May rassicura l'Europa: "Il percorso del Brexit resta invariato"

Il premier britannico conferma marzo come data d'inizio del processo per l'addio all'Ue

"Resta invariato" il calendario della Brexit. Lo ha detto oggi, Theresa May, primo ministro britannico, dopo che l'Alta Corte ha chiarito che per il distacco dall'Unione Europea diventi realtà sarà necessario un passaggio in parlamento.

Il premier, alla guida del Paese nel dopo-Brexit, dopo avere occupato il suo posto a luglio, ha parlato in due colloqui separati con il cancelliere tedesco Angela Merkel e con il presidente della Commissione europea, Jean Claude Junckerm confermando appunto che il percorso non camba.

"Il calendario del governo per notificare l'articolo 50 resta invariato", ha detto il premier, confermando di fatto marzo come la data per l'avvio del processo, come già aveva sostenuto a ottobre, a chi le chiedeva delucidazioni su quale sarebbe stata la tabella di marcia.

L'esecutivo europeo, che teme un prolungamento dei tempi di avvio del negoziato con i 27 Paesi del blocco Ue, si è limitato a confermare che la tabella di marcia è decisa a Londra.

Commenti
Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 04/11/2016 - 14:53

Infatti lo sapevo già ieri, Theresa May dichiarava che restava invariata "the road map" del Brexit!

LupaccioNero

Ven, 04/11/2016 - 14:57

Gli Inglesi hanno un senso della democrazia che il resto del mondo non ha. Se la May che era a favore del "remain" ha deciso di rispettare la volontà popolare anche in barba ai bizantinismi della Alta Corte Britannica significa significa che qualcuno con la schiena dritta ancora c'è e che questo qualcuno ha pure fiutato l' ottimo affare che sta facendo il suo paese

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 04/11/2016 - 14:59

Meno male che c'è Theresa May che ancora non è stata soggiogata da farneticanti giudici, disposti a calpestare, per motivi prettamente politici, il volere degli elettori.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 04/11/2016 - 15:08

May, non vediamo l'ora, il bello lo vedremo quando chiederai qualche aiutino, che spero proprio non ci sia.

MarcoE

Ven, 04/11/2016 - 16:30

Grande May! L'Inghilterra non ha mai sbagliato un colpo nella storia! Andate via prima che la nave (in realtà, la bagnarola ... ) chiamata 'europa' affondi

flip

Ven, 04/11/2016 - 16:35

A questo punto è ampiamente dimostrato che il popolo non conta proprio niente. a che serve votare? è una presa per il cu....lo. Il popolo non è affatto "sovrano" è solo un suddito delle magistrature. E pensare che i tecnocrati magistrati di tutto il mondo. non sanno neanche quanti denti hanno in bocca e quante pulci ci sono nella loro parrucca..

VittorioMar

Ven, 04/11/2016 - 16:38

....la decisione spetta al Parlamento non ai giudici!!

Ritratto di mario bonelli

mario bonelli

Ven, 04/11/2016 - 16:49

Mi auguro che la Sig.ra May abbia gli attributi della Lady di Ferro e cher non si lasci intimidire dai magistrati i quali,m evidentemente, hanno poco rispetto del parere degli elettori. A che cosa è servito il referendum, se comunque i giudici posso mettere becco?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 04/11/2016 - 17:00

IN;OGNI DEMOCRAZIA É IL PARLAMENTO ELETTO DAL POPOLO A VOTARE A FAVORE DI UNA LEGGE OPPURE CONTRO!É SE UNA LEGGE DEVE ESSERE ABOLITA OPPURE USCIRE DA UNA ORGANIZZAZIONE QUESTO DEVE ESSERE FATTO DAL PARLAMENTO É NON DAL GOVERNO! É QUESTO LA SIGNORA MAY LO SÁ DA QUANDO LEI SIEDE NEL PARLAMENTO! PERCHE IN CASO CONTRARIO ALLORA NON É PIU LA DEMOCRAZIA A GOVERNARE IL PAESE MA UNA DITTATURA; É I SIGNORI CHE QUI INVOCANO LA VOLONTÁ DEL POPOLO DEVONO SAPERE CHE É STATO IL POPOLO AD ELEGGERE IL PARLAMENTO ED É IL PARLAMENTO CHE DEVE STABILIRE QUANDO É COME L;INGHILTERRA DEVE LASCIARE LA UE!.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 04/11/2016 - 17:03

mario bonelli: i giudici non hanno messo becco su un referendum CONSULTIVO ma hanno solo indicato la strada legale che il governo britannico deve seguire se vuole soddisfare il parere dei britannici.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 04/11/2016 - 17:16

Mi dite cosa serve fare un referendum e spendere 500 milioni di sterline per poi dire che non vale? Si prende in giro il popolo due volte. E i giudici non potevano dire prima di non farlo, perchè decide il parlamento? Ma allora che razza di democrazia è? Mi sa che i giudici sono intervenuti perchè ha vinto Brexit, se avessero vinto gli altri avrebbero detto: come vuole il popolo. Ce ne sono di fetenti in giro, eh?

Ritratto di alex274

alex274

Ven, 04/11/2016 - 17:29

Si è sempre saputo che il referendum era consultivo e che era necessaria una delibera del Parlamento Inglese successiva. Io almeno lo so da mesi. Non mi stupisce per nulla che la Magistratura Inglese abbia imboccato questa strada, se ne parlava da tempo.

giottin

Ven, 04/11/2016 - 17:50

Brava May, sfida quelle toghe laburiste!

