Libertà religiosa nel Tennessee per i terapisti che non vogliono curare pazienti lgbt

Una legge firmata dal governatore repubblicano Bill Haslam

Nello Stato del Tennessee, negli Stati Uniti, adesso i terapisti e gli psicologi hanno la possibilità di rifiutarsi di curare i pazienti omosessuali e transessuali, appellandosi a una clausola di coscienza religiosa, prevista da una nuova legge.

Il provvedimento è stato firmato dal governatore repubblicano Bill Haslam e prevede un'immunità di fronte alla legge per coloro che "sulla base di solide convinzioni religiose" si rifiuteranno di dare il loro supporto medico ai pazienti a seconda dell'orientamento sessuale e dell'identità di genere di questi ultimi.

Haslam ha dichiarato che la legge si è resa necessaria perché lui stesso crede che gli operatori professionali del settore debbano essere liberi di negare l'assistenza medica, se questa va contro le loro convinzioni religiose.

Il governatore del Tennessee è solo l'ultimo di una serie di suoi colleghi che nel 2016 hanno firmato provvedimenti anti-LGBT.

In Kansas, Sam Brownback ha dato la possibilità alle organizzazioni religiose che gestiscono istituti educativi successi alle scuole secondarie di rifiutare studenti omosessuali e transessuali. Nel Nord Carolina, Pat McCrory ha proibito alle persone transessuali di usare i bagni pubblici in base alla loro identità di genere, mentre nel Mississipi Phil Bryant ha firmato una legge che dà libertà religiosa alle persone e alle aziende di rifiutare clienti LGBT.

Commenti

ORCHIDEABLU

Gio, 28/04/2016 - 11:37

LIBERTA' DI SCELTA PER TUTTI.

killkoms

Gio, 28/04/2016 - 17:27

da noi vorrebbero proibire l'obiezione di coscienza ai medici contrari all'aborto!