Marò, indiani in protesta davanti a Corte arbitrato: "Abusi da parte dell'Italia"

Lo fanno sapere i media locali, ora sul caso dei fucilieri della Marina sono gli indiani ad annunciare una protesta contro l'abuso del potere legale esercitato dall'Italia

Il ministero dell'Interno indiano si accinge a chiedere a quello degli Esteri di presentare preliminarmente una protesta davanti al tribunale di arbitraggio internazionale, a cui si è rivolta l'Italia all'Aja nella vicenda dei suoi due marò bloccati in India, per sostenere che la stessa Italia ha "abusato del processo legale" indiano. Lo scrive oggi il quotidiano The Economic Times.

Il senso di questa tesi, aggiunge il giornale che cita un'alta fonte ministeriale anonima, è che l'Italia si sarebbe rivolta alla Corte permanente di arbitraggio (Cpa), prevista dalla Convenzione dell'Onu sul diritto del mare (Unclos), senza aver esaurito prima le opzioni legali esistenti in India.

"Dato che l'incidente in cui sono morti due pescatori indiani è all'esame della Corte Suprema di Delhi - ha spiegato la fonte - può configurarsi come un abuso del sistema legale l'aver deciso di optare per un arbitrato internazionale senza avere prima esaurito le opzioni locali, come richiesto dal diritto internazionale e specificato nell'articolo 295 dell'Unclos". Se il tribunale internazionale fosse d'accordo con questa tesi, sottolinea il giornale, si asterrebbe da qualsiasi altra azione, rispettando la sostanza dell'articolo invocato.

Nel caso che questa strategia non avesse successo, indica poi la fonte ministeriale, e l'arbitraggio andasse avanti, al ministero degli Esteri sarebbe richiesto di fondare la propria strategia sull'incidente conosciuto come Lotus, presentato nel settembre 1927 alla Corte permanente di Giustizia internazionale della Lega delle Nazioni. In quella circostanza il tribunale stabilì che spettava alla Turchia la giurisdizione penale dopo che otto suoi cittadini erano affogati il 2 agosto 1926 a seguito di una collisione in alto mare, a nord della città greca di Mitilene, fra il piroscafo a vapore francese 'S.S. Lotus' e quello turco 'S.S. Boz-Kourt'.

Commenti

Tuthankamon

Gio, 16/07/2015 - 11:47

Riportiamoli in Italia e chiudiamo la questione con la piu' totale indifferenza. Non si puo' dare credito a questa gente!

magnum357

Gio, 16/07/2015 - 11:54

Eh già !!!! Sapete perchè sono i media locali contrari ad un arbitrato internazionale ? Semplicemente perchè la palla passa ad un tribunale dove si deve nominare periti di propria parte e pertanto verranno a galla - è il caso di dirlo - tutte le stramberie dell 'investigazione indiana !!!!! Dall'ora di avviso alle autorità indiane, alla presenza di altre imbarcazioni, alla balistica dei colpi trovati sul peschereccio indiano e al calibro delle pallottole impossibili da usare sui fucili della Marina Militare italiana !!!!!

Edmond Dantes

Gio, 16/07/2015 - 12:03

Hanno pure il coraggio di parlare di opzioni legali quando non hanno ancora formulato un capo d'accusa dopo tre anni ! Ma va là' ! Certo che con un' ameba come la Mogherini ed un governo di celenterati come quello nostro, si possono permettere di tutto.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 16/07/2015 - 12:07

'Questa è strepitosa'. Ora l'abuso di potere lo avremmo perpetrato noi! Hanno una faccia come il Cu10... Non fidatevi neppure di chiedere 'che ore sono' con gli indiani. Parlo per esperienza.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 16/07/2015 - 12:13

Leggo : "… può configurarsi come un abuso del sistema legale l'aver deciso di optare per un arbitrato internazionale senza avere prima esaurito le opzioni locali, come richiesto dal diritto internazionale e specificato nell'articolo 295 dell'Unclos". - - - Ehhh la peppa ! Ma queste "opzioni locali" potrebbero/dovrebbero essere espletate entro quanti anni, pardon, decenni ?

