Libia, quattro italiani rapiti

Si tratta di dipendenti della Bonatti: il rapimento a Mellitah. Gentiloni: "Difficile capire"

Quattro italiani sono stati rapiti in Libia nei pressi del compound dell’Eni nella zona di Mellitah: lo rende noto la Farnesina. Si tratta di dipendenti della società di costruzioni Bonatti. L’Unità di crisi del ministero degli Esteri si è immediatamente attivata per seguire il caso ed è in contatto costante con le famiglie dei connazionali e con la ditta Bonatti.

Come noto in seguito alla chiusura dell’ambasciata d’Italia in Libia il 15 febbraio, la Farnesina aveva segnalato la situazione di estrema difficoltà del Paese invitando tutti i connazionali a lasciare la Libia. Secondo l’agenzia di stampa libica al Tadhamoun, i quattro italiani erano da poco rientrati in Libia dalla Tunisia e sono stati rapiti domenica sera a Sebrata. Fonti interne all’impianto di gas e petrolio di Mellitah aggiungono che le forze di sicurezza locali non sono a conoscenza nè dell’identità dei rapitori, nè del luogo dove sono state condotte le persone sequestrate. Per il ministro degli esteri Paolo Gentiloni è al momento difficile fare ipotesi sugli autori del rapimento di quattro italiani in Libia. Gentiloni lo ha detto a margine di una riunione dei ministri degli Esteri dell’Ue oggi a Bruxelles, precisando che l’Unità di crisi della Farnesina sta lavorando con urgenza. Gli italiani sarebbero stati sequestrati da elementi vicini al cosiddetto "Jeish al Qabail" (L’esercito delle Tribù), le milizie tribali della zona ostili a quelle di "Alba della Libia" (Fajr) di Tripoli. Lo riferisce l’inviato dell’emittente televisiva "al Jazeera" che cita fonti militari di Tripoli. I quattro italiani sono stati rapiti in una zona che fino a poco tempo fa era teatro di scontri e che solo di recente si è calmata dopo la tregua sottoscritta dalle milizie tribali e da quelle di Alba della Libia. Intanto la procura di Roma ha avviato un'indagine su quanto accaduto. Saranno i Ros a fare i primi accertamenti sul rapimento. Intanto emergerebbe anche un'altra ipotesi, ovvero che i rapiti possano essere finiti nelle mani di banditi comuni, “carrettieri” secondo le informazioni disponibili. Il rischio è che possano essere ceduti a gruppi jihadisti più pericolosi.

Commenti
Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Lun, 20/07/2015 - 09:59

Altri milioni da pagare per l'imprudenza delle nostre imprese.

epesce098

Lun, 20/07/2015 - 10:03

E, chi non segue questo prezioso consiglio, si accolla tutte le sue responsabilità.

LiberoDiPensare

Lun, 20/07/2015 - 10:27

E adesso ci toccherà pagare il riscatto... che andassero a lavorare al loro paese. Ora paghi la famiglia o l'azienda, tutti questi soldi non possono essere sempre i nostri

Marzio00

Lun, 20/07/2015 - 10:29

Sarò cinico ma adesso sarà giusto pagare il riscatto e chi pagherà?

tormalinaner

Lun, 20/07/2015 - 10:31

Se eravamo americani era già in volo una task force per liberarli con la Pinocchietto Pinotti forse riusciremo a mandargli il panettone a Natale.

vince50_19

Lun, 20/07/2015 - 10:34

Tanto si sa chi sono i fessi che pagheranno, mentre certe imprese continuano a pensare di vivere in una terra, quella libica, di "pacifisti"..

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 20/07/2015 - 10:38

Questi non sono giornalisti freelance più o meno svaporati, missionari del dialogo interreligioso, medici ansiosi di salvare vite umane, nè, tantomeno, turisti innamorati del paesaggio nordafricano. Sono biechi stipendiati interessati, solo, a portare a casa la "pagnotta" a fine mese. Caxxi loro, dunque! Di che ci stiamo preoccupando?

magnum357

Lun, 20/07/2015 - 10:43

Cxxxxxxe renxie !!! Lui aspetta l'ONU per la Libia !!!!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 20/07/2015 - 10:57

Purtroppo con questi governanti siamo presi per i fondelli e ridicolizzati da tutto il mondo. viva benito

