Lione, due bimbe trovate morte nella caserma dei gendarmi

Le figlie di un gendarme residente in caserma trovate senza vita nei loro letti ieri alle 18. I genitori si stavano separando

Si apre un vero e proprio giallo dell'orrore in Francia, dove due bimbe di appena tre e cinque anni sono state ritrovate senza vita all'interno di una caserma dei gendarmi nella zona di Lione, nel Centro-Sud del Paese.

Le piccole sono state trovate morte ieri sera, all'interno dei propri lettini nella struttura di Limonest, non lontano dalla città transalpina. Erano figlie di un sottufficiale della Gendarmeria,che ha a disposizione un appartamento per sè e per la famiglia all'interno del perimetro della caserma.

Erano circa le 18 quando la madre le ha trovate prive di sensi e ha subito allertato i sanitari, immediatamente accorsi. Nonostante il celere intervento e il massaggio cardiaco praticato alle due bambine, per le piccole non c'è stato nulla da fare.

Al momento del decesso delle bimbe il padre non si trovava in casa perché era impegnato in una competizione sportiva altrove. Sui corpicini delle due bimbe verrà effettuata l'autopsia, nel tentativo di conoscere le cause esatte della morte. La madre intanto è ricoverata in ospedale, in stato di choc.

Nonostante il massimo riserbo mantenuto per ora dagli inquirenti, fonti citate dal quotidiano locale La Provence affermano che potrebbe trattarsi di un avvelenamento da parte della madre, che si stava separando dal marito. Al momento dei fatti, aggiunge inoltre la testata francese, nell'appartamento sarebbero state presenti almeno altre due persone oltre alla donna.

Mappa

Commenti

ORCHIDEABLU

Mar, 12/06/2018 - 12:17

CHE PERSONE ESAGERATE,POSSIBILE CHE PER UNA SEPARAZIONE LA FACCIANO PAGARE A POVERE CREATURE INNOCENTI?!!