In Marocco torna la poligamia

Il Marocco, un Paese a fede musulmana, avere più mogli non solo è tollerato ma è addirittura regolamentato per legge

L'anno scorso, in Marocco, il governo islamista moderato ha riformato il codice della famiglia. L'obiettivo è scoraggiare la poligamia. Tuttavia, in un Paese a fede musulmana, avere più mogli non solo è tollerato ma è addirittura regolamentato per legge. All'uomo basta l'autorizzazione del tribunale e il via libera della prima moglie e poi può arrivare a contrarre fino a quattro matrimoni.

Non deve quindi stupire se, all'interno del governo guidato dal partita della giustizia e dello sviluppo (Pjd), il ministro della Giustizia Mustafa Ramid abbia due moglie e il ministro per i Rapporti con il parlamento Lahbib Choubani abbia presentato la richiesta di contrarre le seconde nozze. Quest'ultimo punta a prendere come seconda moglie Soumia Benkhaldoun, ministro con delega per l'insegnamento che è già divorziata.

Commenti

SanSilvioDaArcore

Mer, 22/04/2015 - 11:48

Contenti loro... più mogli = più problemi e più suocere...

mila

Mer, 22/04/2015 - 17:56

Se l'unico problema del mondo islamico fosse la poligamia (per di piu' regolamentata, come in Marocco) non ci sarebbe motivo di scandalizzarsi o di preoccuparci.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 23/04/2015 - 11:06

Beh, a onor del vero, il Corano dà la possibilità ad un uomo di prendersi fino a quattro mogli, ma per soddisfare il preciso precetto di accogliere ed accudire gli orfani (e dovevano essercene a bizzeffe ai tempi di Maometto..). Non ricordo le parole esatte, ma il succo è questo: se pensi di non farcela da solo prendi altre mogli, ma se non ritieni di essere imparziale con loro, astieniti e fatti aiutare dalle domestiche. Al giorno d'oggi, quattro mogli mi paiono fuori luogo, però a casa loro facciano loro. Il problema sarà quando un marocchino arriverà in Italia con tutte le sue mogli, troverà un lavoro, e chiederà i contributi familiari per tutte e quattro. Sekhmet.