Muore Satoru Iwata, ​il re della Nintendo

Ora la guida del colosso dei videogiochi sarà assunto dai direttori Genyo Takeda e Shigeru Miyamoto

Il presidente della Nintendo, Satoru Iwata, è morto a 55 anni. Della scomparsa, che risale a sabato scorso, dà notizia oggi la stessa società, che ha sede a Kyoto. Il gigante nipponico dei videogiochi ha comunicato che i direttori Genyo Takeda e Shigeru Miyamoto assumeranno ora la guida dell'impresa. Iwata era gravemente malato di tumore.

Gli analisti ritengono che la sua morte possa incidere sui piani industriali della creatrice di video giochi classici come Super Mario, Donkey Kong e Pokemon. Al vertice della società, Iwata aveva portato al successo la console Wii con un rilzo dei profitti prima che la diffusione degli smartphone con i loro giochi imponesse un cambiamento di strategia.

L'anno scorso Iwata aveva reso noto di essere ammalato ma aveva continuato nel suo lavoro alla Nitendo, dov'era entra entrato come sviluppatore di giochi e aveva fatto carriera fino a diventare ceo nel 2002.

"Non credo che vi sia nessuno che possa gestire l'azienda come Iwata. Con la sua leadership, stava facendo piccoli ma costanti progressi", ha detto Satoshi Tanaka, analista della Daiwa Securities Capital Markets.

Commenti
Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Lun, 13/07/2015 - 17:49

Importante di questa notizia non è il problema "Epidemia cancro:ma non c'è veramente nulla da fare per fermarla?", bensì aver risolto la sostituzione del Re. Come dire:"Il Re è morto, viva il Re.

Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 14/07/2015 - 09:28

Nintendo=la più antica "Casa da Gioco" del Mondo (io, personalmente, non sono d'accordo con la scelta di utilizzare le Web.Cam nella Wii)