Le meraviglie dell'Irlanda del Nord

Partenza da Milano, Bergamo e Roma martedì 29 maggio; rientro in Italia sabato 2 giugno 2018

Partenza da Milano, Bergamo e Roma martedì 29 maggio; rientro in Italia sabato 2 giugno 2018
Dopo il grande successo del viaggio a Dublino torniamo nuovamente nella terra di San Patrizio. Cinque giorni alla scoperta degli splendori di una zona europea ricchissima di storia e cultura: dai celti ai vichinghi, dai normanni agli inglesi. Visiteremo tutti insieme con guide esperte palazzi, teatri, cattedrali, musei, piazze, mercati, castelli e giardini. Lasciando anche momenti liberi per shopping e visite individuali di approfondimento e per scoprire i luoghi della nuova Belfast, città oggi davvero effervescente e sempre affascinante. Ma non solo. Il nostro tour ci permetterà di conoscere altre importanti città - Derry e Armagh- grandi attrazioni come il museo del Tinanic, le Giant’s Causewy e il castello di Donegal ma, soprattutto, la splendida natura lungo uno degli itinerari costieri più famosi al mondo: la Causeway Coastal Route ricca di scenari davvero mozzafiato. Incontri a sorpresa con importanti e interessanti personaggi su temi storici, politici, culturali e architettonici; serate di convivialità tra il “popolo dei lettori de il Giornale”. Accompagnati nel viaggio dalla cronista del Giornale Sabrina Cottone e da Stefano Passaquindici- giornalista e responsabile dei viaggi del vostro quotidiano -. Pernotteremo in hotel 4 e 5 stelle, al prezzo speciale riservato di 1.390 euro a persona in mezza pensione, escursioni, ingressi, tasse e assicurazioni incluse. Supplemento singola 410 euro; voli da altre città su richiesta.
Per informazioni e prenotazioni: Passatempo, tel. 035/403530; info@passatempo.it

E dopo il grande successo del viaggio a Dublino dello scorso settembre torniamo di nuovo nella terra di San Patrizio. Ma questa volta per visitare il nord lungo un itinerario che ci permetterà di conoscere tre importanti città - Belfast, Derry e Armagh- grandi attrazioni come il museo del Titanic, le Giant’s Causewy e il castello di Donegal ma, soprattutto la splendida natura lungo uno degli itinerari costieri più famosi al mondo: la Causeway Coastal Route ricca di scenari davvero mozzafiato.
I miei primi ricordi di Belfast - ma da allora ci sono tornato più volte - risalgono ormai a quasi trent’anni fa in pieno clima da guerra civile tra repubblicani cattolici e lealisti protestanti. Momenti tristissimi e luttuosi ma con un’atmosfera unica e indimenticabile tra blindati, carri armati, posti di blocco, mura con filo spinato e torrette con mitragliatrici a dividere i quartieri protestanti da quelli cattolici. La sera strade deserte e pochissimi locali aperti.
Ma, oggi, la città ha subito una trasformazione completa. In positivo. Per capire come uno dei luoghi più problematici della recente storia europea si sia trasformato in una città d’avanguardia in molti campi, bisognerà fare una lista delle priorità da scoprire, magari partendo dal Titanic Belfast. Sbaglia di grosso chi pensa che il gigantesco museo costato ben 97 milioni di euro e inaugurato nel 2012, a cento anni esatti dall’affondamento del celebre transatlantico durante il suo sfortunato viaggio inaugurale, sia il principale motivo per visitare questa città. In realtà la vivace capitale dell’Irlanda del Nord, che amministrativamente fa parte del Regno Unito, ha tante e tali curiosità da offrire al turista che non si ha certo il tempo di annoiarsi. E noi ne scopriremo tante insieme prima di proseguire nel nostro emozionante viaggio.
Lasciata Belfast, un’altra magia: fra paesaggi da cartolina, spiagge, scogliere e siti Unesco, partiremo alla volta della costa settentrionale dell’isola e faremo una prima sosta al ponte di corda di Carrick-a-rede. Questo spettacolare ponte sospeso, lungo 20 metri è fissato alla scogliera ad un’altezza di 30 metri e collega la terraferma con l’isolotto di Carrick, un tempo utilizzato dai pescatori di salmone, oggi è soprattutto meta dei fotografi che da qui possono immortalare l’isola di Rathlin e le coste della Scozia. Nel pomeriggio ci sposteremo in uno dei luoghi più rappresentativi dell’Irlanda del Nord: Giant’s Causeway (il Selciato del Gigante), impressionante formazione geologica Patrimonio dell'Unesco, composta da oltre 40.000 colonne esagonali di basalto che si protendono verso il mare e frutto di attività eruttive che 60 milioni di anni fa ridisegnarono le coste di Scozia, Irlanda e Groenlandia, questo paesaggio di scogliere fiancheggiato dall'Oceano Atlantico ha per secoli ispirato artisti, suscitato dibattiti scientifici e catturato l'immaginazione dei suoi visitatori, da qui si parte per l'arrampicata degli Shepherd's Steps oppure per percorrere il sentiero fino in cima alla scogliera da dove si gode una splendida vista dall'alto di tutta la costa.<QA0>
La mattina successiva visiteremo il Castello di Donegal situato sulla riva del fiume Eske, edificato nel XV secolo e ancora completamente arredato. Nel pomeriggio proseguiremo per la città di Derry, che con le sue antiche mura, fantastici pub e una ricca scena culturale è una delle città più entusiasmanti della regione, la sua storia è segnata dalla famosa «Bloody Sunday» (la Domenica di Sangue) giornata in cui si tenne una manifestazione per i diritti dell’Irlanda del Nord che culminò con l’apertura del fuoco da parte dei paracadutisti britannici, in cui persero la vita 14 civili. Il giorno dopo ripartiremo per Dublino, durante il tragitto ci fermeremo nella città di Armagh, che ha un fortissimo legame con San Patrizio, patrono dell’Irlanda. Si dice che il Santo abbia fondato la sua prima chiesa sulla collina della Church of Ireland Cathedral nel V secolo.
Partiremo tutti insieme il 29 maggio da Milano Roma e Bergamo accompagnati nel viaggio, oltre che dal sottoscritto Stefano Passaquindici, dalla cronista del Giornale Sabrina Cottone. Pernotteremo in hotel 4 e 5 stelle, al prezzo speciale riservato di 1.390 euro a persona in mezza pensione, escursioni, ingressi, tasse e assicurazioni incluse.

Commenti
Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mer, 28/03/2018 - 13:43

Posto bellissimo, gente accogliente e servi efficienti. Luogo consigliato per gli amanti del silenzio e del contatto con la natura.