Mubarak condannato a tre anni di reclusione ​insieme ai due figli

L'ex presidente egiziano è stato condannato per malversazione nella gestione dei fondi per i palazzi presidenziali

È di tre anni di reclusione la sentenza con cui è stato condannato l'ex presidente egiziano Hosni Mubarak, finito nei guai per l'accusa di malversazione dei fondi destinati ai palazzi presidenziali.

In diretta tv, la Corte d'assise del Cairo ha condannato a quattro anni di carcere anche i due figli Alaa e Gamal.

Il giudice Hasan Hasanein ha quindi inflitto ai tre una multa di 125 milioni di lire egiziane (circa 17 milioni di dollari) complessive: la medesima somma di denaro di cui sono accusati di essersi appropriati indebitamente. Mubarak, 87 anni, si trova in prigione da due anni e sette mesi, mentre i figli sono stati messi in libertà a gennaio scorso in attesa della decisione di oggi nel nuovo processo.

A gennaio la Corte suprema del Cairo aveva revocato la condanna contro l'ex presidente, mentre un altro tribunale aveva ordinato il rilascio dei figli che erano stati prosciolti da un'accusa di corruzione. In novembre, invece, una corte aveva fatto cadere le accuse che vedevano Mubarak imputato per cospirazione e complicità in omicidio in relazione ai gravi disordini di piazza del 2011.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 09/05/2015 - 21:08

I figli scarcerati, lui lievemente condannato. Tutto bene. Ma....sua nipote?