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 16/07/2015 - 12:16

Sia come sia, non ci resta che attendere, trepidanti e fiduciosi, i lumi del ns tuttologo nazionale e sovranazionale.

belli_capelli

Gio, 16/07/2015 - 12:30

Somma vergogna (ma loro non conoscono il signficato della parola vergogna) sui tre governi illegittimi che si sono succeduti a Roma... Continuiamo a farci prendere per il c... dagli indiani e, mi raccomando, continuiamo a importare merce indiana... Che paese di bambaluga la nostra povera italia!!!

paolo1944

Gio, 16/07/2015 - 12:33

Che aspettiamo a fare un blitz e portar via Girone? Basta un elicottero e una nave al largo. E poi questi indiani assassini di donne e bambine facciano quel c. che gli pare, che si fottano.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 16/07/2015 - 12:39

Caxxo ci vuole fegato per indignarsi. Ma come un Paese dove stuprano e uccidono bambini e qui NON si indignano??? Cosa NON piace dell'arbitrato internazionale......le prove??? il dover eventualmente pagare e rimetterci la faccia??? Dopo tre anni???

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 16/07/2015 - 12:53

Ma che è, una barzelletta? Perchè non gli rimandiamo a casa qualche decina di migliaia dei loro straccioni, che sono venuti più o meno legalmente in Italia?

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Gio, 16/07/2015 - 13:07

L'ignorante tracotanza della "civilissima" India non ha limiti. L'Unclos ha ribaltato la giurisprudenza antecedente, come peraltro secondo logica giurisdizionale. Se ci si rende responsabili nei confronti di cittadini di altro stato estero di omicidio colposo o volontario su territorio italiano, la gravità del reato è secondaria rispetto al principio cardine, la giurisdizione è italiana. Inoltre il Trattato giudica reato penalmente perseguibile le false comunicazioni marittime, quali quella con cui è stata con l'inganno richiamata in porto la Enrica Lexie, della quale invece gli indiani si sono vantati come di loro strumentale astuzia strumentale.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 16/07/2015 - 13:09

Mi piacerebbe sentire il parere del primo della classe tal RAUL.

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Gio, 16/07/2015 - 13:13

Alla luce degli sviluppi odierni in un commento nel Gruppo "Riportiamo a casa i due Militari prigionieri" ho richiamato l'attenzione sulla necessità di una risposta ferma dura e sprezzante alla tracotanza indiana divenuta impellenza ineludibile. Purtroppo coloro che ci sgovernano sanno solo essere pavidi, tremebondi, ricattabili di fronte interessi veri o presunti che siano, comunque comunque caratterizzati dal godere in maniera masochistica a mostrarsi proni e succubi di fronte a chiunque alzi un tantino la voce e compia inammissibili prevaricazioni. Se l'arbitrato non basta, si deve fare ricorso al Consiglio di Sicurezza e avanzare richiesta di intervento alla Nato richiamandosi all'articolo 4, con riserva di invocare le clausole previste dall'articolo 5.

Raoul Pontalti

Gio, 16/07/2015 - 13:21

Sovrannazionale il tuttologo, con due enne per favore (i composti con sopra/sovra chiedono il raddoppiamento: sopraffatto, sovrapposto, etc.). La Posizione indiana, come esposta dalla stampa locale, non convince: l'art. 295 UNCLOS prescrive l'esaurimento dei ricorsi interni se e in quanto richiesti dal diritto internazionale, ma la questione della giurisdizione non era già stata risolta in senso negativo per l'Italia con la sentenza della Corte suprema indiana del 18 gennaio 2013? Caso chiuso sotto questo profilo che sarà appunto oggetto dell'arbitrato. Che l'Italia peraltro compia ogni genere di abuso di diritto in dispregio dell'art. 300 UNCLOS è cosa risaputa ed eziandio pacifica, ma è altro discorso...

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 16/07/2015 - 13:23

Agli indiani gli mandarei tanti bei missili sulla testa.

acam

Gio, 16/07/2015 - 13:28

e monti pretende organizzare l'europa... via l'incarico e via la pensione che va data ai fucilieri

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Gio, 16/07/2015 - 13:47

continuate coi pipponi ad libitum...la verità è che noi a livello internazionale non possiamo esibire la bomba nucleare, loro si. Mettiamoci l'anima in pace.

