L'orrore di Boko Haram: "cancellano" nomi e ricordi ai bimbi rapiti

Salvati ottanta bimbi da un campo di addestramento: hanno subìto un vero e proprio lavaggio del cervello

Rapiscono i bambini, poi li portano in campi militari dove "cancellano" la loro memoria e li addestrano a combattere sotto la bandiera dell'estremismo islamico.

È l'ultimo orrore di Boko Haram, riportato dal sito nigeriano di informazione intestigativa Naija247news.com: ottanta bambini tra i 5 e 18 anni sono stati salvati da un campo d'addestramento in Cameroon gestito dal movimento integralista islamista, che ha recentemente giurato fedeltà allo Stato Islamico e che spesso nelle sue operazioni rapisce giovani ragazzi e ragazze, a scopo di reclutamento.

Quello che si è scoperto ora è che i terroristi fanno sui ragazzi una sorta di lavaggio del cervello, cancellando giorno per giorno il loro nome e i loro ricordi affinché siano totalmente asserviti. Gli ottanta bambini sono stati salvati a novembre, ma la notizia di quello che hanno subìto è venuta alla luce solo ora grazie al lavoro di Christopher Fomunyoh, direttore del National Democratic Institute. "I bambini hanno passato moltissimo tempo con i loro rapitori, sono stati indottrinati e cresciuti nell’ideologia jihadista in maniera così totalizzante da perdere completamente il contatto con il loro passato", ha raccontato alla Bbc Africa. Una manipolazione così profonda che a distanza di mesi non sembra esserci terapia psicologica che permetta loro di ricordare il proprio nome, il proprio paese di origine, la propria famiglia.

Commenti

Roberto Casnati

Gio, 12/03/2015 - 01:52

Un effetto così profondo e marcato si può ottenere solo con l'uso di sostanze chimiche come, ad esempio, quelle contenute in funghi allucinogeni come il pejote.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 13/04/2017 - 09:17

Portateli in itaglia,così i pdioti e loro organizzazioni saranno contenti...ahhh meglio far sparire coltelli,martelli e tuttocià che può essere trasformato in arma :-)