Lubitz, lo psichiatra avvisò Lufthansa: "Obbligo di test medici più accurati"

Lubitz aveva mentito ai medici, dicendo loro di essere in malattia mentre invece continuava a lavorare

Andreas Lubitz assumeva farmaci antidepressivi: a scriverlo è la Bild che cita fonti giudiziarie. Il copilota della Germanwings assumeva il Lorazepam, un farmaco prescritto a chi ha problemi di sonno, usato anche contro attacchi di panico. Non è chiaro se ne facesse però uso regolare. Secondo nuovi dettagli d’indagine, il problema agli occhi di cui soffriva il copilota sarebbe stato provocato invece da un incidente stradale del 2014 (nel quale era rimasto ferito a causa dell'apertura dell'airbag): da allora risulta che vedesse spesso "buio attorno a lui", scrive ancora Bild.

In merito alle proprie condizioni di salute, Lubitz aveva mentito ai medici, dicendo loro di essere in malattia mentre invece continuava a lavorare. Secondo Bild, l'uomo aveva detto ai medici di essere un pilota, ma aveva nascosto il fatto che continuava a lavorare.

Infine, emerge una novità sui controlli medici. In base a quanto riporta la stampa tedesca, quando Lubitz nel 2009 chiese di riprendere l’addestramento nella scuola di volo Lufthansa interrotto per la depressione, ripetè i test medici e venne sì dichiarato idoneo da uno psichiatra, ma quest'ultimo gli attribuì l’annotazione "Sic": obbligo di controlli medici più accurati.

Commenti
Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 02/04/2015 - 15:23

MA INSOMMA, NON MANDANO COPIA AL DATORE DI LAVORO? NON CI CREDO