In fondo si sa che le donne sono la causa scatenante di ogni male, e' stata Eva a tentare Adamo con la mela. Gatz & friends: confusi e patetici.

vernunftigo

Mer, 05/09/2018 - 12:03

Per piacere, ragioniamo. Quante volte abbiamo sentito ripetere in chiesa queste parole e alla fine il prete diceva: “Parola di Dio”. Come possono essere parola di Dio (onnipotente, onnipresente, onnisciente) frasi così intrise dei pregiudizi del tempo? Rispettare il sentimento religioso è giusto ma non rinunciamo a ragionare e non insistiamo nel difendere l’assurdo.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 05/09/2018 - 12:11

'... E voi mogli siate sottomesse ai mariti e voi mariti amate le mogli come voi stessi' sono concetti che mettono in pratica il comandamento maschile di non desiderare la donna d'altri e quello femminile di non commettere adulterio, che significa (ad ultras) di non andare oltre al proprio uomo, ovvero di starsene belle sottomesse.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 05/09/2018 - 12:17

Sven Gatz ha delirio di onnipotenza, perché vuole sostituirsi al Padreterno. Certo che con una nullità di papa come Bergoglio, che è tutto "pappa e ciccia" con la Bonino, la Boldrini e l'emerito macellaio Galantino, hanno gioco facile anche i matti.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mer, 05/09/2018 - 12:24

Ma davvero? Che vadano al diavolo questi intellettualoidi, da oggi le leggo tutte e lo faccio proprio apposta!

Calmapiatta

Mer, 05/09/2018 - 12:40

Sono state scritte 2000 anni fa, che si aspettava?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 05/09/2018 - 17:28

Caro Calmapiatta, i figli si fanno come 2000 anni fa.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 05/09/2018 - 17:31

Sven Gatz deve aver ricevuto in regalo dei petroldollari maomettani per voler sostituire il Cristianesimo.