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 20/07/2015 - 11:04

Nessuno pagherà niente, sono solo lavoratori, mica la loro vita vale quanto quella delle vispe terese fiancheggiatrici dei terroristi.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Lun, 20/07/2015 - 11:07

I libici: "Forse un messaggio all'Italia" .... a pagamento!

scarface

Lun, 20/07/2015 - 11:21

Per Gentiloni è sempre difficile fare ipotesi, anche in merito a quello che ha mangiato questa mattina. Potrebbe chiedere al nostro raoul che di solito conosce sempre la verità.

linoalo1

Lun, 20/07/2015 - 11:23

E questa,non è altro che un'altra conseguenza dell'operato di Napolitano!!!!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 20/07/2015 - 11:24

Caro gentiloni, a proposito del tuo invito ai nostri connazionali a laciare la Libia,(compitino fatto),guarda che questi non sono turisti che perdono la caparra dell'albergo,questi son signori tecnici che lavorano su impianti da miliardi di €,investimenti italiani fatti per le nostre forniture energetiche.Garantirgli più sicurezza sul posto? NO È !!!! meglio e più semplice dire di venire via da la per la propria sicurezza ed il compitino è stato eseguito correttamente mettendoti al riparo da critiche che alla fine dei conti è quello che ti interessa veramente.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 20/07/2015 - 11:29

Euterpe @ mi hai tolto le parole,perfettamente d'accordo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 20/07/2015 - 11:30

Forza, mandateci il conto! Accettate carte di credito o bancomat? Tanto è solo una questione di soldi e noi PAGHIAMO, anche se il ministero aveva SCONSIGLIATO ai nostri concittadini di andare in quel paese. Ma chissenefrega! Loro vanno tranquilli, tanto noi, coglionazzi, paghiamo sempre.

opinione-critica

Lun, 20/07/2015 - 11:33

Quel cxxxxxxe di Gentiloni aveva detto che non era sicuro che volevano colpire l'Italia e che volevano sola mandare un messaggio. Adesso dirà che hanno scambiati i 4 italiani per americani, colpa degli italiani perché parlavano inglese. Gentiloni prepara milioni di euro da pagare, oppure, se sei con un minimo di dignità prepara bombe per milioni di euro al posto del riscatto e sganciale dove si deve. Ma sei un pecorone comunista fiancheggiatore....

Nonlisopporto

Lun, 20/07/2015 - 11:34

altro che riscatto: filmato, testa e zac

giovauriem

Lun, 20/07/2015 - 11:45

per che non li scambiamo con 4/5 mila libici che abbiamo in italia ? certo è dura rimandare in dietro tutte queste risorse , ma ce ne faremo una ragione .

mariolino50

Lun, 20/07/2015 - 11:52

Memphis35Spero che abbia scritto con intento ironico, altrimenti è veramente uno sxxxxxo, questi non erano vispe terese, erano li a lavorare per noi, o credete che il petrolio venga dallo spirito santo, viene rapita gente di tutte le nazionalità, e quando i tamarri americani hanno provato a fare il blitz, hanno ammazzato i loro e anche i nostri. Conosco gente che ha lavorato in Libia sotto Gheddafi, e stavano bene, loro e anche i libici, con quasi tutto gratis, questi sono i frutti anche del NOSTRO intervento.

gcf48

Lun, 20/07/2015 - 11:55

ma cosa dite? laggiu' c'è il gas che scalda le vostre casette. Piuttosto sarebbe giusto mandare i militari che sonnecchiano in libano (credo 3.500 ) a presidiare e difendere le postazioni eni in libia.

eloi

Lun, 20/07/2015 - 12:17

Smettiamo di dire chi pagherà. la vita umana ha un enorme valore.Erano, però dico sono in Libia per lavorare e portare in alto la tecnologia italiana, Non si chiamano Maria Giulia

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Lun, 20/07/2015 - 12:20

Chi, a vario titolo, si reca in certe parti dl mondo lo fa conoscendone la pericolosità ed andrebbero rese obbligatoria la stipula d'assicurazioni appropriate (io lo faccio anche se viaggio solo in Europa); non ritengo ammissibile che sia tutta la collettività a mettere mano al portafoglio - Se i lavoratori hanno certe tipologie di salari, ben differenti dai loro omologhi che si trovano sul territorio nazionale, ci sarà bene 1 motivo - @ Euterpe @ gianniverde; vorrei ammentarvi 1 nome ed 1 data: Fabrizio Quattrocchi Iraq 14.04.'04 (guardia di sicurezza) e le sue ultime parole: "Adesso vi faccio vedere come muore un italiano"

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 20/07/2015 - 13:11

Tranquilli!! Ci pensa Alfano....

