Mercato dei dati: accordo segreto per liberalizzare il settore. Ma chi ci guadagna?

Documento segreto: gli Usa premono sull'Ue per liberalizzare il mercato dei dati. Cadrebbero tutti i controlli e le sicurezze per i cittadini

Lo scorso giugno Wikileaks rivelò una bozza del trattato Tisa (Trade in services agreement, accordo di scambio sui servizi) per la liberalizzazione del mercato dei dati. Il dettaglio che subito emerse, sullo sfondo, era questo: una volta divenuto operativo l'accordo avrebbe di fatto cancellato il potere d’intervento dei governi, lasciando mano libera ai grandi gruppi del settore. Gli interessi in gioco sono enormi: basti pensare che il settore servizi è, come numero di posti di lavoro, il più grande del mondo, con il 70% di prodotto interno lordo. Solo negli Usa vale l'80% dei posti di lavoro, con tre quarti di Pil. 

Chi decide sul trattato? Sono 50 Stati: Usa, 28 paesi dell'Ue, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Svizzera, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Turchia,  Israele, Taiwan, Hong Kong, Corea del Sud, Giappone, Pakistan, Panama, Perù, Paraguay, Colombia, Cile, Messico e Costa Rica. Un documento riservato pubblicato dalla rete indipendente Associated Whistle-Blowing Press rivela alcuni dettagli molto interessanti: in primo luogo la trattativa viene portata avanti, in segreto, dal 2013. A discutere sono i governi di 23 Paesi (c'è anche l'Italia). Emergono con chiarezza le forti pressioni degli Stati Uniti per superare le regole nazionali sui seguenti aspetti: scambio dati personali, e-commerce, circolazione e conservazione dati, net-neutrality. L'obiettivo è privatizzare il più possibile, togliendo il controllo da parte delle autorità statali. Il documento (si tratta della proposta del rappresentante del commercio americano, non quindi, del governo Usa) risale all'aprile scorso.

Ma in pratica cosa volevano (vogliono) gli americani? Niente di particolarnente sconvolgente: fare i loro interessi avvantaggiando la propria industria Ict che fornisce servizi a livello globale, soprattutto attraverso il commercio elettronico. Ovviamente gli europei, e tutti gli altri Stati, hanno pieno diritto a far valere le proprie ragioni, visto che si tratta di un libero accordo. Scontato che se la proposta passasse, come desiderato dagli Usa,
gli americani controllerebbero ancor di più i dati. E questo si tradurrebbe in un cospicuo vantaggio per il governo a stelle e strisce (per la sicurezza nazionale) e le grandi multinazionali. La sicurezza dei dati dei cittadini è minacciata da questo accordo? Sicuramente bisogna porsi il problema, visto che il venir meno delle regole statali (e per quanto ci riguarda anche europee) limiterebbe, e non di poco, la nostra libertà. A vantaggio di chi? Di certo non dei cittadini.

Commenti
Ritratto di Farusman

Farusman

Mer, 17/12/2014 - 14:45

Il Grande Fratello è già in atto ed è sovranazionale. Già oggi nessun governo lo governa.

rickard

Mer, 17/12/2014 - 14:50

Non capisco dove sia il problema. Sanno già tutto di noi. Controllano le nostre mail, le nostre telefonate, i nostri conti in banca ed i nostri movimenti di denaro. Limitare la nostra libertà? Ma perché quale libertà ci è rimasta?

Klotz1960

Mer, 17/12/2014 - 15:01

Ed anche su queste materie vitali,su diritti protetti dalle Costituzioni nazionali, negozia la Commissione UE, notoriamente sempre piu' prona agli interessi USA. Tanti saluti alla democrazia.

DIAPASON

Mer, 17/12/2014 - 15:02

Qualcuno dovra' pur fare il lavoro sporco. Se non lo fa la politica chi altro.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 17/12/2014 - 15:03

Gli interessi enormi che non si devono dire sono quelli di questa destra fascista che prospera sullo stato pappone, sulla sua spesa, sul suo debito e sugli interessi del debito che hanno raggiunto la favolosa cifra del 7 % del pil.

