Mali, spari in ristorante: 5 morti e 8 feriti

Ucciso un belga, un francese e un altro occidentale. Mogherini: uno di loro lavorava con la Ue

Almeno cinque persone sono morte e altre 8 sono state ferite in un attacco ad un ristorante a Bamako, la capitale del Mali. Tra le vittime ci sono un francese, un belga e un altro europeo.

"Si tratta di un attacco terroristico", ha affermato un agente di polizia, aggiungendo che tra i morti ci sono due cittadini locali. Alcuni testimoni hanno dichiarato di aver visto gente scappare e gridare "Allah è grande" in arabo. "Ho appena parlato dell’attentato terroristico a Bamako con il capo della delegazione Ue in Mali. Una delle vittime lavorava con noi", ha detto su twitter l’alto rappresentante per la politica estera europea, Federica Mogherini.

La polizia ha già arrestato due persone per quello che sembra un attentato di matrice islamica in un locale, La Terrasse, che si trova nel quartiere dell’Hippodrome molto frequentato dagli occidentali. Si tratta del primo attentato da molti anni a Bamako, nel sud, mentre nel nord di Mali proseguono le violenze dei separatisti tuareg e delle milizie qaediste anche dopo che le truppe francesi hanno contribuito a liberare le principali città. Le vittime sono un agente di polizia e una guardia privata maliani, un belga, un francese e un’altra persona di cui non è chiara la nazionalità ma potrebbe trattarsi di un europeo. Il francese è stato ucciso nella sparatoria nel ristorante che ospita anche un locale notturno, mentre il belga in una strada vicina, quando gli aggressori in fuga hanno lanciato una bomba a mano contro la sua auto.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 07/03/2015 - 11:57

a quello che lavorava per la ue gli sta bene. Frutto della loro politica di sottomissione alla feccia islamica.