L'invettiva del comboniano: "Ora basta, Regeni se l'è cercata"

Le parole sconfessate dal parroco. "E allora quanti sono morti in misione?"

Un momento del sit-in davanti all'ambasciata egiziana per chiedere la verità sulla morte di Giulio Regeni

Dice che "Giulio Regeni se l'è cercata", ribadisce che i media non dovrebbero parlare di lui "uno solo, che è andato a fare il furbo e sapeva benissimo dove si stava andando a infilare, mentre ogni giorno muoiono migliaia di poveri".

Ha scatenato il caos la testimonianza missionaria del comboniano padre Piero Ferrari, invitato dalla Diocesi a parlare durante la messa delle 18.30 a San Bartolomeo al Mare, sulla Riviera Ligure.

Parole, quelle contro il ricercatore italiano, torturato e ucciso dopo essere stato fatto sparire in Egitto, che hanno indignato prima i fedeli e poi la parrocchia, che ha sottolineato di non avere scelto di invitare il comboniano.

"Ci sono guerre dimenticate e invece si parla tanto di Regeni", dice il padre comboniano dal parallelismo, sostenendo di non essere l'unico missionario con il dente avvelenato. E non ci sta il parroco don Renato Elena, che all'indomani dell'invettiva di padre Ferrari, secondo cui "certo, gli egiziani avranno esagerato, ma ce le tiriamo addosso le bastonate", replica dicendo se lo stesso si dovrebbe pensare di quanto sono rimasti uccisi in missione.

Intanto in Egitto l'attenzione si concentra sulla sorte di Ibrahim Metwaly, uno dei legali che con la Commission for Rights and Freedom assiste la famiglia di Regeni nella ricerca della verità. Atteso a Ginevra per parlare di diritti umani, è sparito dopo essere stato visto l'ultima volta in aeroporto.

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/09/2017 - 11:06

Che dire...qualora Padre Ferrari dovesse malauguratamente cadere per mano dell'Isis nell'ambito di una missione pastorale la risposta sarà scontata: "se l'è cercata".

istituto

Mar, 12/09/2017 - 11:08

Che il governo SINISTROIDE cercasse la VERITÀ in Inghilterra dove i suoi datori di lavoro che lavorano nel torbido non hanno battuto ciglio,e sono rimasti tutto questo TEMPO in SILENZIO dopo che un loro inviato è stato ammazzato. Ed inoltre , come ha dimostrato in diversi articoli il giornalista Maurizio Blondet, gli Enti di Ricerca e Dottorato che ha frequentato Regeni, sono notoriamente centri di formazione di agenti operativi inglesi per missioni di spionaggio all'estero. Non puzza il SILENZIO INGLESE dopo tutto quello che hanno speso in tempo,formazione e soldi per addestrare Regeni, vero ? Un rappresentante politico inglese ad un rappresentante italiano della delegazione italiana che è andata a Londra per cercare informazioni e soprattutto la VERITÀ, ha risposto al nostro politico che neanche a loro politici inglesi il loro Governo dava alcuna risposta sul caso Regeni. Guarda un po' che strano...

Aleramo

Mar, 12/09/2017 - 11:12

Paragonare i missionari morti a Giulio Regeni è sacrilego. I missionari hanno uno scopo chiarissimo ed uno spirito di abnegazione evidente. Regeni ancora non si è capito cosa facesse e per conto di chi.

emigratoinfelix

Mar, 12/09/2017 - 11:29

credo che dreamer abbia perduto una preziosa occasione per tacere.Il parallelismo da lui citato e' insostenibile,a mio avviso.Ma tornando al caso Regeni,faccio notare che MAI i governi italiani han mobilitato una campagna politica,investigativa,diplomatica e mediatica di cosi' esasperato livello per nessuno dei nostri compatrioti vittime di violenza all'estero.Ci sara' pure un perche',credo.E le indagini non hanno voluto,saputo o potuto far luce sul versante e sulle responsabilita' inglesi.Altra cosa inspiegabile e sospetta.

Libertà75

Mar, 12/09/2017 - 11:32

Allora se fosse vero che è stato addestrato come spia britannica, quali interessi potrebbe avere la GB in Egitto? Che sia mai il petrolio? E non è che il suo studio fosse finalizzato a spostare commesse petrolifere in favore degli inglesi? Ma chi ha ora le commesse in Egitto? Forse l'Italia? Sarà per questo che avevano mandato un italiano di una famiglia di sinistra? A pensare male si fa peccato...