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 20/07/2015 - 14:09

Altri venti milioni tolti dalle nostre tasche.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 20/07/2015 - 14:13

#mariolino50- 11:52 E certo che l'intento era ironico!!! Non vorrai, per caso, accomunarmi a qualche balanocefalo che, peraltro, su questo forum non manca mai?

forbot

Lun, 20/07/2015 - 14:21

Invece, il mio primo pensiero di " ringraziamento " l'ho rivolto agli ARTEFICI che hanno dato inizio all'innesco di questa ulteriore miccia. Grazie, grazie molto, da parte di noi tutti italiani e in special modo dalle famiglie di queste persone rapite.-

Ritratto di Scassa

Scassa

Lun, 20/07/2015 - 14:29

scassa lunedì 20 luglio 2015 Tranquilli,i rapiti sono solo quattro sporchi lavoratori italioti,e nessuno pagherà un cent ,scherziamo ? Non sono ne MARO',ne giornalisti,ne mediatori interculturali,ne curiosi rischia tutto ne vergini da esportazione ,quindi non vi agitate ,i soldi (giustamente nel caso attuale ) li sborseranno ,con molte parole ma con molta calma ,ma non da tutte le tasche . Li prenderanno dalle tasche di identico colore ,e ci vuole tempo per stabilirlo . Fa più figo salvare le balene spiaggiate,che quattro sardine ...pesce azzurro !!!!!!!scassa.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Lun, 20/07/2015 - 14:31

Questi sono tecnici andati a lavorare mica troiette in cerca di fortuna sarà dura per loro, temo.

elgar

Lun, 20/07/2015 - 14:40

L'Isis, a ben guardare, è forte a livello mediatico solo con gli ostaggi. Dei quali ha costantemente bisogno. E la Farnesina, così attenta a sconsigliare partenze verso certi paesi, non dice nulla a certe imprese. Anche se son lì per lavoro, e questo gli fa onore, un po' di prudenza e di buonsenso non guasterebbe anche da parte di certi impresari. Altrimenti non è difficile prevedere una minaccia di sgozzamento per questi dipendenti, salvo rilascio previo riscatto, tramite governo italiano che, ovviamente, sarà negato di fronte ai media. E' normale... come da copione.

Ritratto di Patriota.

Patriota.

Lun, 20/07/2015 - 14:51

Ma non capisco una cosa. Non criticherò i quattro rapiti, perché stavano lavorando e quel luogo era il loro posto lavoro, ma le decisioni dello Stato dopo l'attentato all'Ambasciata Italiana. Perché non hanno inviato neanche un misero battaglione militare per tener sotto controllo le zone dove operano tutt'ora gli italini? Non è un'invasione militare dato la poca quantità di personale straniero sul suolo libano! Avrei pure accettato che avessero operato con l'esercito libano! Ma invece no! Siamo consapevoli che se avessere fatto un'operazione simile probabilmente i quattro padri di famiglia erano ancora sani e salvi?

mezzalunapiena

Lun, 20/07/2015 - 15:21

certo che avere la fortuna di potere contare su un ministro degli esteri come gentiloni i parenti dei rapiti possono dormire sonni tranquilli il caso marò insegna.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 15:36

SIETE VERAMENTE FUORI DI TESTA! Ma lo sapete cosa stanna a fare quei 4 in Libia? Stanno a fare manutenzione INDISPENSABILE a un impianto che permette di pompare il gas in Italia. Quel gas con cui cucinate e con cui riscaldate l'acqua per lavarvi le chiappe sporche che vi ritrovate (quando raramente lo fate). Ora se c'è da pagare un riscatto non vi sta bene. Ma quando c'è da pagare per mandare soldati (a uccidere e farsi uccidere) gongolate. Eppure questi 4 lavoratori stavano facendo cosa più eroica, più patriottica e molto più utile di qualsiasi battaglione della Folgore (con o senza beretto amaranto). E smettetela di fare gli sciacalli!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 15:37

Eppure basterebbe cliccare su "video correlati" a "Libia, l'impianto di Mellitah" presente SU QUESTA SZESSA PAGINA per capire di cosa si tratta.

