L'Isis minaccia gli Usa: "Brucerete come l'11 settembre"

Il Califfato torna a minacciare l'America e l'Occidente: "Pensa di essere al sicuro grazie alla sua collocazione geografica, ma oggi nessun americano è al sicuro". Sostieni il reportage

"Bruceremo ancora gli Stati Uniti". È l'inquietante minaccia che il sedicente Stato Islamico ha lanciato all'Occidente con un hashtag che sta spopolando sui social con un video pubblicato su YouTube in cui si parla di un nuovo e imminente 11 settembre.

"L'America pensa di essere al sicuro grazie alla sua collocazione geografica", dice la voce narrante nel filmato che dura una decina di minuti, "Loro hanno invaso le terre dei musulmani e vedrete l'esercito della Jihad nelle loro terre". Sotto scorrono le immagini di New York e dei simboli degli Stati uniti intervallati dalla decapitazione degli ostaggi americani. "Oggi nessun americano nel mondo è al sicuro", continua la voce in arabo ricordando l'attacco alle Torri gemelle.

Commenti

xFalco

Ven, 10/04/2015 - 23:57

Ma... Salvini non può scrivere "zingaro" che subito viene bloccato, mentre questi sono liberi di scrivere cose del genere?

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Sab, 11/04/2015 - 04:05

yes, you can! by Obama

millycarlino

Sab, 11/04/2015 - 08:18

E Obama fa l'amore con l'Iran e se ne vanta. Forse è uno di loro! Milly Carlino

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 11/04/2015 - 09:24

#xFalco hai ragione, ma l'intelligence non scopre da dove arrivano le minacce?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 11/04/2015 - 10:37

mi ero angosciato per l'11 settembre. Ma ora vedendo la politica estera del negro che ha destabilizzato ll'intero nordafrica, il Medioriente, l'est europeo, francamente che si fottano. Provino sulla loro pelle, quella degli inermi, quello che loro provocano agli altri.

ben39

Sab, 11/04/2015 - 11:23

Di uncidi settembre c'è n'è soltanto uno, quello predetto dal vegente Nostradamus...'Cinque e quaranta gradi il cielo brucerà fuoco si approssimerà sulla città nuova nell'istante grande fiamma espanse brucerà quando si vedrà dei Normanni fare l'esperimento.'

little hawks

Sab, 11/04/2015 - 12:11

Il vero pericolo è pensare/sperare che ci siano mussulmani "moderati" che non leggono e studiano tutte le sure del Corano, ma solo quelle che ci fanno più comodo. Ogni vero credente ci odia, ci critica, ci disprezza, ci offende e prima o poi ci ammazzerà o ci sottometterà se non prendiamo seri provvedimenti. Intanto, invece di pensare allo jus soli, io toglierei, con le buone certo, i diritti civili a chi professa una religione che ordina di assalire ed uccidere senza pietà i miscredenti con cui è in ogni caso vietato stilare patti duraturi. Ma l'onorevole Chauki ha giurato fedeltà alla costituzione italiana?

agosvac

Sab, 11/04/2015 - 13:45

Che nessun americano sia al sicuro come, del resto, nessun europeo o nessun non integralista islamico ed anche molti islamici non integralisti, è cosa certa. Quello che non riesco a capire è come mai CIA, NSA ed altri organismi segreti americani non vogliano, perché credo che ne sarebbero capaci se solo lo volessero, eliminare alla base il problema. redo che, in fondo, agli USA l'isis faccia comodo. Intanto perché gli vende le armi che poi usano anche contro di loro, ma, si sa, "business is business", e poi perché essendo una minaccia alla nazione possono aumentare gli stanziamenti finanziari alle forze armate rendendole sempre più forti, qualora servissero!!! In fondo l'obiettivo di Obama non è l'isis ma Putin!!!

agosvac

Sab, 11/04/2015 - 14:02

Dicevo che il vero obiettivo di Obama e dei suoi amici non è l'isis ma Putin. Il motivo è semplice: finché c'era l'URSS, nemica dell'occidente, tutto andava bene. Ma ora l'URSS non esiste più ed un eventuale accordo tra UE e Federazione Russa terrorizza quella parte degli USA che vuole ancora la supremazia sul mondo occidentale. Se poi l'accordo fosse addirittura triplo, Ue, Putin e Cina, allora per gli USA sarebbero grossissimi guai. Così perché occuparsi dell'isis che, tuttalpiù, può solo fare grossi danni ma localizzati, meglio evitare danni maggiori. Quando si è stati abituati fin dalla nascita ad essere la maggior superpotenza mondiale, rinunciarvi è molto difficile. Gli eventuali danni??? solo collaterali!!!!!

terminverpier

Sab, 11/04/2015 - 14:09

ma qualche bomba al gas nervino o con il virus del vaiolo non si può usare per tappare definitivamente la bocca a questi schifosi ?

florio

Sab, 11/04/2015 - 14:10

Se c'era Reagan, gli aveva già rasi al suolo, non avremmo avuto la primavera araba, e la Libia avrebbe ancora Gheddafi, e noi non avremmo 1000 sbarchi al giorno di clandestini. Purtroppo c'è il sig. Yes we can, idolatrato dagli stolti sinistrati e il risultato lo stiamo vivendo sulla nostra pelle.

Gyro

Sab, 11/04/2015 - 14:53

Distruggere l' America? Magari! Un mondo senza gli USA sarebbe immensamente migliore!

ben39

Sab, 11/04/2015 - 14:56

Errata corrige Di undici settembre c'è n'è soltanto uno, quello predetto dal veggente Nostradamus...-Cinque e quaranta gradi il cielo brucerà fuoco si approssimerà sulla città nuova nell'istante grande fiamma espanse brucerà quando si vedrà dei Normanni fare l'esperimento.-