Giorgio Colomba

Mar, 12/09/2017 - 11:34

Con tutto il rispetto per il povero Regeni, padre Ferrari è come il bambino che squarcia il velo dell'ipocrisia gridando che il re è nudo.

Zizzigo

Mar, 12/09/2017 - 11:36

Mi spiace, la storia è celata perché è sporca, non ci sarà alcuna risposta, ma la si sta inutilmente facendo diventare così pesante e prolissa che devo essere d'accordo con Padre Piero Ferrari.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 12/09/2017 - 11:43

Roba da non credere, un prete intelligente, che spiattella in faccia a tutti la verità scomoda, quella che non si può dire. Che faceva veramente Regeni nella dittatura egiziana?

jeanlage

Mar, 12/09/2017 - 11:46

Finalmente si legge una voce di saggezza sulla squallida vicenda del professorino. Volevano la verità? Padre Ferrari gliela ha detta.

Ritratto di bet_65

bet_65

Mar, 12/09/2017 - 11:52

Giustissimo quel che ha scritto Padre Piero Ferrari ha espresso quel che penso ogni volta che c'è un articolo su Regeni, se si fosse fatto i cavolacci suoi nulla gli sarebbe successo

Bruno Pamfili

Mar, 12/09/2017 - 12:14

Concordo pienamenete con il padre comboniano.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mar, 12/09/2017 - 12:15

Finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di dire che il re è nudo!

steacanessa

Mar, 12/09/2017 - 12:15

Da quando non è più possibile esprimere un'opinione non politicamente corretta?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/09/2017 - 12:15

emigratoinfelix: dovresti però spiegare in cosa consiste la presunta insostenibilità.

blackwater

Mar, 12/09/2017 - 12:16

in parte è vero; in ogni caso questo Regeni apparteneva "spiritualmente" a quella sinistra che sul web prendeva in giro i nostri Marò o li chiamava direttamente assassini,ignorando che un Paese che non è in grado di gestire un caso Marò apre il fianco a cento altri Regeni.Tutto qui.

framarz

Mar, 12/09/2017 - 12:27

Lo sfortunato Regeni è rimasto vittima in un affare molto pericoloso. Tuttavia, ogni anno muoiono decine di italiani all'estero in circostanze poco chiare; solo in questo caso, però, si è arrivati addirittura ad interrompere le relazioni diplomatiche (chiusura dell'ambasciata in Egitto) e commerciali, con danni di miliardi per la nostra economia. Perché questa differenza di trattamento?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/09/2017 - 12:29

@Dreamer66 - non parlare di carcerati italiani dell'Isis. Voi avete speso pure 12 milioni di € per riprendere due invasate che volevano combattere con loro. Probabilmente d'accordo? non toccare tasti falsi.

Tarantasio

Mar, 12/09/2017 - 12:30

senza entrare nel merito faccio notare che il regeni è diventato l'icona di punta di Amnesty International

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/09/2017 - 12:32

Regeni era una spia dei servizi segreti inglesi. Probabilmente a sua stessa insaputa. Questi fanatici di sinistra sono di regola incapaci di vedere la realtà... sono ossessionati dalla loro ideologia

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/09/2017 - 12:33

che l'università inglese stia nascondendo qualcosa è ormai indubitabile.

emigratoinfelix

Mar, 12/09/2017 - 12:38

lo spiego,dreamer:un missionario puo' come tante volte purtroppo e' accaduto,restare vittima del suo ministero d'amore,di carita',di evangelizzazione;questo fa di lui un MARTIRE della Chiesa.Il povero Regeni e' morto per via di oscuri giochi politici dei quali magari era anche all'oscuro,in tutto o in parte.O forse sapeva benissimo,noi non lo sapremo mai.Di certo non era in Egitto per carita' o fede.

schiacciarayban

Mar, 12/09/2017 - 12:48

Su questa faccenda di Regeni ci devono essere un sacco di cose nascoste e delicate, altrimenti non si spiega tutto questo clamore intorno ad uno dei tanti (ahimè) Italiani che muoiono all'estero.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 12/09/2017 - 12:50

Il ricercatore Regeni riccrcava guai. E siccome era bravo, li ha trovati. Semplice, no?

