L'infanta Cristina è nei guai: rinviata a giudizio per frode

È la prima volta che un membro della famiglia reale spagnola viene messo alla sbarra

Il caso Noos si abbatte sulla corona di Spagna. Adesso l'infanta Cristina rischia guai seri. La sorella del re Felipe VI è stata, infatti, rinviata a giudizio per frode fiscaleÈ la prima volta che un membro della famiglia reale spagnola viene messo alla sbarra.

Secondo il giudice Josè Castro, il ruolo di "donna" Cristina è stato decisivo nella frode del marito che è accusato di aver drenato 337.138 euro di fondi pubblici dalle amministrazioni delle Baleari e di Valencia attraverso la gestione della società Aizoon. Le accuse per i principali imputati sono di "malversazione, prevaricazione, frode nei confronti dell’amministrazione, falso in documenti, reati fiscali e riciclaggio". Il pubblico ministero si era opposto all'imputazione di Cristina e aveva chiesto diciassette anni di carcere per il marito e quindici per il suo socio nella fondazione Noos, Diego Torres.