DIAPASON

Mer, 17/12/2014 - 15:06

Qualcuno dovra' pur fare il lavoro sporco. se non la politica chi altro.

Ritratto di perigo

perigo

Mer, 17/12/2014 - 15:07

La Spectre mondiale, il governo mondiale di tanti film di fantascienza o di fantasia. Ci stiamo arrivando! Ci inseriranno un chip sottopelle per controllarci in ogni movimento, finanche l'analisi delle impronte digitali o dell'iride per sincerarsi che i loro controlli sono perfetti. Quanta nostalgia dei bei tempi andati...

Marzio00

Mer, 17/12/2014 - 15:15

Nulla di nuovo, basta leggere 1984 oppure Mondo Nuovo, fonte di ispirazione per i "nuovi" governi mondiali. Rendente pubblico invece l'aumento dell'iva per il combustibile pellet dal 10% al 22%. Questa è una notizia dell'operato del buon governo Renzi!!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 17/12/2014 - 15:24

I "liberatori" americani... i vostri paladini... la peggior minaccia alla pace mondiale

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 17/12/2014 - 15:27

CADAQUES, lei non sa cosa è il fascismo, evidentemente. Si documenti...possibilmente non solo su rai3

alberto_his

Mer, 17/12/2014 - 15:29

TTIP, ISDS, TISA assicurerebbero la supremazia pressochè totale delle corporations sugli interessi pubblici: in poche parole addio definitivo a stato sociale, tutele ambientali e lavorative, dumping sugli standad alimentari, limitazioni alla tutela della privacy, ecc. in nome dei profitti privati. Non è un caso che su questi temi non si alza la coltre di silenzio, con l'eccezione di pochi meritevoli articoli come il presente.

blackbird

Mer, 17/12/2014 - 15:31

Orwell ipotizzava un Grande Fratello e dei Maiali comunisti. Grande Fratello e Maiali, però non hanno colore ideologico sono i governi tirannici o democratici, basta che detengano il potere, che vogliono opprimere il popolo. Vedasi quanto sta accadendo con la crisi economica: tassazioni assurde (stanno aumentando le tasse ovunque), previdenza sulla via dell'eliminazione, salute venduta a caro prezzo. Alcuni gongolano, il popolo paga e subisce, come le fucilazioni di massa nella Grande guerra!

marcomasiero

Mer, 17/12/2014 - 15:40

facciano pure ! quando mi sarò rotto le palle definitivamente chiuderò conto in banca (alla faccia di ogni controllo) metterò le banconote se ne avrò sotto un cuscino, non userò cellulari e me ne FOTTERO' allegramente di tutto ! tanto il cervello NON lo possono controllare e nemmeno le sue reazioni !!!

fabiou

Mer, 17/12/2014 - 15:44

ecco l'america patria della liberta e dei diritti. saremo tutti servi delle multinazionali e delle banche. fermiamo anche il TTIP .

linoalo1

Mer, 17/12/2014 - 17:22

Non vedo dove sia la novità ed il problema per i Popoli Occidentali!Di fatto,siamo già tutti schedati anche se non lo sappiamo!Con questo accordo,non si farà altro che ufficializzare il sommerso!Lino.

RawPower75

Mer, 17/12/2014 - 17:27

Nihil sub sole novi. Orwell la sapeva lunga, purtroppo, e aveva già predetto tutto appena dopo la II guerra mondiale...

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 17/12/2014 - 18:07

Senza andare lontano i governi comunisti golpisti italiani permettono che qualunque ceffo del ministero delle finanze frughi nel tuo cc .

Ritratto di IlBurlone

IlBurlone

Mer, 17/12/2014 - 21:33

Catene invisibili.

francesconeglia

Gio, 18/12/2014 - 10:15

Un nuovo MEDIO-EVO incombe. Chissà quanti secoli durerà....e non capirò mai i motivi di tutte le assurdità che l'han creato.