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Mar, 12/09/2017 - 12:51

padre Piero Ferrari ha posto l’accento: "Ci sono guerre dimenticate e invece si parla tanto di Regeni" - il missionario è cosciente di morire nelle missioni. basta leggere il bollettino dei morti ammazzati, ma nonostante ciò, i missionari vanno nelle missioni. magari santa romana chiesa seguisse l'esempio di tali uomini e donne.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 12/09/2017 - 13:01

Il problema dei genitori dell'agente segreto Regeni è che non avranno la pensione e perciò protestano. Invece se il governo era serio il giovanotto veniva inquadrato nei Carabinieri, per cui era un caduto per motivi di servizio ed aveva diritto a cospicua pensione.

pardinant

Mar, 12/09/2017 - 13:08

In questo strano Paese, chiunque esce dal buonismo dilagante è accusato di essere disumano. Certo che per Regeni dispiace, ma sicuramente meno di chi è perseguitato e perde la vita nel suo stesso Paese, tra la sua gente e senza nessuna colpa, solo per una fede o un'idea o addirittura un comportamento o semplice casualità e sono talmente tanti che se per ogni parola detta o scritta per questo caso, dovesse essere detta e scritta per ogni caso non avremo più tempo per leggere e scrivere altro.

agosvac

Mar, 12/09/2017 - 13:14

Questo tipo, padre Ferrari , ha ragione! Il povero Regeni se l'è cercata accettando un ruolo che non gli competeva. Doveva fare il ricercatore, non la spia per conto degli inglesi che lo hanno mandato in Egitto per farlo uccidere. Quello che interessava agli inglesi era una crisi che avrebbe trasformato due Nazioni amiche in nemiche. Per fortuna la crisi sembra passata. Per quanto riguarda i genitori di Regeni, li si può capire perché è sempre difficile perdere il proprio figlio in questo modo. Ma, forse, sarebbe stato bene che lo avessero tenuto un po' più sotto controllo. Non vorrei dirlo perché è doloroso, ma anche loro hanno un po' colpa di quanto è successo. Io non mi sono mai sposato e non ho figli ma se ne avessi avuto uno avrei cercato di tenerlo lontano da queste situazioni politiche.

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mar, 12/09/2017 - 13:19

Regeni era un laureato che studiava a Cambridge per ottenere il Dottorato di Ricerca, in inglese Phd, sotto la supervisione della docente di origine egiziana Dr Maha Abdelrahman che è notoriamente un’oppositrice di Al Sisi. Regeni non era un bambino, aveva 28 anni e comunque almeno nella testa dei genitori avrebbe dovuto suonare un CAMPANELLO di ALLARME, gli oppositori di Al Sisi sono i fratelli musulmani quindi la docente era quantomeno una loro simpatizzante. Aggiungiamo a questo gli eventuali interessi degli inglesi in merito all’ENI e abbiamo il quadro completo. Dispiace dirlo, soprattutto dopo l’orrenda fine che ha fatto, ma è vero che Regeni se l’è cercata.

MOSTARDELLIS

Mar, 12/09/2017 - 13:21

Parole suggerite dal biancovestito?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 12/09/2017 - 13:31

padre Ferrari ha detto, senza alcun tatto e rispetto per un morto in circostanze tragiche (che è sempre dovuto), cose evidenti a chiunque abbia un minimo di cervello e non sia del PD

Malkolinge1603

Mar, 12/09/2017 - 13:36

"Se lo stesso si dovrebbe pensare di quanto sono rimasti uccisi in missione"..... Signor Di Marzo, non è la prima volta che nei suoi articoli vi siano Delle "sbavature" del genere. Che sia il caso di cambiare mestiere?

Iacobellig

Mar, 12/09/2017 - 13:41

FINALMENTE LA VERITÀ. LA FAMIGLIA NON ROMPA PIÙ! BASTA!