Tuvok

Ven, 04/11/2016 - 17:56

Il parlamento HA GIÀ VOTATO quando ha dato alla May L'INCARICO DI GESTIRE IL BREXIT. Dopo l’esito del referendum Cameron ha annunciato che il parlamento avrebbe portato avanti ciò che era stato DECISO dai cittadini, si è poi dimesso per ovvie ragioni. A questo punto si è aperto un dibattito su chi sarebbe stata la persona più adatta a GESTIRE L’USCITA DELL’EUROPA ed è stata NOMINATA la May, che quindi ha PIENO MANDATO. Il ricorso contro l’attivazione dell’art 50 è stato promosso da un PARRUCHIERE BRASILIANO naturalizzato inglese, che aveva votato brexit ma poi ha CAMBIATO IDEA, e da una FOTOMODELLA SUDAMERICANA naturalizzata inglese, che in GB si è ben sistemata SPOSANDO “L’UOMO RICCO” e mettendosi in politica, ovviamente con i LABOURISTI. Il marito ricco è quello che ha pagato le spese legali del ricorso. Altro che campagna elettorale americana, qui siamo a livelli MOOOLTO più bassi...

Tuvok

Ven, 04/11/2016 - 18:08

Ad integrazione del mio commento precedente, chi desidera maggiori informazioni le può trovare QUI: http://www.dailymail.co.uk/news/article-3903812/Mrs-Hedge-Fund-won-5m-divorce-payout-Brazilian-crimper-started-millionaire-backer-Bentley-Trio-launched-action-halt-Brexit.html http://www.dailymail.co.uk/debate/article-3903236/We-t-let-Brexit-derailed-City-slicker-Brazilian-crimper-writes-RICHARD-LITTLEJOHN.html

leo_polemico

Ven, 04/11/2016 - 18:29

Forse anche in Inghilterra i "poteri economici" hanno in mano la magistratura: non si spiega in altro modo questa decisione contraria ad un referendum. Mi sembra di aver visto qualcosa del genere anche da noi, con la complicità di re giorgio, per far cadere il governo regolarmente eletto utilizzando anche lo spread e le banche centrali. Poi c'è ancora chi sostiene l'Europa: certo ma sostiene principalmente i "propri" interessi nazionali: prima si esce meglio è ed ogni "allusione" è voluta...

gcf48

Ven, 04/11/2016 - 18:56

tuvok condivido al 1000 per 100. ma lo spieghi a quelli che vogliono rimanere sudditi dello stato

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 04/11/2016 - 19:54

Trattandosi di un referendum consultivo e non deliberativo (non siamo in svizzera) il passaggio al parlamento mi sembra evidente anche perché non c'è traccia nel quesito referendario del tipo di Brexit "hard" o "soft" che verra messo in opera. In questo caso il governo dovrebbe eseguire la volontà del parlamento (che a sua volta rappresenta i cittadini) non decidere di testa sua. Vale inoltre la pena ricordare che in una democrazia il potere giudiziario valuta le azioni dell'esecutivo alla luce della legge, il ricorso che è stato fatto mi pare quindi legittimo e del tutto prevedibile, vista la traduzione democratica del Regno Unito e la sensibilità del tema trattato.

Tuvok

Ven, 04/11/2016 - 22:26

@cgf48 è vero, personalmente comincio a pensare che i SINISTRI, pur facendo parte della razza umana, siano una specie di “sottocategoria”.

roby55

Ven, 04/11/2016 - 22:48

Forza Theresa! Sii una degna erede della grande Margareth Thatcher! Fai vedere a tutti che sei una colle palle in acciaio inossidabile! Però fai pulizia di tutto quel marciume islamico.

roby55

Ven, 04/11/2016 - 22:52

@gzorzi: non chiederà aiutini, perché la GB non è si castrata come noi italiani della sovranità monetaria. Potrà stampare tutta la moneta che vuole, mentre noi dobbiamo comperarla pagandone gli interessi a Bruxelles. Cordiali saluti.

roby55

Ven, 04/11/2016 - 22:56

@ flip: hai detto bene, é una presa per il culo, ma per quello che ne so io, quello che dici tu sta avvenendo in Italia da quando Berlusconi ha deciso di scendere in politica... e la magistatura si é messa in mezzo...

Rotohorsy

Sab, 05/11/2016 - 00:24

Gli esempi di democrazia reale degli Inglesi sono la speranza per chi ancora spera nella prosperità dell'Occidente.

linoalo1

Sab, 05/11/2016 - 07:57

Brava May,non deludere i Cittadini che ti hanno eletto!!!Brexit hanno votato,e Brexit deve essere,checchè ne dicano i Detrattori!!!!

flip

Sab, 05/11/2016 - 08:14

in diversi commenti si legge che il parlamento è quello che decide ed ha la potestà su tutto. Non sono d' accordo. Se si indice un referendum per dare al popolo la POSSIBILITA' DI ESPRIMERSI,il parlamento è fuori da ogni decisione in merito. Immaginiamoci, solo per un momento, se il parlamento fosse di elezione cosiddetta "bulgara" , non ci sarebbero mai referendum. Il popolo è meno del gabinetto pubblico. (vedi Corea del Nord, Turchia, e altri governi totalitari).

flip

Sab, 05/11/2016 - 08:21

roby55. Berlusconi, a quell'epoca, ha fatto un madornale errore. Non ha invitato alle sue feste anche le appartenenti al gentil sesso dell' opposizione. Questo gli è costato caro e non ti sto a spiegare il perché. Ci puoi arrivare da solo.