Birmania, Htin Kyaw è presidente. È un fedelissimo della San Suu Kyi

"Una sua vittoria", ha gioito. Ora per il premio Nobel forse un ruolo da ministro degli Esteri

Htin Kyaw, il nuovo presidente del Myanmar

Ha 69 anni, è un professore universitario, e soprattutto un fedelissimo di Aung San Suu Kyi, storica leader dell'opposizione birmana e Premio Nobel. Htin Kyaw è il nuovo presidente del Paese, eletto con la maggioranza dei voti dalle due camere del parlamento.

Erano tre i candidati in lizza. Già a novembre il partito della San Suu Kyi aveva vinto le politiche, prendendo il 70% del totale dei seggi. Tuttavia la leader non poteva candidarsi, perché un articolo della costituzione le impedisce di correre come massima carica, perché madre di figli con passaporto straniero e sposata con uno straniero.

Gli altri due candidati, Henry Van Thio, della minoranza Chin, e l'ex generale Myint Swe, considerato l'uomo della vecchia guardia del regime, sono stati nominati vice del nuovo presidente, il primo in 54 anni a non essere scelto direttamente dall'esercito.

"Vittoria! Questa è la vittoria dalla sorella Aung San Suu Kyi", ha gioito dopo l'elezione Htin Kyaw. Ora per lei potrebbero aprirsi le porte del ministero degli Esteri.