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 12/09/2017 - 13:42

@Dreamer_66 (11:06) – «la risposta» è gia «scontata», tranne che per chi vive nel mondo dei sogni. É nel silenzio assordante, dei «salavatori di vite» a pagamento e per gli affaristi che accolgono i «salvati», per le immani stragi di cristiani che avvengono in tante parti del pianeta. Regni, absit iniuria verbis nei confronti di un defunto, non era un sempliciotto, ma un ricercatore affermato. Era in grado di valutare i rischi che correva. Conosceva tali rischi anche l’università inglese che lo ha mandato e che ha rifiutato agli inquirenti italiani di dare qualsiasi spiegazione. I comboniani, senza chiasso, sono sempre in prima linea dove c’è gente che soffre e che muore. In questo campo, le loro valutazioni sono molto più attendibili di quelle di tanti sedicenti esperti nostrani.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 12/09/2017 - 13:43

mentre lo stato arranca i comboniani si finanziano vendendo i lasciti in nero. parliamo di mobili, quadri e ori e pietre a carretti pieni pieni. mica patate, vogliono i contanti a qualunque cifra. fossi in loro starei zitto zitto.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 12/09/2017 - 13:45

Gianfranco Robe...perché inquadrarlo nei Carabinieri se si era messo al servizio di un'altra nazione???

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/09/2017 - 13:45

emigratoinfelix: ma il tuo è il punto di vista di un "missionario". Un musulmano incallito potrebbe obiettare che di missionari cristiani nella propria terra non ne vogliono al pari di quanti, qui in Italia, non vogliono gli imam. L'interpretazione è relativa. Resta grave il fatto che un Ministro di Dio (o presunto tale) possa esprimere tale disgustosa insensibilità quando si parla della morte di un giovane di 28 anni... grave a prescindere, indipendentemente dai motivi per i quli Regeni era in Egitto.

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mar, 12/09/2017 - 13:51

2° invio Regeni era un laureato che studiava a Cambridge per ottenere il Dottorato di Ricerca, in inglese Phd, sotto la supervisione della docente di origine egiziana Dr Maha Abdelrahman che è notoriamente un’oppositrice di Al Sisi. Regeni non era un bambino, aveva 28 anni e comunque almeno nella testa dei genitori avrebbe dovuto suonare un CAMPANELLO di ALLARME, gli oppositori di Al Sisi sono i fratelli musulmani quindi la docente era quantomeno una loro simpatizzante. Aggiungiamo a questo gli eventuali interessi degli inglesi in merito all’ENI e abbiamo il quadro completo. Dispiace dirlo, soprattutto dopo l’orrenda fine che ha fatto, ma è vero che Regeni se l’è cercata.

Celcap

Mar, 12/09/2017 - 14:14

Ormai siamo alle comiche finali. In Italia non si puó più pensare e dire cose diverse da coloro che vengono chiamati buonisti o politicamente corretti altrimenti diventi fascista o forse addirittura nazista. Siamo alla dittatura.

rocov

Mar, 12/09/2017 - 14:20

gli assassini di Regeni sono coloro che hanno avuto la brillante idea di mandarlo in Egitto a fare l'eroe!! Sigg. Regeni, se ci aveste messo l'1% dell'impegno che mettette per sapere la verità sulla morte di vs figlio, nel fermarlo prima che partisse per una meta ed un intento così scellerati, a quest'ora non saremmo quì a parlarne.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 12/09/2017 - 14:38

Se ne parla tanto è vero,ma ci sono pure due marò inviati a difendere le navi dai corsari,dei quali non se ne parla più da mesi e da anni non si fa niente.Di questi sappiamo chi li ha inviati lo sappiamo tutti,perchè non se ne parla più.Fanno parte di un'altra classe politica.??Quien sabe

Norberth

Mar, 12/09/2017 - 14:42

Con tutto il rispetto che si deve per la vita e la sofferenza, ma lasciate dire che questa storia su Regeni ha stufato anche i santi. Armi di distrazione di massa? Oltretutto non è ancora chiaro se Regeni fosse o meno una spia. In fondo non sappiamo nulla di lui e che ci facesse in Egitto, se non quanto riportato dal regime.

lorenzovan

Mar, 12/09/2017 - 14:55

beh..puo' sembrrae un messaggio duro...ma purtroppo fondamentalmente giusto...il povero studente e' stata una pedina inconsapevole di qualche gioco politico ad alti livelli e ne ha pagato iul prezzo senza neanche sapere il perche'...dovremmo come stato prendercela piu' con CHI ha organizzato cio'..e in secondo luogo con lo Stato Egiziano..che ha fatto ..in maniera certo piu' bruta e stupida la cosa che fanno tutti gli stati !!!

