Migranti, l'Ue blinda i confini: ecco il "piano b" se Erdogan tradisce

Bruxelles nega l'esistenza di un "piano b". Ma, se dovesse saltare l'accordo con Erdogan, l'Ue chiuderà il confine greco e devierà i soldi da Ankara ad Atene

Sebbene alla spicciolata, i migranti hanno ripreso a entrare in Europa passando dalla Grecia. All'indomani del golpe mancato, la Turchia ha, infatti, iniziato ad allentare i controlli ai confini. Al tempo stesso, poi, si sono congelati i rapporti tra il presidente Recep Tayyip Erdoğan e i vertici dell'Unione europea, in modo particolare la cancelliera Angela Merkel. Tutte tensioni che mettono a rischio l'accordo stretto tra Ankara e Bruxelles per fermare l'invasione dei migranti.

Nei giorni scorsi il ministro per l’Immigrazione greco, Yannis Mouzalas, l'ha messo in chiaro: "Se il flusso dovesse ripartire, non potremmo affrontarlo da soli. Abbiamo paura, ci stiamo preparando". Nelle ultime due settimane hanno, infatti, ripreso gli sbarchi dalla Turchia. Il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu ha già intimato che, se Bruxelles non dovesse abolire l'obbligo del visto per i cittadini turchi che vogliono viaggiare nell'area Schengen, l'intesa verrà stracciata. C'è tempo fino a ottobre. A Bruxelles, nel frattempo, nessuno vuole parlare di "piano b". Eppure le cancellerie europee sono già al lavoro per rispondere a una nuova invasione. Secondo il Corriere della Sera, il nuovo piano prevederebbe blindare i confini del Vecchio Continente spostando il fronte migratorio sul confine settentrionale greco.

La vera arma di Erdogan sono i 3 milioni di migranti siriani che a oggi sono ospitati dalla Turchia. Qualora l'accordo con Ankara dovesse andare gambe all'aria, l'Europa dovrà reagire in fretta, anche perché, negli ultimi mesi, la Grecia non ha potenziato le infrastrutture per accogliere i migranti. Per questo a Bruxelles si ragiona, in caso di una nuova emergenza, di "inviare un contingente ampio di funzionari" e di garantire ad Atene "fondi adeguati, distogliendoli da quelli promessi ad Ankara o assicurati con altre leve". In seconda battuta, i vertici dell'Unione europea tornerebbero alla carica con la redistribuzione per quote. Finora si è rivelata un fallimento. Dei 120mila arrivati in Europa l'anno scorso, ne sono stati ricollocati appena 3.700. Il ché non fa pensare che, in caso di una nuova emergenza, Bruxelles riuscirà a fare altrimenti. Per questo torna l'ipotesi di blindare l'area Schengen chiudendo il confine settentrionale della Grecia.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 06/08/2016 - 10:26

E l'Italia, naturalmente, continuerà, imperterrita, con l'"accoglienza".

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 06/08/2016 - 10:32

Vedendo come prendono simili decisioni, CI DA A PENSARE SE SANNO IL RISULTATO, DI DUE,PIÙ DUE!!! Togliamoci da questa setta di rubagalline, che chiamano l`Unione Europea!!!

01Claude45

Sab, 06/08/2016 - 10:35

Meglio che a Bruxelles comincino a FARE, non a R4AGIONARE per MANIFESTA INCAPACITÀ.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 06/08/2016 - 10:47

Mentre il mediterraneo coste italiane restera' spalancato senza elargire un cent all'itaglia. Visto che siamo un popolo idiota.....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/08/2016 - 10:57

macché blindare i confini.... l'ordine dei Rothschild (tramite Bilderberg) è annientare l'Europa tramite meticciato.

Ritratto di RubinRomario

RubinRomario

Sab, 06/08/2016 - 11:36

A casa mia non ce li voglio. Qualcuno puó chiedere se in quella dei vescovi e cardinali e ministri e deputati e senatori c'é posto?

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 06/08/2016 - 12:04

Gli unici confini che non sono blindati sono quelli italiani e ci mancherebbe altro!!! Come fanno a fare soldi le varie cooperative e mafie pseudo politiche. Quando in passato qualche politico ha fatto divhiarazioni per limitare l'afflusso di migranti è stato linciato e si sono mossi il segretario dell'Onu il Papa ecc. Adesso che nessuno stato europeo vuole i migranti nessuna autorità suprema dice qualche cosa.

Una-mattina-mi-...