Ritratto di Vizegraf

Vizegraf

Lun, 20/07/2015 - 16:07

@Patriota: guardi che non è questione di numeri più o meno esigui, purtroppo in mancanza di un Mandato (ONU) anche l'invio di un solo carabiniere sarebbe considerato atto di guerra. Vg.

renato68

Lun, 20/07/2015 - 16:27

Ho sentito che la Procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla vicenda. Manderanno la G d F o i Carabinieri con le pettorine in Libia ad indagare? Siamo al ridicolo.

Ritratto di Vizegraf

Vizegraf

Lun, 20/07/2015 - 16:27

@Omar El Mukhtar: per una volta, ma solo per quanto attiene al lavoro dei tecnici/operai in questione, sono d'acccordo con Lei. Per il resto avrebbe fatto bene ad astenersi. Le ricordo inoltre che il bidet non lo hanno inventato i Suoi soci. Vg.

zingozongo

Lun, 20/07/2015 - 16:35

l esportazione di democrazia in LIbia ad inizitiativa di sarkozy non sembra abbia prodotti frutti stabilizzatrici, anzi oramai e' una guerra per bande.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 17:11

Io il bidet non lo faccio mai. Sempre la doccia completa. E comunque il bidet non l'hanno inventato nemmeno i "padani". Che quando la canaglia piemontese invase il glorioso Regno delle due Sicilie telegrafarono a Torino che avevano trovato dei cessi a forma di chitarra! E poi lo sanno tutti che i padani non si lavano e fanno uso smodato di deodorante!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 17:13

zingozongo: però a te il petrolio e il gas da quella zona destabilizzata interessa e lo vuoi. E allora, se del caso, paga per far liberare quegli operai che, eroicamente, stavano lavorando per fartelo arrivare. Mica sono delle imbelli partite iva!

swartzw

Lun, 20/07/2015 - 17:58

E ora chi paga....??? ma erano assicurati??? altrimenti arrangiarsi...

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/07/2015 - 18:39

swartzw: un altro che parla tanto per dare aria ai denti! Ma l'articolo e i video connessi lo hai letto e li hai visti?

gcf48

Lun, 20/07/2015 - 19:10

ma che cavolo andate dicendo. Laggiu' ci sono importantissimi impianti che mandano il gas in italia. pur essendo del nord sono parzialmente d'accordo con omar. Parzialmente perchè i baschi amaranto li manderei a presidiare e difendere i nostri impianti e chi ci lavora con sacrificio. Ma che li regaliamo all'isis? che governo di m...a

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 20/07/2015 - 19:17

gentiloni e i suoi complici si stanno preparando la scusa buona per pagare il riscatto. Se finanziassero l'isis, potrebbero essere censurati dalla ue e criticati dai cittadini, mentre se pagano dei delinquenti comuni... allora va bene! A parte il fatto che non ammetteranno mai di aver pagato, ma salterà fuori sicuramente una "brillante operazione di intelligence".

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 20/07/2015 - 19:44

e noi abbiamo sequestrato 200mila profughi, li teniamo in albergo 5 stelle. Facciamo scambio?

Giovanmario

Lun, 20/07/2015 - 22:58

Gentiloni: "Difficile capire".. in effetti quella che gli è sempre mancata è una brillante.. intelligenza!

linoalo1

Mar, 21/07/2015 - 08:25

Mi fa piangere,sentire Gentiloni che dice:difficile capire!!Caro Ministro dell'Armata Brancaleone,tutto il Mondo,lo sa!!!!Se avete bisogno di soldi,rapite degli Italiani e chiedete un riscatto,perchè,il Riscatto,verrà puntualmente pagato!!

tagiura

Mar, 21/07/2015 - 12:19

E' la prima volta che son d'accordo con Omar El Muktar. Quelle persone rapite erano tecnici specializzati, in Libia per la manutenzione impianti, cioe' per continuare a farci avere il gas. Quanti sproloqui...