Macrone

Mar, 12/09/2017 - 15:04

Mi spiace dirlo ai Genitori di Regeni (anche io sono padre e posso capire il dolore per la loro perdita), ma non sapremo mai nulla sulla morte di Giulio, salvo verità di comodo. Sappiamo tutti cosa è accaduto, ma colpevoli processati non ve ne saranno mai. Al Sisi ed il 43% degli Egiziani che lo hanno votato, combattono giornalmente una guerra sporca contro i Fratelli Mussulmani (anche per noi). Purtroppo Giulio si è trovato al posto sbagliato al momento sbagliato. Comunque, a volte Mamma e Papà devono anche sbattere i pugni sul tavolo con il figlio per farlo desistere da certe avventure. Quale era ed è la situazione in Egitto era ed è oltremodo chiara!

dagoleo

Mar, 12/09/2017 - 15:16

La verità su Regeni non si saprà mai. Regeni è stato ucciso prima che l'Italia firmasse gli acordi con l'Egitto per lo sfruttamento in esclusiva dei giacimenti di gas scoperti nel mare egiziano. Sarà stato un caso? Però quegli accordi si sono fermati e sono stati sospesi. Può centrare qualche cosa? Quello che ha detto quel comboniano è giustissimo. Regeni è morto pace all'anima sua. Sapeva i rischi che correva in quei paesi. L'Italia però non può perdere per Regeni accordi economici che valgono milioni. Una preghiera per Regeni e basta. Andiamo oltre e se un giorno verrà fuori la verità bene, altrimenti pace alla sua anima e amen.

Treg

Mar, 12/09/2017 - 15:22

La cosa che lascia piuttosto perplessi è che con migliaia di km quadrati di deserto i servizi segreti egiziani abbandonino un cadavere con segni di tortura in un fossato lungo la strada per poi esserne facilmente incolpati. Praticamente degli sprovveduti !!

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mar, 12/09/2017 - 15:29

Non so se Regeni se la sia cercata, non so se fosse consapevole o meno dei rischi ai quali si stava esponendo. Comunque, nessuna meraviglia per la fine che ha fatto, avendo giocato a fare l'oppositore di un regime non certo democratico e tollerante. Quello che mi chiedo è: perché hanno fatto ritrovare il corpo? Potevano: a) darlo in pasto ai coccodrilli del Nilo; b) farlo sparire sotto una duna del deserto; c) scioglierlo nell'acido; d) trovate voi un altro metodo, mica posso fare tutto io. È stato un errore, una leggerezza di chi lo ha ucciso? Volevano dare un segnale?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/09/2017 - 15:36

:Leonida55: infatti parlavo di caduti non di carcerati; non sei nemmeno capace di leggere. Il consueto e divertente delirio lo raggiungi poi quando scrivi "VOI avete speso...". Tranquillo... se mi ritrovo ad avere 12 milioni in saccoccia li spendo per comprarmi uno yacht e per garantire a te un roseo presente in una casa di accoglienza, con tanto di badante che ti imbocca e ti cambia il pannolone. P.S. Nessuna battuta sull'asilo oggi??? Dai...mi manca :-D

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/09/2017 - 15:47

etaducsum: non credo che Regeni sapesse a cosa andava incontro... in fin dei conti è andato in Egitto che è un paese amico, non fra i tagliagole dell'isis. Riguardo ai comboniani, tanto di cappello per la loro opera che svolgono in silenzio. Questo non vale per Padre Ferrari che, lungi dal fare silenzio, ha dato vita ad una polemica di cattivo gusto rimarcando i rischi che lui stesso ha corso in Africa. Vuole forse che qualcuno gli dica "bravo"? Vuol forse fare bella figura con le autorità egiziane (non si sa mai!)??? In ogni caso le sue non sono le parole che ci si aspetta da parte di una persona che dovrebbe fornire supporto alla madre di Regeni di fronte alla morte del figlio.

sesterzio

Mar, 12/09/2017 - 15:54

Penso sia ora di finirla con Regeni. Non si va in un Paese sotto dittatura a fare i professorini. O,perlomeno,si accettano tutti i rischi.Non dimenticando che se ne è fatto ormai un caso politico che avvelena i rapporti fra le due nazioni.

