Tra Mosca e Washington botta e risposta a colpi di sanzioni

Obama espelle 35 diplomatici e i russi minacciano di rispondere a tono

Una risposta immediata ed equivalente, come diplomazia vorrebbe. Dopo che gli Stati Uniti hanno deciso di sanzionare Mosca con l'espulsione di 35 diplomatici dal territorio nazionale, lo stesso avrebbe voluto fare il ministero degli Esteri moscovita.

Prendendo atto della decisione di Obama, che costituisce nei fatti una sanzione all'avversario geopolitico, un colpo di coda a un mese dall'inaugurazione della nuova amministrazione Trump, anche la Russia avrebbe potuto espellere 35 diplomatici, ma lo "stop" è arrivato direttamente dal Cremlino.

Non solo i diplomatici nel mirino dell'azione statunitense, ma anche l'intelligence militare e i servizi di spionaggio e controspionaggio. La Casa Bianca continua a sostenere che i russi abbiano avuto un ruolo attivo nel tentativo di boicottare le ultime elezioni presidenziali e agisce di conseguenza, divisa dalla Russia su una moltitudine di questioni, in primis la guerra di Siria.

Una decisione maldigerita a Mosca quella di Obama, che non ha fatto risparmiare parole di fuoco al portavoce del ministero degli Esteri, Maria Zakharova. A Washington, dice lei, "non c'è un'amministrazione, ma un gruppo di loser della politica estera, amareggiati e miopi. Oggi Obama ne ha dato prova".

Commenti

qualunquista?

Ven, 30/12/2016 - 12:19

Se i diplomatici USA in Russia sono come quello che hanno messo in Italia a minacciare conseguenze se al referendum avesse vinto il "no", tanto di guadagnato: Trump avrà la possibilità di inviare nuovi diplomatici davvero seri e in gamba.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Ven, 30/12/2016 - 12:22

Ma non gli hanno dato il nobel x la pace all'abbronzato?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 30/12/2016 - 12:31

Cose turche. Non si è mai sentito un passaggio di consegne come questo. E' chiaro dai fatti che Obama non è americano. Cosa ci vuole a falsificare un certificato di nascita? Basta un hacker.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 30/12/2016 - 12:33

Mandali a casa di obama.Mi sono sempre domandato come hanno fatto gli americani ad eleggere un islamico.

agosvac

Ven, 30/12/2016 - 12:39

Spero e credo che Putin non si lascerà coinvolgere nelle provocazioni di questo deficiente assoluto che ha imperversato per 8 anni causando danni enormi a tutto il mondo compresi gli stessi Usa! Non c'è ombra di dubbio che obama è politicamente più che morto. Forse c'è l'alta finanza dei vari soros ed i guerrafondai della clinton che lo supportano, ma, fortunatamente, il popolo americano ha deciso per la sua definitiva estromissione. Non bisogna mai dimenticare che il popolo Usa è armato malgrado obama abbia cercato in ogni modo di proibirlo e, finché è armato, nessuno, neanche il Governo Usa uscente, lo potrà mai contrastare!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 30/12/2016 - 12:45

Una diplomatica vacanza di un mese nella grande madre Russia non può che giovare alla salute. Poi, staranno ancora meglio quando ritorneranno ospiti di Trump. Invece diplomatici americani possono restare dove sono perché in Europa di usa dar sempre ragione ai matti.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 30/12/2016 - 12:51

Questa è la regola, a cui Putin giustamente si attiene.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 30/12/2016 - 13:10

Credono che la Russia sia uno di quegli stati indifesi che regolarmente invadono.... poveri MENTECATTI.

nordest

Ven, 30/12/2016 - 13:13

Putin siamo tutti con te il viscido Obama merita un punizione forza Putin.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 30/12/2016 - 13:16

Ma cosa vi aspettavate da un muslim che si è nascosto dietro la taqiyya per destabilizzare il mondo Occidentale??

