Modella denuncia la Hyundai: "Licenziata perché avevo il ciclo mestruale"

La modella Rachel Rickert ha denunciato la casa automobilistica Hyundai accusandola di averla licenziata da un lavoro di rappresentanza in un salone perché aveva le mestruazioni

Licenziata perché aveva il ciclo mestruale: è questa la denuncia mossa da una modella americana alla multinazionale produttrice di automobili Hyundai.

L'episodio si sarebbe verificato ad aprile durante l’International Auto Show a New York, dove la 27enne Rachel Rickert rappresentava la casa automobilistica. La modella ha raccontato di aver lavorato per tre ore prima che le venisse dato il permesso di andare in bagno. A quel punto "Sono corsa in bagno per cambiare il tampone, ma era troppo tardi", ha spiegato la giovane.

La divisa si era sporcata di sangue, così la modella ha chiesto di avere un’altra uniforme. "Invece mi è stato detto di andare a casa, visto che avevo il ciclo", ha riferito ai media americani. Ma le brutte sorprese non finiscono qui. Una volta arrivata a casa, prosegue la 27enne, "Mi è arrivata una telefonata in cui mi è stato spiegato che mi era stato detto di andarmene perché avevo le mestruazioni. Mi hanno detto che non volevano li rappresentassi più".

Una discriminazione che, se verificata, sarebbe inaccettabile. E infatti Rachel ha deciso di intraprendere un’azione legale contro Hyundai e ha presentato denuncia presso la Equal Employment Opportunity Commission, l’agenzia federale che si occupa delle pari opportunità. La denuncia è stata depositata a Manhattan nei confronti della sua responsabile, colei che di fatto ha preso la decisione, Erika Seifred, e la casa automobilistica.

La modella avrebbe dovuto percepire un guadagno di circa 4mila 500 euro per il suo lavoro durante lo show automobilistico, invece è stata licenziata dopo tre ore di lavoro a causa del ciclo mestruale. "Non lascerò che qualcuno mi dica che non posso avere le mestruazioni quando lavoro - ha commentato - è inaccettabile.

"Non siamo dei robot, siamo umani e abbiamo bisogno di usare il bagno, soprattutto quando abbiamo il ciclo - si è sfogata Rachel - Hanno agito come se non fossimo umani. Non ho intenzione di vergognarmi o di essere rimproverata per avere le mestruazioni".

Interpellati dai media americani, la responsabile Seifred non ha voluto commentare la vicenda, mentre un rappresentante della casa automobilistica ha spiegato che la Hyundai ha fatto partire un'indagine interna per verificare l'episodio: "Prendiamo seriamente ogni denuncia di questo tipo, ci esprimeremo una volta che avremo approfondito quanto avvenuto".

Commenti
Ritratto di semperfideis

semperfideis

Gio, 01/06/2017 - 17:27

Diciamocelo licenziata xchè nn l'ha data ....a gratis....

cecco61

Gio, 01/06/2017 - 17:42

Evidentemente ha perdite abbondanti, forse a causa di endometriosi, e sicuramente non è una bella immagine una hostess che, mentre parla con potenziali clienti e/o visitatori, si sporca di sangue nelle parti intime o, peggio, lascia la macchia sulla sedia. Mia moglie ha lo stesso problema e, purtroppo, in quei giorni non può comportarsi come niente fosse.

Silvio B Parodi

Gio, 01/06/2017 - 18:03

CERTO TUTTE LE DONNE VANNO LICENZIATE QUANDO HANNO IL CICLO, SE AVESSE AVUTO LA CICLETTE NO!!!!ahahahahahah ma chi sono sti deficenti di dirigenti???? licenziate loro. e senza buonuscita, Perdio!!!!

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 01/06/2017 - 19:25

Non si assumono le modelle era un contratto per una prestazione temporanea per un salone, non so se sia vero quello che dice ma non era una dipendente Hyundai di sicuro ...per il resto ho qualche dubbio sulla ricostruzione dei fatti ....

Rotohorsy

Gio, 01/06/2017 - 20:54

E' bello sparare notizie che poi, molto facilmente, si riveleranno delle grandi bufale, perchè le ragioni del licenziamento (seppur ci fosse stato) saranno state diverse. Ma con un titolo così le antenne delle lettrici si drizzano. Poi, la vera ragione, magari dopo una vertenza che finirà a favore della Hyundai non comparirà mai sullo stesso giornale. Pazienza...i pesci stanno quì proprio per abboccare.

Ritratto di unononacaso

unononacaso

Gio, 01/06/2017 - 21:14

Spero che ottenga almeno un equo risarcimento. Evidentemente anche i giappi ogni tanto hanno qualche caduta di stile.