Dordolio

Mar, 12/09/2017 - 15:58

Si fa un gran baccano per Regeni ovunque. Meno che presso chi l'ha mandato in Egitto. Se non fosse una storia tragica sarebbe grottesca. Poi arriva un prete a dire che il re è nudo e scoppia lo scandalo. Pazzesco. Viviamo veramente tempi ultimi.

colomparo

Mar, 12/09/2017 - 16:18

Quanti concittadini italiani sono morti all'estero in circostanze poco chiare che talvolta ci erano andati anche con un incarico ufficiale o ufficioso da parte dello Stato Italiano? Eppure non si sono mai stati trovati i colpevoli ! Questo "ricercatore" ci era andato per conto proprio, ben sapendo di recarsi in uno Stato a rischio, pertanto sono assolutamente d'accordo che se l'è cercata. Questa storia si è gonfiata a dismisura a discapito dell'interesse nazionale, rischiando addirittura la crisi diplomatica con un paese che dobbiamo tutti ringraziare per il suo impegno contro l'Islam radicale.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mar, 12/09/2017 - 16:24

La motivazione dell'omicidio di Giulio Regeni, è stata riassunta in poche ma efficaci parole da LADY CASSANDRA e Cambridge ha avuto già un triste precedente: PHILBY BURGESS MACLEAN BLUNT CAIRNCROSS altrimenti conosciuti come " i cinque stelle " o " i magnifici cinque ". In buona sostanza, erano spie e che spie. Leggetevi le loro vite e le loro storie. Dalton Russell.

killkoms

Mar, 12/09/2017 - 16:24

dopo la strage di nassirya,un vescovo pro-(sedicenti) migranti disse che le salme dei caduti non andavano benedette perché "..erano in missione di guerra.."!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/09/2017 - 16:56

@Dreamer-66 - ora hai oltrepassato il limite. Invece di chiaccherare e fare lo sbruffone, vedi di scrivere il tuo indirizzo, così vediamo se sei tanto coraggioso. Non so cosa succederebbe, dipende da te, ma scommetto che non lo scriverai. Ultimo avviso, poi piangerai.

elio2

Mar, 12/09/2017 - 17:22

In fin dei conti ha solo detto ciò che la stragrande maggioranza degli Italiani pensa, escluso chiaramente i seguaci della strampalata e sempre fallimentare ideologia chiamata comunismo, perché impossibilitati ad avere un loro pensiero autonomo, come ben ci illustra il compagno Dreamer_66.

Frank90

Mar, 12/09/2017 - 17:26

@Lady Cassandra - d'accordissimo con lei. Regeni era molto probabilmente uno di quelli che idealizzano l'immigrato, quasi lo venerano come una nuova divinità pagana. Essi ritengono l'immigrato incapace di fare del male o tradire. Si è fidato di gentaglia che non merita fiducia. È il nuovo paganesimo comunista.

Tergestinus.

Mar, 12/09/2017 - 17:45

Intanto sarebbe ora di finire di definire il povero Regeni un "ricercatore". Era un semplice dottorando. - Per i non addetti ai lavori: il dottorato è il terzo grado di studi universitari, il ricercatorato è un ruolo universitario. C'è una leggera differenza.

marco.olt

Mar, 12/09/2017 - 17:56

Se l'è cercata è una sintesi calzante, benché forse incompleta. Per Regenti si è fatto tanto perché era un sinistro (pace all'anima sua) diversamente sarebbe stato dimenticato dopo un mese

cir

Mar, 12/09/2017 - 18:06

di Regeni non me ne frega un bel niente.

Cheyenne

Mar, 12/09/2017 - 18:14

ha perfettamente ragione e per dirlo un comboniano ce ne vuole

Libertà75

Mar, 12/09/2017 - 18:23

@leonida55, su dai non è il caso di mettere paura a dreamer66, è fatto così, è un simpatizzante PD, è convinto di avere ragione solo perché "mette la croce giusta sulla scheda". Anche oggi ha fatto esempi sballati, perché nessun prete va a cercare di convertire terroristi ISIS nel mentre fanno i loro piani. Tra il resto, per i missioniari cristiani il primo passo è portare assistenza medica, alimentare ed infine spirituale. Avessimo mussulmani che ci chiedono di aprire ospedali invece di moschee, averceli! O che dessero alimentari ai loro confratelli bisognosi, nulla, tocca mantenerli noi!

masbalde

Mar, 12/09/2017 - 18:40

C'è un equivoco di fondo: chi ha mai detto che l'Egitto è uno stato compiutamente democratico?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 12/09/2017 - 18:50