Sab, 06/08/2016 - 12:11

Meglio il PianoC come Casa, ovvero ognuno a Casa sua, salvo le note previste eccezioni. Vantaggi: Nessun problema etnico, culturale, di tolleranza, di lingua, di sostenibilità e spesso maggiori possibilità di fare, di lavorare, provenendo da paesi dove da costruire c'è ancora moltissimo.

Ritratto di lucavelasco

lucavelasco

Sab, 06/08/2016 - 13:05

I "migranti" acquistano dall'ISIS il biglietto per l'Italia, muoiono nel canale o sbarcano, non si fanno identificare e spariscono nel nord Europa che li stipa in cantine e garage come schiavi e commissiona loro lavori pagati un terzo: schiavismo democratico. Ma italiche magistrature e cooperative mafiose ..... Perché?

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 06/08/2016 - 13:18

HO il timore che questo piano "B" si riferisca solo agli interessi germanici e di pochi altri.

nopolcorrect

Sab, 06/08/2016 - 13:57

Traduco: i paesi europei del centro e del nord giustamente non vogliono i cosiddetti "migranti" e allora invece di organizzare dei respingimenti pensano di pagare Grecia e Italia perché si lascino invadere. Però...bisogna ammettere che gli Europei del centro e del nord non sono fessi. I fessi siamo noi che faremo la fine dell'ortolano...per la gioia di mafie e cooperative che mangiano sull'industria dei "migranti" e per la gioia della sinistra che vuole africanizzarci con la benedizione di Bergoglio.

Blueray

Sab, 06/08/2016 - 14:14

La soluzione non è dare soldi alla Grecia ma respingere i clandestini e riportarli là da dove vengono, stracciando un po' di quelle convenzioni che sono state sottoscritte a Dublino e dintorni certamente sotto l'azione di farmaci psicotropi. Non che la cosa sia esaltante, ma visto che non si muove foglia per riformare il diritto d'invasione scelleratamente messo a disposizione dell'intero pianeta, da qualche parte bisognerà ben cominciare. Se i Greci o l'Italia lo facessero non sarebbero assolutamente i primi. Ci sono formidabili resistenze a riformare i trattati e i Paesi interessati dovrebbero cominciare modificando le leggi nazionali che hanno ratificato le adesioni agli stessi. Nulla è per sempre. Si può fare. Si dovrà fare.

venco

Sab, 06/08/2016 - 14:26

Vanno comunque accolti e mantenuti in campi chiusi, non farli circolare liberamente.

mannix1960

Sab, 06/08/2016 - 16:52

Piano B = passo indietro di 150 anni nella storia, la Grecia torna all'impero Ottomano, primo gradito regalo a Erdogan

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Sab, 06/08/2016 - 17:55

Sparategli a vista e vedete che non tornano più

linoalo1

Sab, 06/08/2016 - 17:57

Visto che,teoricamente,noi Europei,siamo una Nazione sola,perchè non si indice un Referendum Europeo sul come affrontare il Problema Migranti???Qualsiasi Paese Democratico,lo avrebbe già fatto!!!Slo i REGIMI,decidono sempre di fare di Testa Loro!!Quindi,cosa aspettiamo ad uscire dall'U.E., e fare anche noi quello che vogliamo,come ai Bei Tempi???

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Sab, 06/08/2016 - 17:57

Siamo ancora in tempo. Ci vuole una dittatura vera, (non quel cxxxxxo di Renzi) e setacciare il paese prendendoli uno a uno e rispedirli con aerei cargo da dove sono venuti

sparviero51

Sab, 06/08/2016 - 18:02

LE DECISIONI DEI RADDRIZZATORI DI BANANE SONO SOLO PETI PUZZOLENTI CHE AMMORBANO L'ARIA E AVVELENANO LE NOSTRE TASCHE !!!

opinione-critica

Sab, 06/08/2016 - 19:09

Propongo di fare dei campi profughi a Roma vicino ai confini del vaticano. Bergoglio sarà felice di mostrare la sua solidarietà a questi accampati che non possono girare per Roma ma solo ai confini o dentro il vaticano. Per tenerli a bada non servono i reparti speciali di esercito poliza o carabinieri, è sufficinte l'ordine di respingerli con l'uso della forza.

Ritratto di Zio_Fester

Zio_Fester

Dom, 07/08/2016 - 12:52

COSA ? SI dava già denaro alla TURCHIA ??? E' scandaloso ! ! ! Si pagano i terroristi ???