L'ultimo smacco di Kiev a Putin: bandito lo champagne sovietico

La scusa per innervosire ulteriormente il Cremlino è pizzicare le bollicine amate dai russi in tutto il mondo

Lo "champagne sovietico" è stato bandito dalle tavole ucraine. È l'ultimo smacco di Kiev alla Russia di Vladimir Putin. La scusa per innervosire ulteriormente il Cremlino è pizzicare le bollicine amate dai russi in tutto il mondo sull'aggettivo "sovietico". La Rada ha infatti votato una legge sul divieto dell’ideologia e dei simboli del nazismo e del comunismo, subito ratificata dal presidente Petro Poroshenko nell’aprile del 2015. E ora è stata applicata anche all'etichetta dello champagne incriminato.

Come racconta la Stampa, lo champagna bandito da Kiev non si chiamerà più sovietskoe, ma sovietovskoe. Restavono invece invariati i contenuti della "Fabbrica capitolina di vini champagne di Kiev spa". La legge, pensata per mettere in chiaro che l’Ucraina è stata vittima di entrambi i totalitarismi europei del Novecento, è stato il grimaldello per togliere dalle piazze delle città ucraine le statue di Lenin e dei leader russi. Ora, però, viene usata per bandire toponimi di vie o pellicole sovietiche bandite in tivù. Sebbene Kiev abbia pià volte assicurato che la semplice menzione dell'aggettivo "sovietico" non è di per sé un reato, la legge viene sempre più usata per punzecchiare la Russia. Tanto che alcuni hanno provato ad abolire Ded Moroz, il Babbo Natale russo-sovietico e ora lo "champagne sovietico" nato in Urss nel 1937.

Secondo gli ucraini, l'etichetta dello "champagne sovietico" è il simbolo del benessere comunista e suscita nostalgie in milioni di persone. Tuttavia, il tentativo di sostituire l'etichetta con lo "champagne ucraino" hanno ridotto drasticamente le vendite.

Annunci

Commenti

buri

Lun, 04/01/2016 - 10:54

ma se non hanno neanche i soldi per pagarsi il gas cosa vengono a minacciare?

cgf

Lun, 04/01/2016 - 11:02

Hanno dovuto farlo, non hanno più soldi e sperano che i francesi regalino il loro

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 04/01/2016 - 11:19

Ennesimo autogol del sig. presidente Poroshenko ( Walzman ).

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 04/01/2016 - 11:34

importante non abolire i sommergibili russi nel mar Mediterraneo.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 04/01/2016 - 11:38

Venite in Italia abbiamo dell'ottimo prosecco!

giovanni1969

Lun, 04/01/2016 - 11:46

Drammatica notizia per l'economia russa. si prevede una calo del PIL del 30% per il cambio etichetta sicuramente il PIl ucraino e il comparto agroalimentare ucraino sprofonderà sempre di più dopo l'entrata in esercizioe delle sanzioni russe sui prodotti agroalimentari ucraini partire dal 01/01/2016

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Lun, 04/01/2016 - 12:14

E´quantomeno ironico, chiamare quella emerita schidezza "champagne"... Raramente ho assaggiato cose piú disgustose! Somiglia a quella che 30 anni fá, veniva chiamata "spuma" e veniva data in premio ai parchi divertimenti...

@ollel63

Lun, 04/01/2016 - 12:16

la stupidità degli stupidi è cosa ovvia.

edo1969

Lun, 04/01/2016 - 12:32

oeuh che smacco

giosafat

Lun, 04/01/2016 - 12:52

Signori giornalisti, se andaste a frugare nelle nostre pattumiere trovereste materiale per articoli altrettanto interessanti.

Eraldusik

Lun, 04/01/2016 - 13:00

Mamma mia.....questo si che metterà in ginocchio l'economia Russa.

Ritratto di Stefano Tatai

Stefano Tatai

Lun, 04/01/2016 - 13:37

Non fatemi ridere! Smacco di Kiev alla Russia? Non piuttosto ai propri cittadini che vengono privati di qualcosa di piacevole come lo spumante? Tipica mentalità da nazifascista qual'è Poroshenko. Credete che l'epiteto sia esagerato? Guardate le bande di estrema destra e i mussulmani dell'ISIS ospitati in Ucraina.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 04/01/2016 - 13:56

...non vale la pena commentare.. l'Ucraina è ormai quarto mondo.

Dordolio

Lun, 04/01/2016 - 14:30

Si può fare... soprattutto quando sei mantenuto dal cosiddetto "occidente" a fondo perduto. Cioè da noi (bischeri).

Ritratto di Geppa

Geppa

Lun, 04/01/2016 - 16:18

Smacco in senso figurato perchè lo Shampanska, molto dolce e gasato, è uno spumante che tradizionalmente viene e veniva bevuto in tutto l'URSS russo, Ucraina compresa, come dire che si vieta appunto il pandoro in Puglia, non ha senso. L'Ucraina è alla canna del gas, indebitato fino al collo nonostante gli sconti che il FMI gli fa su spinta USA e sono al collasso. Ovviamente non se ne parla ma stanno messi molto male. Hanno tagliato tutto quello che si può tagliare come spesa sociale e la corruzione è aumentata. Nessuno ha coraggio di fare alcun cambiamento, alle elezioni passate non hanno permesso di votare in quelle regioni in cui c'era stata la maggioranza per il predecessore Yanukovic. Figuratevi che posto è...il solito paradiso USA.

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 04/01/2016 - 16:27

Cosa serviranno ora nei bordelli della citta al posto dello champagne russo ai loro clienti,la spuma di cernobil.Penso che no ,probabilmente la loro prima economia andra a picco.