L'ipotesi della bomba sul volo Egyptair: "Un complice nello scalo di Parigi"

Prende pista l'ipotesi della bomba a bordo sul volo Parigi-Il Cairo. La carica esplosiva potrebbe essere la causa della doppia virata del velivolo. A piazzarla sarebbe stato un dipendente dello scalo o della compagnia

Terrorismo, ancora. Dietro l'ennesima tragedia nei cieli europei, che ha abbattuto un aereo della Egyptair, ci sarebbe infatti un attentato terroristico. L'ipotesi più accreditata dagli esperti di sicurezza aerea e terrorismo ci sarebbe l'esplosione di una bomba caricata a bordo a Parigi grazie alla complicità di un dipendente dell’aeroporto Charles de Gaulle o della stessa compagnia egiziane. Ovviamente, non c'è ancora la certezza. Per questo, fonti di intelligence non hanno ancora scartato le eventualità che un kamikaze si sia fatto saltare a bordo, un tentato dirottamento, un cedimento strutturale o, addirittura, un missile lanciato da una nave militare.

Disastro aereo nel Mediterraneo su una rotta calda del terrorismo, fra Parigi e Il Cairo. L'Airbus A320 della Egyptair partito ieri sera con 66 persone a bordo dall'aeroporto parigino di Roissy Charles de Gaulle e atteso nella capitale egiziana dopo 4 ore è sparito dai radar attorno alle 2.45 mentre stava ancora sorvolando la Grecia. In serata una serie di notizie si sono susseguite sul ritrovamento dei rottami, annunciato prima dalla Grecia, poi confermato dall'Egyptair alla Cnn e poi smentito sia dalle autorità greche che dalla stessa compagnia aerea. Incidente o terrorismo? Una fatalità o un attentato, un'esplosione a bordo o un attacco dall'esterno? Tutte le ipotesi sono al momento in piedi e fino a sera non è arrivata alcuna rivendicazione. Che possa trattarsi di un attentato tutti l'hanno ipotizzato, nessuno l'ha sancito. Da qui l'ipotesi di un complice nello scalo parigino. Secondo la Stampa, "la bomba a bordo spiegherebbe sia la brusca perdita di quota che le virate dell’Airbus prima dello schianto in mare, come pure 'la palla di fuoco' osservata dai pescatori greci nel momento del disastro. Tutti dettagli che portano a ritenere meno probabile il cedimento strutturale, anche per la mancata comunicazione da parte di piloti di problemi in volo".

L'aereo proveniva dal Cairo, si era fermato sulla pista di Roissy circa un'ora e mezzo per le operazioni tecniche di rito e era ripartito. Nessuna allerta sulla sicurezza tecnica del velivolo, un Airbus come ne volano 6.700 in tutto il mondo, in condizioni perfette, consegnato dalla fabbrica alla compagnia nel 2003, 48.000 ore di volo accumulate. A gennaio era stato controllato in Belgio secondo i canoni europei. Il pilota aveva un'esperienza di 6.275 ore di volo, di cui 2.101 su quel tipo di velivolo, mentre il copilota aveva un'esperienza di 2.766 ore. "La teoria più plausibile è che sia stata introdotta a bordo una carica esplosiva, a basso potenziale ma in grado di provocare uno squarcio nella carlinga - spiega alla Stampa Omer Laviv, esperto di sicurezza aerea e Chief Operations Officer della società israeliana Athena GS3 - l'esplosione non era in grado di disintegrare il velivolo, ma ha provocato danni sufficienti a farlo precipitare". La detonazione avrebbe, quindi, messo fuori uso un motore. "L’aereo ha sbandato a sinistra e ha perso quota - continua Laviv -. Il pilota ha cercato di riprendere il controllo e ha virato a destra, ma si è avvitato e ha continuato a precipitare".

Adesso è importante capire dove c'è stata la falla nella sicurezza. Nel giro di 24 ore l’Airbus ha fatto scalo ad Asmara, in Eritrea, a Tunisi, e poi al Cairo. Al Charles de Gaulle, conferma Laviv, "tutti gli aerei vengono passati al setaccio dalla sicurezza dopo l’atterraggio e prima del successivo decollo. Solo quando c’è il via libera i passeggeri possono salire". Il "complice" potrebbe, quindi, essere un dipendente dello scalo o della compagnia. "Dopo gli attentati di Parigi, 57 sospetti simpatizzanti jihadisti hanno perso l’autorizzazione a lavorare al Charles de Gaulle - si legge ancora sulla Stampa - insider job è anche l’ipotesi più probabile per l’attentato che il 31 ottobre ha causato lo schianto di un aereo della russa Metrojet sul Sinai, 224 morti".