Marcolux

Gio, 16/07/2015 - 13:48

Addirittura! Siamo veramente il Paese dei balocchi, la barzelletta del mondo. Presto saremo spazzati via, l'Italia sarà terra di conquista e di spartizione. Sarà la fine della nostra millenaria civiltà. Dopo la Grecia, patria del diritto e del pensiero umano, toccherà alla patria dell'arte e della conoscenza. Vili infami comunisti che avete portato il nostro Paese nel baratro. Dio vi maledica in eterno!

altanam48

Gio, 16/07/2015 - 14:43

Ma basta brutti animali! Mollate l'osso! Non sapete che pesci prendere e rimandate sempre! Quanto alla risposta reale e immediata gliela darei in brevissimo tempo: basta fermare una delle loro carrette del mare che solca il Mediterraneo ed arrestare l'intero equipaggio per....inquinamento grave delle acque, traffico di armi e droga. Ma non è vero. Certo, ma intanto arrestiamo e poi verifichiamo. Ma stavano in acque internazionali! E chi lo dice? Intanto arrestiamo e poi verifichiamo!!.....Non so se ho reso l'idea....

ClaudioB

Gio, 16/07/2015 - 14:46

Dai Raoul, è giunto il momento di darci un taglio con questa serie di cavilli che snoccioli in favore di un'indifendibile magistratura indiana. Capisco che per te sia un divertimento, ma stai esagerando.

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 16/07/2015 - 14:55

scassa giovedì 16 luglio 2015 Non voglio sapere né il perché ne il percome ,governo italiano ,fai solo SCHIFO SCHIFO. SCHIFO. ,MINISTERO DELLAAE FORZW ARMATE FAI SCHIFO.,PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA FAI VENIRE SONNO A MORFEO , Possibile che il diritto sia morto ? scassa.

gon73

Gio, 16/07/2015 - 15:04

@PONTALTI... dopo "leggere" verbo transitivo (leggiti le mie repliche all'articolo sugli abusi dell'ISIS sui bambini) ancora che pontifichi dando pseudo lezioni di grammatica italiana. Stavolta l'hai azzeccata cmq... Mera fortuna direi... Incredibile pure che io concordi con la prima parte del tuo post. La seconda, accusatoria e cialtronesca come tuo solito, è risibile. Risaputo da chi? In quali termini? Quali articoli ha violato l'Italia? Le ricordo che, nella fattispecie, dopo 3 anni non c'è imputazione né certezza che il fatto, peraltro da dimostrarne la dinamica, sia avvenuto entro le 12 miglia e che, quindi, ricada sotto giurisdizione indiana. Informati prima di straparlare a vanvera...

Agus

Gio, 16/07/2015 - 15:10

Ma è veramente impossibile liberarli in altri modi? Abbiamo degli incursori fra i migliori al mondo, fossero israeliani sarebbero liberi gia`da tanto tempo

veromario

Gio, 16/07/2015 - 15:18

serve solo una bella azione delle teste di cuoio,ma che dico le teste di cuoio hanno già fatto anche troppo.

lamwolf

Gio, 16/07/2015 - 15:32

Dipendesse da me ma anche da molti miei conoscenti rimanderei in India tutti gli indiani nel nostro paese senza anti giri di parole ma con un solo fatto, Viaaaaa!

Raoul Pontalti

Gio, 16/07/2015 - 15:56

Ma qualcuno può spiegare a gon73 che i verbi transitivi possono talvolta usarsi come intransitivi e che persino gli intransitivi per eccellenza possono talvolta (compl. ogg. int.) usarsi transitivamente? Che si può dire vivere una vita intensa con tanto di complemento oggetto appiccicato ad un verbo intransitivo e dire anche leggo per divertimento con uso assoluto e quindi intransitivo di un verbo transitivo? C'è qualcuno che possa convincere gon73 che non c'è partita sulla grammatica tra chi il latino l'ha studiato, magari in coppia con il greco, e chi non l'ha studiato?

gon73

Gio, 16/07/2015 - 16:34

ahahahahahh... c'è qualcuno che può spiegare a PONTALTI che la grammatica, come la matematica, NON è un'opinione, ma si fonda su regole precise. Quello che dici è ERRATO. PUNTO! LEGGERE è un verbo TRANSITIVO! Ti rode che per l'ennesima volta ti ho preso in castagna, eh? Controlla in un vocabolario qualsiasi e ripassa la definizione delle forme dei verbi... Non so proprio in quale istituto professionale tu possa esserti formato, altro che greco e latino...

