Migranti, il leader libico Serraj: "Dall'Ue solo promesse"

In un'intervista a Bild il premier libico Fayez al Serraj rimprovera l’Unione europea di non aver mantenuto le promesse fatte in tema di lotta al traffico di esseri umani

Duro affondo contro l'Europa del premier libico, Fayez al Serraj. In un'intervista al quotidiano tedesco Bild punta il dito contro l’Unione europea, che non avrebbe mantenuto le promesse fatte in tema di lotta al traffico di esseri umani. "Purtroppo - ha detto - l’Ue non ci ha aiutati. Ci sono state fatte promesse a vuoto. Abbiamo urgente bisogno di maggiore assistenza professionale per controllare e proteggere le nostre coste".

"Poi la comunità internazionale deve fare molto di più per stabilizzare il paese. Al momento - insiste Serraj - le nostre richieste non hanno avuto risposte e se tutto ciò non cambia il risultato sarà che avremo ancora più trafficanti di uomini e più migranti".

Capo del governo di unità nazionale di Tripoli, Serraj è riconosciuto a livello internazionale anche se controlla soltanto una parte del Paese.

Il G7 conferma sostegno a Serraj

I ministri degli Esteri del G7 dopo il vertice di Lucca ribadiscono il "forte sostegno al Consiglio di presidenza e al governo di accordo nazionale, guidato da al Serraj, quali legittime autorità esecutive in base all'Accordo politico libico, in linea con la risoluzione 2259 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite" e riaffermano la "forte opposizione a qualsiasi tentativo di minare il processo di stabilizzazione".

Commenti

grazia2202

Mar, 11/04/2017 - 15:48

se ne accorto anche serraj che in Italia sono capaci solo del bla -bla. abbiamo certi politici campioni del mondo di fesserie e falsi accordi pur di avere un paio di pagine di giornale in cui si parla di loro. vogliono passare alla storia ma si riempiono di ridicolo. che ipocriti

cirdan

Mar, 11/04/2017 - 16:17

L'Europa ha puntato sul cavallo sbagliato.

Yossi0

Mar, 11/04/2017 - 16:28

Questo Serraj va rimosso subito immaginate si fida dell Europa .......

zed22

Mar, 11/04/2017 - 16:29

ancora credete al pd ed alfano , hanno riempito l'italia di immigrati clandestini ! oramai e' finita credetemi ! non vi guardate in giro sono quasi tutti loro e questi imbecilli ancora parlano ! mandiamoli a casa insieme ai centri sociali e a papa francesco che li potrebbe spedire tutti in argentina ma non lo fa ! furbo!

OttavioM.

Mar, 11/04/2017 - 17:16

Io ho come la strana impressione che in Italia non c'è nessun interesse a bloccare l'immigrazione clandestina.Continuano a parlare di emergenza mondiale,epocale,ma quando mai. Dall'inizio dell'anno da noi sono sbarcati 25 mila immigrati soprattutto giovani uomini in fuga da note guerre come Senegal,Ghana,Gambia,Marocco ecc. mentre in Spagna solo 1000 immigrati,immagino già rispediti indietro.Perchè l'emergenza è epocale solo per noi?Forse in Spagna non hanno il business dell'accoglienza?

timoty martin

Mar, 11/04/2017 - 21:00

Cosa vogliono ??? che pretendono?? chi se ne frega, non sono europei. Abbiamo già tante persone da aiutare ed anche troppi scrocconi da noi. Rimangano in Libia e si rimbocchino le maniche.