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Ven, 20/05/2016 - 09:44

Una domanda sorge spontanea,visto la vicinanza dell'aeromobile alla turchia..Che Ca..volo facevano i caccia ed i missili aria.aria ottomani???Non è che hanno voluto bissare l'abbattimento del bombardiere russo??? Pensare male è peccato ma spesso ci si azzecca!

Massimo25

Ven, 20/05/2016 - 09:44

Lo scalo di Parigi da evitare..pieno di buchi e stà diventando il più pericoloso al mondo.

francab

Ven, 20/05/2016 - 10:07

se fosse vero, che bell esempio di integrazione dei valori

Ritratto di libere

libere

Ven, 20/05/2016 - 10:40

Insider job: aumenta l'integralismo, aumentano gli islamici, si moltiplicano gli insiders. Attendersi qualcosa di diverso è pura ingenuità. Con l'istinto al suicidio che ci caratterizza, noi importiamo al ritmo attuale almeno mille islamici al dì, andandoli a prelevare al largo delle coste africane. In bocca al lupo!

Ritratto di hermes29

hermes29

Ven, 20/05/2016 - 11:10

Per la nostra sicurezza abbiamo sacrificato silenziosamente e passivamente molte delle nostre libertà individuali, chiedere che, i punti strategici del paese non siano occupati da coloro che sono di fede mussulmana, non è nessuna forma di razzismo o tentativo di discriminazione religiosa se il fine ultimo è la sicurezza di tutti. Se poi inventano una soluzione dove si può distinguere visibilmente un mussulmano buono da uno cattivo, allora si risolve il problema, diversamente non vedo alternative.

antipifferaio

Ven, 20/05/2016 - 11:25

Stanno prendendo di mira i punti deboli (moltissimi) del sistema difesivo europeo, esattamente come in una guerra. D'altronde è la normale strategia attaccare i punti nevralgici come i trasporti per paralizzare anche l'economia. La sinistra totalitaria al potere ha distrutto tutto a cominciare dal comparto militare e sicurezza ed ora ne pagano(iamo) le conseguenze. Rimane solo da vedere fino a quando la gente può sopportare questo "sistema" e fino a quando all'élite politica conviene tirare troppo la corda della disuguaglianza sociale.......

Angelo664

Ven, 20/05/2016 - 11:51

Ma vogliamo finirla ? Questi non si integrano da nessuna parte. Nemmeno tra di loro. Si ammazzano da secoli infatti, sciiti e sunniti. Ripuliamo l'Europa una volta per tutte ! Innanzi tutto via tutti questi barbuti da qualsiasi lavoro con problemi di sicurezza che non siano il kebabbaro di turno o poco altro. Qualsiasi mansione che abbia a che fare con il pubblico obbligatorio non muslim al 100% e soprattutto solo persone con cognomi e di origine francese al 100%.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 20/05/2016 - 12:06

I soliti buontemponi parlano di ulteriore attacco all'occidente cristiano. Ma a me sembra che l'aereo fosse egiziano, ovvero di un paese a maggioranza islamica, e che sia precipitato nello spazio aereo di controllo egiziano. Ovvero che la maggioranza dei suoi passeggeri e tutto il suo equipaggio fossero Musulmani.

LettoreIncallito

Ven, 20/05/2016 - 12:07

Intanto per fortuna che il Giornale non apre con Pannella, massimo rispetto per lui ma ieri è passata in secondo piano persino questa gravissima nuova sciagura, dopo la sua morte. Per quanto riguarda l'aereo, potranno dire di tutto come la farsa di un altro suicidio, ma mi pare evidentissimo si tratti di attentato. D'altronde Donald non più tardi di qualche giorno fa aveva detto come stanno le cose, ma tutti a dargli addosso. Personalmente penso non ci sia nulla da fare, solo incrociare le dita ormai che il volo scelto non sia il tuo. Certo che volare Parigi-Cairo in questo periodo beh, alza di molto il grado di rischio...

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Ven, 20/05/2016 - 12:09

Se Atene piange, Sparta non ride... L'Italia è un paese allo sfascio, ma la Francia è un covo di serpi. Sarà dura per i Francesi fare pulizia...

kayak65

Ven, 20/05/2016 - 12:27

cominciamo a boicottare pizzerie kebab e quant'altro gestiscano questa gente. pagheremo qualcosa in piu' ma almeno non alimenteremo la spinta d'invasione continua

onurb

Ven, 20/05/2016 - 12:33

bandog. Per favore evitiamo, allo stato attuale delle conoscenze, di fare chiacchiere in libertà. Con le tecnologie attuali certe operazioni è difficile tenerle nascoste, specialmente quando un aereo è a 37.000 ft. Se dovesse essere dimostrata la sua teoria, si scatenerebbe veramente il finimondo.