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 16/07/2015 - 17:03

Gli indiani hanno la faccia come il cuxo quando parlano di abuso legale. Hanno attratto una nave alleata in acque internazionali con l'inganno, hanno arrestato i nostri due marò su territorio italiano con la minaccia di non far ripartire la nave, hanno sequestrato armi che non erano di loro competenza. Hanno trattenuto per tre anni due soldati di altra nazione, cosa che in altri tempi avrebbe portato alla immediata guerra, per di più senza formulare accuse di nessuna sorte, senza portare prove di nessun genere, nascondendo e distruggendo tutte le prove, dai corpi all'imbarcazione e ai proiettili e non permettendo la presenza dei medici di parte all'autopsia. Nazione in cui si stuprano in pubblico bambini e che costringono a mangiare mxxxa a loro parenti. Si ribellano a una corte internazionale, cioè al di sopra delle parti e parlano di legalità!!! Questa gente avrebbe bisogno solo di prendere calci nel di dietro per fargli fare tutto il tour dell'India.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 16/07/2015 - 17:07

Ehi, tu, raul pontalti, ma che, sei sempre su Wikipedia?

unz

Gio, 16/07/2015 - 18:07

paese senza palle. noi.

scorpione2

Gio, 16/07/2015 - 18:13

sbraitate per partito preso,ragioniamoci su' e se per caso ci fosse di mezzo le tangenti di corruzzione della finmeccanica?, sempre ragionandoci sopra,come mai per scortare una petroliera occorrono 6 maro'? e da quando per scortare una nave privata ci vuole l'esercito?,cosa trasportava per avere l'esercito di scorta?,i pirati vi rammento che la petroliera e' alta quasi 25 metri,mi piacerebbe vedere uno arrampicarsi, perche' non dicono la verita?, la russa se ne e' lavate le mani,ha fatto come pilato,sono cxxxi vostri.

scorpione2

Gio, 16/07/2015 - 18:16

sono prigionieri d'oro,sia per loro che per noi,ci sono di mezzo le tangenti,altro che pirati.

scorpione2

Gio, 16/07/2015 - 18:25

lo sapete il motivo di tutto questo? perche' ci sono superiori,in vent'anni sono diventati la quarta potenza mondiale, noi invece a differenza loro in vent'anni siamo diventati peggio del terzo mondo e tutti ci spernacchiano e ce lo meritiamo,in questi vent'anni abbiamo fatto ridere il mondo.

scorpione2

Gio, 16/07/2015 - 18:28

solo in un paese con dittatura puoi sentire una frase da un finto politico, se mi arrestano fate la rivoluzione.

Ritratto di perigo

perigo

Gio, 16/07/2015 - 18:40

Surreale! Sembra il battibecco tra due automobilisti che vanno davanti al giudice di pace e ne cominciano a sparare a valanga per cercare di screditare l'avversario. L'India sta facendo una figura barbina, l'Italia l'ha già fatta aspettando tre lunghi anni per accedere all'arbitrato internazionale.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 16/07/2015 - 18:59

Pontalti 13:21 – Senta, Sior Ocio-Che-So-Tuto-Mi, il suo sovraNNazionale con due enne non è affatto di rigore, neanche se chiede per favore; anzi alcuni vocabolari non lo considerano neppure. 1) Sabatini Coletti : sovraNNazionale dice parola non trovata e indica invece : sopraNNazionale o sovraNazionale, sopraNazionale. – 2) Hoepli : sovraNNazionale non lo trova. Indica invece : sopraNazionale o sopraNNazionale, sovraNazionale. – 3) Treccani indica entrambe le forme (una o due "n") sia per il sovra che sopra (nazionale). – 4) Dizionario on-line indica : sopraNazionale (o sopraNNazionale ; anche sovraNazionale) comunque niente sovraNNazionale. – Precisato un tanto, è affascinante notare come secondo lei, tanto per non cambiare, è l'Italia che "compie ogni genere di abuso di diritto". - C'era da scommetterci. - (2° invio)

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 16/07/2015 - 19:12

Oh, perbacco, se non ci fossero i verbi transitivi i Marò sarebbero a casa da un pezzo. :)

lento

Gio, 16/07/2015 - 20:11

Popolo primitivo e zingaresco.

killkoms

Ven, 17/07/2015 - 12:05

ora gli indù fanno i protestanti..!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 17/07/2015 - 12:20

Nuova Delhi dista dalla costa Ovest un migliaio di chilometri. Di più dalla costa Est. Posto che passare da Pakistan o Cina sia ancora più difficile, come sarebbe possibile un'azione delle nostre forze speciali per portarsi via di brutto il marò prigioniero? Anche se entrassero in India in incognito, come ne uscirebbero? La frittata è ormai fatta e rigirata, resta solamente la via legale, dal momento che quella diplomatica proprio non c'è. Sekhmet.