Una dichiarazione indegna di un uomo che dovrebbe avere il Vangelo come guida di vita. Regeni è stato manipolato nel Regno Unito de chi gli ha chiesto di fare quella ricerca, persona collegata se ben ricordo ai Fratelli Musulmani. In ogni caso Regeni era un italiano e lo scempio che ha subito è una offesa all'Italia ed a tutti gli italiani. Una abbraccio alla famiglia di Regeni ed un calcio nel sedere al governo PD che si è comportato da coniglio timoroso confermando che all'estero l'Italia conta come il due di picche.

restinga84

Mar, 12/09/2017 - 18:59

@Treg 15:22.E`,quanto scrissi,in un mio vecchio post.Con tanto deserto.......La Saluto.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/09/2017 - 19:47

Leonida55: uuuhhh... "mo chiamo a mio cuggino!". E poi sarei io l'infante? Ma ti rendi conto di essere ridicolo con queste sparate? "Ci vediamo fuori" lo dicevo in terza elementare al compagno di classe dopo che mi aveva tirato il cancellino. Ma ti pare logico che io possa sprecare anche un solo minuto della mia vita reale ingaggiando un duello all'ultimo sputo con uno sfigato come te? E' più stimolante una gara di rutti con gli amici del bar! Ma insomma, hai una certa età... abbi anche un minimo di dignità.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 12/09/2017 - 19:48

Piero Ferrari ha perfettamente ragione! Non esisteva alcun motivo per andare a sfrugugliare negli affari interni di un Paese che, anche se non è definibile come simbolo di democrazia, di certo è un grande alleato dell'occidente nella lotta contro i tagliagole dell'isis. Un Paese che si è saputo ribellare ai "fratelli musulmani" e che non può certamente abbassare la guardia, perché ce li ha in casa, e numerosissimi. Il povero ragazzotto doveva essere ben imbottito di propaganda filo-islamica di sinistra per accettare un incarico del genere!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/09/2017 - 19:53

elio2: hai fatto un sondaggio porta a porta in tutto il paese per dire che "la stragrande maggioranza degli Italiani" la pensa come te e quello pseudo-prete? Persino il quotidiano Libero definisce quelle parole "agghiaccianti". Mi sa tanto che la stragrande maggioranza di cui parli è qui a postare idiozie su questo articolo.

CALISESI MAURO

Mar, 12/09/2017 - 19:59

Bravo Padre Ferrari ha detto il giusto... e il parroco ha dato prova di essere un altro don Abbondio... la maggioranza ormai nel vaticano. Regeni che ricercatore era? Quale era la sua specializzazione? Faccia da spia non aveva, ma che sia stato usato questo si .. eccome. Non dimentichiamoci che Eni ha scoperto un giacimento di gas gigantesco.... in Egitto, cosi i francesi ci cacciano via dalla Libia, gli inglesi ci guastano i buoni rapporti con gli egiziani, ( perche' ancora non abbiamo mandato indietro il ns ambasciatore al Cairo??? ) il south stream elimninato... quindi l'Italia schiava energetica dei nostri amici del nord europa e oltreatlantico. L'attuale compagine governativa a fare da quinta colonna!! Povera Italia in che mani e' capitata!!

Libero 38

Mar, 12/09/2017 - 20:33

Concordo al 101% quando detto da padre Ferrari.La domanda rimane sempre la stessa.Cosa ci facesse in Egitto e cosa ha fatto per l'italia e gli italiani per essere tanto osannato al punto da far credere che fosse un eroe.

mirror

Mar, 12/09/2017 - 21:00

mi chiedo come si fa' ad andare in egitto ,dopo aver manifestato a Londra publicamente contro Al Sisi,ed a favore dei Fratelli musulmani di cui nutriva simpatie e speranze per un mondo migliore ....visto che sono sostenuti dall'isis,fin dal suo arrivo in Egitto e stato da subito controllato e seguito dai servizi egiziani , non ci andrei neanche in vacanza ,in questi posti.

federik

Mar, 12/09/2017 - 22:30

REGENI ERA DI SINISTRA

Happy1937

Mar, 12/09/2017 - 22:41

Padre Ferrari dice quello che la maggioranza degli italiani pensa. Basta con le false vedove piagnone.

DIAPASON

Mar, 12/09/2017 - 22:50

di regeni si parla perche era comunista