Ritratto di Xewkija

Xewkija

Ven, 20/05/2016 - 12:50

Ultimamente sono apparse numerose scritte in arabo su diversi arerei. Anche sul serbatoio di un velivolo Alitalia a Fontanarossa, scritte con pennarelli o adesivi con la frase "Allah Akbar". Un sistema troppo vulnerabile il nostro. Siamo minacciati come Israele con la reattività di un bradipo

Miraldo

Ven, 20/05/2016 - 12:51

Dovrebbero controllare ma gli aeroporti Italiani, dal momento che all'interno di essi lavorano tutte cooperative rosse infarcite di stranieri e gran parte di loro sono mussulmani............

Ritratto di Sauro Giuliani

Sauro Giuliani

Ven, 20/05/2016 - 13:10

tutti parlano di un attentato...io...ho un dubbio...chi lo avrebbe rivendicato questo attentato...quanti soldi anno in borsa per non parlare di manutenzione... della egyptair... mi scuso di questa osservazione non mi ritengo responsabile sono un povero GRILLINO PENSANTE...

Jack62

Ven, 20/05/2016 - 13:36

tante supposizioni MA L'.AEREO l'ho hanno fatto esplodere QUEI DELINQUENTI!!!

paco51

Ven, 20/05/2016 - 13:36

ne cadranno altri! io non volo!

Dolcevita1960

Ven, 20/05/2016 - 13:39

Salve a tutti ! Certo é troppo presto per tirar conclusioni..vi diro' comunque che l'aereoporto di Parigi CDG in particolare é "infestato" da muslim come personale.....Dunque non é impossibile possa trattarsi di attentato D'altronde qualche anno fà il politico di destra Philippe De Villiers aveva scritto un libro per denunciare questo. Il libro si intitola " Le Moschee di Roissy" troverete via google

Dolcevita1960

Ven, 20/05/2016 - 13:43

A Angelo 664 I musulmani non si integreranno mai sono rimasti al medio evo....e la loro religione glielo vieta comunque. Sono stata in diversi paesi e ho visto il loro comportamento...sono feroci trogloditi anche quelli che sembrano "calmi" al momento opportuno si strasformeranno in guerrieri selvaggi...tutti hanno sono un Dio Allah et il Corano per patria !

abocca55

Ven, 20/05/2016 - 13:51

E dire che derisero tanto i belgi.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 20/05/2016 - 14:16

Sono i fratelli musulmani integrati. Pensa a quelli non integrati che arrivano freschi e incazzati sui barconi. Questo e' il risultato dell'accoglienza a gente sottomessa ad una religione violenta e medioevale.

Andrea Balzarotti

Ven, 20/05/2016 - 14:21

A riprova del fatto che l'ignobile pagliacciata del passaggio delle 'forche caudine' della sicurezza e del controllo anche delle scarpe dei beoti che ancora volano, non serve assolutamente a nulla tranne che a far guadagnare miliardi alle società che tale 'security' forniscono.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 20/05/2016 - 16:23

Se dovesse essere appurato che è stata messa una bomba da attivisti mussulmani che lavorano negli aeroporti è giunta l'ora di lasciare da parte le (fallimentari) pratiche del politicamente corretto e pensare di organizzare aeroporti "muslim free".

Dolcevita1960

Ven, 20/05/2016 - 18:09

Et dire che 3 anni fa ho preso un aereo per Tunisi dall'areoporto di Nizza....non vi dico le storie che mi hanno fatto per un sapone liquido nel bagaglio che porto con me in cabina...Alla fine me lo hanno confiscato in quanto "pericoloso" E dire che i terroristi li hanno in tutti gli aeroporti di Francia fra il personale.....

arkangel72

Ven, 20/05/2016 - 18:13

L'unica cosa da fare è riorganizzare la sicurezza aeroportuale sul modello israeliano, che per ora sembra essere il migliore. Ma vuol dire spendere tanti soldi. Ad ogni modo è sempre meglio di distribuire divine commedie nelle periferie parigine come propone Renzi!!!

Ritratto di Zohan

Zohan

Ven, 20/05/2016 - 18:24

Se verrà dimostrato che sono stati degli infiltrati islamici che lavorano in aeroporto, allora siamo fottuti considerato che le agezie di servizi assumono solo negri e arabetti (pulizie, scarico e carico valigie sulla pista, security, ecc.) Poi qualche genio della lampada come renzi dirà che i terroristi erano europei nati e cresciuti in europa (ma che si chiamano Mohamed, Abdel, Farouk...) Troppo tardi, ma almeno vendiamo cara la pelle e proviamo tutti uniti a rispedirli TUTII a casa loro questi farabutti. Non mi pubblicate ma mi piace lo stesso sfogarmi sulla tastiera e parlare da solo

Frusta1

Ven, 20/05/2016 - 18:27

La tanto sbandierata integrazione ,alla boldrina tanto per intenderci, è miseramente fallita.Trovo gravissimo ,ma eloquente che 57 simpatizzanti della jihad siano stati licenziati al CDG . Erano lì a rubare il posto ad altri occidentali che avrebbero magari fatto carte false pur di avere quellavoro.Avevano uno stipendio,erano quindi "integrati" e sono stati allontanati, giustamente. Cosa significa ciò cara boldrina? Me lo può spiegare lei con la sua arguzia buonista ? Ma non saprà dirci niente , nulla. Nulla come il suo pensiero vuoto e fatto di frasi fatte .

