L'ultimo orrore saudita: 17enne condannato, verrà ucciso sulla croce

Il regno arabo rigetta l'appello di un ragazzo arrestato nel 2012 per proteste illegali: è stato condannato alla crocifissione

Non solo Isis. Adesso anche l'Arabia Saudita uccide i propri cittadini col più barbaro dei metodi d'esecuzione: la crocifissione.

Lo Stato arabo ha rigettato infatti l'appello finale del giovane Ali Mohammed Al-Nimr, arrestato a diciassette anni nel 2012 per proteste illegali e illegale possesso di armi da fuoco. Dopo anni di lungaggini giudiziari, i suoi difensori erano riusciti a far sospendere l'esecuzione della sentenza, inizialmente prevista per il 27 maggio dello scorso anno.

Ora però che l'appello è stato esaminato e giudicato in segreto non c'è nulla da fare. Maya Foa, direttore del dipartimento sulla pena di morte presso la ong Reprieve ha protestato ricordando che si tratta di una condanna che vìola il diritto internazionale e le più elementari norme di civiltà: "Nessuno dovrebbe vivere l'ordalìa di Ali - ribadisce - Tortura, confessioni estorte con la forza, un processo segreto ed ingiusto, conclusosi con una condanna a morte per crocifissione."

A nulla, però, sembrano valere le proteste della comunità internazionale: duemila anni di storia non sono valsi ad insegnare agli uomini come condannare la barbarie.

Commenti

Rossana Rossi

Mar, 22/09/2015 - 10:50

E se continua questo andazzo, saremo governati da questa gente..........

levy

Mar, 22/09/2015 - 10:52

L'Arabia dei Sauditi, questo è il paese che l'ONU vuole proporre come guardiano dei diritti umani. Ci sono ragioni per credere che qualcosa non va' bene all'interno di quell'organizzazione.

@ollel63

Mar, 22/09/2015 - 10:59

questa è la gente civile di una umanità bestiale.

emigratoinfelix

Mar, 22/09/2015 - 11:10

e pensare che l´onu8scrivo volutamente minuscolo)ha affidato a questi barbari sauditi la direzione del comitato per la tutela dei diritti umaani.....

Tuthankamon

Mar, 22/09/2015 - 11:28

Perfino pensare al dialogo con questa gente mi fa provare repulsione! Da un punto di vista anche meramente culturale, il valore della persona e il passaggio dalla civiltà tribale a una tolleranza relativa non sono mai pervenuti, inutile farsi illusioni. Questi non sanno cosa siano la compassione e il perdono!!!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 22/09/2015 - 11:39

L'ONU è COMPLICE di questa barbarie... Ban-ki-moon dovrebbe dimettersi solo per questo...

macchiapam

Mar, 22/09/2015 - 12:00

Ha ben ragione Levy: come è possibile che sia nominato alla presidenza del consiglio per i diritti umani dell'ONU un rappresentante di un paese tanto barbaro? All'ONU sono definitivamente impazziti?

Ritratto di MissPiggott...

MissPiggott...

Mar, 22/09/2015 - 12:04

diceva il buon Bracardi "l'uomo è una bestia", ma con tutto il rispetto per le bestie i musulmani esagerano

Ernestinho

Mar, 22/09/2015 - 12:22

Peggio dei "barbari" di una volta!! E questo sarebbe uno dei paesi orientali più moderni!

Renee59

Mar, 22/09/2015 - 12:24

Da questa gente non si dovrebbe comprare neppure una sola goccia di petrolio. Si dovrebbe lasciarli nella loro ignoranza e coi loro cammelli. L'Occidente è responsabile della morte ignobile di questo ragazzo.

Gianni11

Mar, 22/09/2015 - 12:24

Se fossimo una nazione sovrana che si rispetta dovremmo subito ritirare il nostro ambasciatore e chiudere ogni contatto diplomatico con tali barbari. Questo senza badare a nessun altra considerazione di soldi o petrolio. Ma facciamo parte della NATO che invade e bombarda paesi uccidendo civili a migliaia percio' che possiamo dire?

Renee59

Mar, 22/09/2015 - 12:25

@Levy, credo che si siano comprati tutta l'ONU. Non si può pensare ad altro.

Luigi Farinelli

Mar, 22/09/2015 - 12:30

In duemila anni di Storia il Cristianesimo aveva scolpito nell'animo umano il concetto di sacralità della vita, concetto poi abbracciato e fatto proprio da tutti popoli della terra (dalla Cina ai discendenti dei sanguinari Maya). Ma c'è anche chi questo non l'ha mai accettato (IN OCCIDENTE, soprattutto nella cosiddetta "Era dei Lumi" c'è chi ha continuato a brigare per portare il mondo nel più bieco nichilismo con istigazione ad un nuovo paganesimo panteista che il Cristianesimo vorrebbe abbattere: vedi massoneria, ONU, EU...). IN MEDIO-ORIENTE, con la Scuola Islamica Hambalita (che ha poi originato, in Arabia , la più integralista setta Wahabita e il fenomeno dei fanatici Ikhwan coi quali Ibn Saud conquistò un regno, avviando la dinastia Saudita). Coi Wahabiti l'interpretazione del Corano portò (e porta) a questi comportamenti certamente non testimonianza di evoluzione spirituale.

agosvac

Mar, 22/09/2015 - 13:45

La cosa che ha dell'incredibile è che questa nazione abbia un seggio all'ONU!!! Se l'ONU fosse un'organizzazione seria la dovrebbe immediatamente espellere!!! Purtroppo all'ONU poco interessa di quello che fa l'Arabia Saudita, all'ONU interessano solo i bei soldini che l'Arabia Saudita gli versa ogni anno e che permettono ai loro burocrati delinquenti di fare la bella vita!!!!! Ma non solo questo, poi si riciclano nei vari Governi nazionali come ha fatto in Italia una certa signora di cui è bene non fare il nome!!!!!!

marcogd

Mar, 22/09/2015 - 13:59

@Renee59: lo penso anch'io ed è sempre più tragicamente evidente.

Mizar00

Mar, 22/09/2015 - 14:55

Dove sono le "proteste della comunità internazionale" citate nell'articolo? Io non le sento..

SAMING27

Dom, 27/09/2015 - 13:55

adoratori di Allah, il misericordioso

SAMING27

Dom, 27/09/2015 - 13:58

ma nel corano Allah è descritto "il misericordioso"