pasquinomaicontento

Ven, 30/12/2016 - 14:17

Ho parlato con vecchi amici-nemici fascisti e ne ho tanti che non la pensano come me,ma in questo caso tutti sono della stessa mia opinione e io della loro,se si dovesse dare un voto ai due da 1 a 10, Putin 10-Obama meno de zero.Questo è quanto

gcf48

Ven, 30/12/2016 - 15:08

La Russia si riserva il diritto di rispondere alle ultime misure antirusse adottate dagli USA sull'espulsione dei diplomatici russi, ma non si abbasserà al livello di una diplomazia "da cucina". Lo ha dichiarato il presidente russo Putin, in una nota pubblicata dall'ufficio stampa del Cremlino: Non espelleremo nessuno e non vieteremo alle loro famiglie e bambini di recarsi nei luoghi dove preferiscono trascorrere le festività di fine anno. Anzi, invitiamo i figli dei diplomatici americani accreditati in Russia agli spettacoli di capodanno al Cremlino — prosegue la nota. Il presidente russo ha poi aggiunto che la Russia non creerà problemi ai diplomatici statunitensi:

puponzolo

Ven, 30/12/2016 - 15:08

Obama sta pensando a procacciarsi il favore di gruppi ricchi, ora che se ne va magari per riconoscenza gli danno un'altra pensione oltre a quella di presidente.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 30/12/2016 - 15:23

pasquinomaicontento - Se il 10-0 per Putin viene dai suoi amici bisogna crederle. Ma i suoi amici e` riuscito a visitarli tutti in una mattinata? Sono tutti nello stesso penitenziario...?

27Adriano

Ven, 30/12/2016 - 15:54

Roba da non credere. I poco "democratici" non accettano di aver perso le elezioni e pur di fare casino hanno dato la colpa ai Russi. I comunisti sono uguali in tutti i paesi del mondo: falsi, viscidi e inutili. Obama e la sua cricca sono quasi pericolosi come il governo Gentiloni-Renzi e relativo clan.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 30/12/2016 - 16:50

La Casa Nera - come d' ora in poi sarà chiamata - continua a macinare errori su errori geostrategici, politici, e diplomatici. Ho provato a esaminare i commenti alle decisioni della Casa Nera sui principali quotidiani inglesi : migliaia a favore del Cremlino e solo qualche decina in difesa della Casa Nera.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 30/12/2016 - 16:56

Non credo affatto che i due grandi paesi siano ai ferri corti. Lo sono stati, ma ormai Obama, per grazia ricevuta, si leverà dai piedi con la sua ruota di scorta, per cui tra Putin e Trump si potrà aprire un corretto rapporto tra grandi potenze. Chi si dovrà preoccupare saranno i paesi islamici: penoso il fatto che noi lo stiamo progressivamente diventando, secondo i desiderata del papa argentino, comunista e filo-islamico.

Ritratto di SAXO

SAXO

Ven, 30/12/2016 - 18:02

Probabilmente i due statisti di entrambi gli schieramenti entreranno nella storia della politica moderna come i maggiori personaggi che si sono affrontati in dissapori di natura geopolitica e visioni ideologiche di conduzioni di un sistema mondo contrapposte .....il russo per la multipolarita· ,l· americano per la unipolarita· di dominio e controllo criminale d· imposizione politica e finanziaria..... da tutto questo nascera· il detto: MEGLIO VIVERE UN GIORNO DA PUTIN CHE MILLE DA SERVI DI REGIME COME OBAMA!

VittorioMar

Ven, 30/12/2016 - 18:56

...la Commissione del Premio NOBEL,visto il FALLIMENTO DEL GUERRAFONDAIO,dovrebbe comunicare al mondo:E' STATO UN TRAGICO ED IMPERDONABILE ABBAGLIO.!!

Pnsvcn

Ven, 30/12/2016 - 19:12

baraka. banana. zinbabue. e coca cola