L'Isis conferma la morte del capo propaganda

La nota, la cui autenticità non è per ora verificabile, elogia il lavoro di Al Furqan, ma non offre dettagli sulla morte

Il gruppo terroristico dello Stato islamico ha confermato la morte di Abu Mohamed al Furqan, descritto come il suo "emiro dell'ufficio di informazione centrale", secondo quanto si legge in un comunicato. La nota, la cui autenticità non è per ora verificabile, elogia il lavoro di Al Furqan, ma non offre dettagli sulla morte. Spiega che l'uomo ha perso la vita dopo "due anni di lavoro" contro gli "apostati", in cui ha portato avanti una "feroce guerra di informazione".

A metà settembre, il Pentagono aveva annunciato la morte in un bombardamento, avvenuto il giorno 7, di Wail Adil Hasan Salman al Fayad, conosciuto anche come Abu Mohamed al Furqan, nei pressi della città di Raqqa, principale bastione dell'Isis in Siria. Il dipartimento di Difesa Usa aveva fatto sapere che Al Fayad "lavorava al ministero dell'Informazione dell'organizzazione terrorista ed era un importante membro degli Consiglio della Shura".

Commenti
Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 11/10/2016 - 16:07

Fateci caso, molte figure di spicco di ISIS/Al-Qaeda sono state date per morte più volte dagli USA e alcuni (specie ultimamente) sono addirittura stati dati per morti solo dai canali d'informazione di queste organizzazioni terroristiche. Per esempio: Shaker Wahib è già stato dato per morto due volte, prima a Giugno 2015 e poi a Maggio 2016; Mohammed Emwazi (Jihadi John) è stato dato per morto da USA/UK a Novembre 2015 per poi apparire di nuovo e essere dichiarato morto dall'ISIS a Gennaio 2016; a Luglio 2016 sono stati dati per morti Hafiz Saeed Khan, Abu Nabil al Anbari e Omar Shishani (quest'ultimo già dato per morto dagli USA a Marzo 2016); ad Agosto 2016 sarebbero morti Abu Muhammed al Adnani e Abu Dusa al Ansari, ma in compenso è "riapparso" Zayman al Zawahri gia dato per morto varie volte da USA e soci. Ma uno "dei più morti" è il capo dell'ISIS Al Baghdadi dato per morto l'ultima volta a Giugno 2016 e riapparso recentemente in un video messaggio. 1 di 3

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 11/10/2016 - 16:07

Non esiste nessuna prova che queste bestie siano effettivamente morte se non gli annunci dell'ISIS stesso.... che ha tutto l'interesse a "fare sparire" i leader visto che Russia e Siria li stanno sterminando e facendo scappare come topi da un anno, con la Russia che ha ottenuto in tale lasso di tempo risultati 100 volte superiori a quelli ottenuti in 5 anni dalla indegna coalizione sottomessa agli USA che evidentemente hanno fatto solo finta di colpire l'ISIS mentre in realtà l'hanno protetto, armato, finanziato attraverso i "ribelli moderati" (come li chiamano solo loro, mentre sono solo bestie jihadiste terroriste vigliacche capaci solo di sopraffare civili indifesi e inermi) tipo Fronte al Nusra, CNS, ESL, Jaysh al-Islam, Ahrar al Sham, Brigata Ahfad al Rasul, Jaish al Muhajireen wal Ansar, Fath al Islam, Ghuraba al Sham, Sham al Islam ecc... La realtà è che si ha certezza della "soppressione" di pochissimi leader di questi tagliagole (tipo Ansar Beit Mahdis... 2 di 3

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 11/10/2016 - 17:58

eliminato in Agosto dagli egiziani in Sinai e il boia "buldozer" arrestato e fatto sparire dall'esercito siriano). Gli altri hanno inscenato la loro sparizione e (sicuramente protetti da sauditi & C) si preparano per altri futuri macelli appena arriveranno nuovi finanziamenti e piani da Sauditi, americani ecc. Tenete presente, inoltre, che il capo di Sham al Islam Ibrahim Bin Shaqrun (Abu Ahmad al-Maghrebi) era detenuto a Guantanamo da dove è stato rilasciato, sicuramente "per buona condotta"... Intanto gli USA spingono per indagare la Russia (ufficialmente invitata in Siria dal governo siriano) per crimini di guerra (?!?!), quando loro fanno macelli su macelli di civili da anni ovunque e bombardano illegittimamente (senza nemmeno la più piccola risoluzione ONU) il territorio siriano in contrasto con le più basilari leggi internazionali. Vedrete che se verrà eletta Killary Clinton, tutto questo finirà presto di sicuro-sicuro... magari con qualche bel fungo atomico. 3 di 3