L'uomo che ha creato un nuovo reame in Africa per la figlia

Lei voleva essere principessa. E lui ha mantenuto la promessa. Ora vorrebbe entrare alle Nazioni Unite

Jeremiah Heaton fotografato con la bandiera del Nord Sudan

Ci sono promesse difficili da mantenere. Per dirne una, quella che lo statunitense Jeremiah Heaton ha fatto alla figlia, nel giorno del suo settimo compleanno, promettendole che un giorno sarebbe stata una principessa. Una richiesta praticamente impossibile da accontentare, ma a cui l'uomo in qualche modo ha tenuto fede.

Heaton, che abita in Virginia ed è un agricoltore, è partito da casa con un aereo diretto in Africa, in valigia una bandiera blu con una corono d'oro e quattro stelle, intenzionato a piantarla nel deserto dell'Africa nordorientale e creare qui un reame per la figlioletta.

Per mantenere fede alla sua promessa, ha iniziato a indagare fino a che ha scoperto una zona di 2.060 chilometri quadrati, il Bir Tawil, che si estende tra l'Egitto e il Sudan e su cui nessuno dei due Stati avrebbe mai dichiarato la propria sovranità. Sufficiente per fargli prendere un aereo e dichiarare (su facebook) la creazione di una nuova monarchia.

Heaton ha proclamato la creazione del Regno del Nord Sudan e sostiene anche di averlo fatto con il consenso delle autorità egiziane. Si è nominato re e di conseguenza la figlia è diventata principessa del neonato Stato. Almeno sulla carta. "Chiedo gentilmente a chi incontrerà Emily - ha commentato - di rivolgersi a lei con il suo titolo ufficiale, Principessa Emily".

La storia del Nord Sudan ricorda un po' quella del Liberland, Stato "tasse free" fondato tra la Serbia e la Croazia, che ha attirato in pochi giorni richieste di cittadinanza da tutto il mondo e si è guadagnato i titoli dei giornali di mezzo mondo.

Heaton ha riconosciuto lo Stato del Liberland, primo al mondo a farlo - anche se non è chiaro con quale autorità - e ora vorrebbe entrare alle Nazioni Unite come Stato osservatore e ha nominato alcuni ambasciatori in Europa, sperando che qualcuno gli dia una legittimità.

Commenti
Ritratto di stock47

stock47

Lun, 11/05/2015 - 14:00

Ha tutto il diritto di entrare nelle Nazioni Unite se ci hanno fatto entrare addirittura una nazione inesistente senza territorio come la Palestina. Il tizio in questione il territorio almeno ce l'ha.

Ritratto di fullac

fullac

Lun, 11/05/2015 - 15:45

Beh che padre! La figlia si ricorderá per tutta la vita ... ( ammesso che ora lui si ricordi che lo ha fatto per mantenere una promessa a lei )

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 11/05/2015 - 16:09

Da quelle parti peró non porterei in visita una principessa...

Grix

Lun, 11/05/2015 - 16:20

Fra un po' saranno invasi da ISIS.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 11/05/2015 - 16:41

Attento, ci sono tipi non troppo raccomandabili da quelle parti... E' arrivato il furbone, poi lo rapiranno e ci sarà da pagare...

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 12/05/2015 - 09:35

Che bella storia, spero che ottenga quello che desidera. Chi non vorrebbe un padre così ?

Altoviti

Mar, 12/05/2015 - 11:59

Poteva venire in Italia, visto che la sinistra l'ha ridotta a terra di nessuno!

Altoviti

Mar, 12/05/2015 - 13:33

A @gzozi: I tipi poco raccommandabili ci sono anche in Italia e sono pure al governo!