Ritratto di rodolfo47

rodolfo47

Ven, 20/05/2016 - 18:47

Anche dopo 2 o3 generazioni queste risorse integrate possono ritornare al fondamentalismo islamico e compiere stragi in nome del loro Dio quindi c'è da chiedersi come potremo sentirci più sicuri anche a casa nostra.

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 20/05/2016 - 18:55

APPENA AVUTA NOTIZIA DELLA CADUTA DELL'AEREO HO DETTO CHE LA FALLA ERA IN FRANCIA

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 20/05/2016 - 19:06

Non si sa ancora niente! Non sono state trovate le scatole nere né ci sono state delle rivendicazioni ma subito si parla di attentato!!!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 20/05/2016 - 19:23

secondo me Omar El Mukhtar--fa un'osservazione giusta---quelli che sono saltati in aria ----erano praticamente tutti musulmani---attenderei sviluppi prima di arrivare a conclusioni completamente sballate----hasta siempre

Linucs

Ven, 20/05/2016 - 19:41

Altre scimmie di cui non ci possiamo liberare, altrimenti quelli con la coppolina si mettono a frignare.

Ritratto di lokum

lokum

Ven, 20/05/2016 - 19:47

Ho avuto modo di andare a Parigi lo scorso mese e debbo dire che i controlli al Charles de Gaule sono praticamente inesistenti. Sono andato al Cairo in Ottobre e i controlli erano decisamente migliori. Ritengo comunque che sia la Turchia in tutti gli aeroporti la migliore. Non male neanche in Italia.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 20/05/2016 - 21:06

Omar el muktar, leone dei fichi secchi etnei, siculo convertito all'islam, quale é la tua conclusione??? Hai scritto un sacco di baggianate senza arrivare al nocciolo.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 20/05/2016 - 21:22

Sono le quinte colonne a dirigere ed effettuare gli attentati come questo. Sono quelli del personale addetto ai servizi all'interno dell'aeroporto. Mi vien da ridere pensando all'episodio capitatomi all'aeroporto di Pisa dove mi é stata sequestrato una schiuma da barba perché ritenuta ''pericolosa''. Il poliziotto che ha rovistato nel mio bagaglio enfaticamente, dopo avere estratto il contenitore, esclamava: é merce pericolosa. Non me lo dica, davvero??? La mia schiuma da barba pone i pericolo la sicurezza del volo? E si, disse seriamente senza accorgersi che lo stavo prendendo per il sedere. Se lo meritava. Un pensiero gentile, solo pensiero, mi é passato per la mente: mavvacagher ambezil!!! E pensare che , all'andata, all'eroporto di Madrid non hanno trovato nulla da eccepire riguardo al bussolotto della schiuma.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 20/05/2016 - 22:44

L' integrazione degli islamici è impossibile. Pertanto occorre utilizzarre l' efficacissima dottrima Truman perno del diritto internazionale : per ogni occidentale colpito una sano scarica atomica sui paesi arabi non collaboranti come tecnicamente fatto sui civili di Hiroshima e Nagasaki. Poi ci vediamo e se del caso un' altra scarica fino a raddrizzare le loro reni nella sabbia radioattiva.

ambrogiomau

Ven, 20/05/2016 - 23:15

Attorno agli aerei che stanno per partire c'è sempre una marea di gente e di automezzi. Mi è capitato spesso di soffermarmi a pensare se qualcuno di loro poteva inserire qualcosa , anche all'esterno dell'apparecchio prima del decollo. I bagagli e le persone sono controllate ma quante possibilità di infrangere gli accessi !

ambrogiomau

Ven, 20/05/2016 - 23:23

Su Le Monde c'è una fotografia con tante ragazze e ragazzi musulmani nel quartiere Saint Denis. L'Islam in marcia. La Francia è una nazione persa ,ormai è islamizzata al massimo . C'è anche un partito che porta circa 12% dei voti. Non sono tanti ma con la loro natalità cresceranno nel giro di pochi anni.

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Sab, 21/05/2016 - 06:25

Basta passarci al Charles de Gaulle (e non solo al De Gaulle, ma anche, che so, a Heathrow o Gatwick, a Schiphol o a Francoforte, e tanti ancora) e guardare le facciacce di quelli che ci lavorano, per chiedersi non perché una cosa del genere sia potuta accadere, ma per meravigliarsi che non ne accadano ancora più frequentemente.