Isis, il nemico è alle porte: "L'Italia da sola non ce la fa"

Secondo il Consiglio supremo della Difesa, l'Italia non è in grado di difendersi da sola dalla jihad globale. E la Libia può diventare molto presto un nuovo Iraq

L'Isis è una minaccia che preme sui confini italiani. Dopo l'escalation in Siria e Iraq è indiscutibile la capacità militare del gruppo terroristico sunnita. I suoi successi rischiano di esercitare una forte attrattiva sui gruppi di salafiti sparpagliati per il mondo, come hanno dimostrato le recenti crisi di ostaggi nelle Filippine e in Algeria. A preoccupare seriamente l'Italia è il crollo dello Stato libico e la possibilità di avere a poche centinaia di chilometri dalle coste italiane un surrogato della situazione mediorientale.

Questa è la più grande preoccupazione emersa durante la riunione del Consiglio supremo della Difesa presieduto dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dal premier Matteo Renzi. La situazione rischia di diventare ingestibile nell'arco di pochi mesi e le forze armate italiane sono consapevoli di non poterla gestire senza un appoggio esterno. I confini italiani devono diventare una preoccupazione dell'intera comunità europea. Questa volta non si tratta di gestire i flussi migratori, ma una minaccia ben più grave per la sicurezza.

Secondo quanto emerso lo Stato Maggiore sta valutando nuove sinergie nella gestione della difesa sia in ambito Nato che nella comunità europea. Riorganizzazione e cooperazione sono le parole chiave sia sul piano internazionale che interno. Durante la riunione è stato presentato il Libro Bianco della Difesa. Un vademecum per la riorganizzazione delle nostre forze armate che preveda una maggiore sinergia tra i vari corpi. Altri passi fondamentali saranno la diminuzione del personale non combattente per concentrarsi sull'addestramento e il rimodernamento della tecnologia a disposizione dei vari corpi.

Secondo la nota diramata al termine del Consiglio la minaccia dei "foreign fighters rende evidente l'esigenza di uno sforzo integrato e senza soluzione di continuità, sia sul fronte informativo sia su quello esecutivo, da parte dei dispositivi di sicurezza esterna e interna nazionali e internazionali. La situazione in atto dimostra l'urgenza e l'importanza, pur nei limiti della ridotta disponibilità di risorse, di una rapida trasformazione delle nostre Forze Armate e dell'organizzazione europea della sicurezza. Se le prime dovranno essere rese più pronte ed efficaci rispetto ai compiti da assolvere nelle aree di prioritario interesse per il nostro Paese, il solo sforzo nazionale non potrà essere sufficiente a garantire l'Italia, come ciascuno degli altri Paesi europei, dalle minacce e dai rischi che si prospettano già nel breve termine"

Commenti

Mechwarrior

Mer, 15/10/2014 - 17:24

Cos'è una scusa per aumentare le tasse sulla benzina-casa-iva-etc etc?

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mer, 15/10/2014 - 17:32

Si sono messi in testa di curare un cancro, con la pomata per le emorroidi!

angelomaria

Mer, 15/10/2014 - 17:32

M ADAI NON ACHERZIAMO CHE PERICOLO CORRETTE APERTI COME LE GAMBE DI QUALCHE MINISTRA!!EMINISTRO!!

leserin

Mer, 15/10/2014 - 17:35

Basterà questo inquietante avvertimento a far rinsavire Boldrini & Co. e sospendere Mare Nostrum?l

leserin

Mer, 15/10/2014 - 17:35

Basterà questo inquietante avvertimento a far rinsavire Boldrini & Co. e sospendere Mare Nostrum?l

Ritratto di cristiano74

cristiano74

Mer, 15/10/2014 - 17:37

bloccate tutti i barconi. reimpatriate tutti i possibili terroristi già presenti sul nostro territorio. grazie.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 15/10/2014 - 17:48

Cominciate a distribuire armi agli italiani. Maledetti

paco51

Mer, 15/10/2014 - 17:58

L'unica speranza è che sia vero! allora ci sveglieremo! Che errore la guerra in Libia, ci costerà molto molto cara. Alcuni tipi di governo sono una garanzia di stabilità.

paco51

Mer, 15/10/2014 - 17:59

L'unica speranza è che sia vero! allora ci sveglieremo! Che errore la guerra in Libia, ci costerà molto molto cara. Alcuni tipi di governo sono una garanzia di stabilità.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 15/10/2014 - 18:00

Non preoccupiamoci per queste cosette ci penserà francesco a mettere a posto le cose con i suoi fratelli islamici.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 15/10/2014 - 18:03

Mandiamo la Sboldrini a trattare con i "fratelli" tagliagole..o magari Spezzaferro potrebbe parlare con gli amici di Hammas..e far mettere una buona parola per evitare che ci mettano bombe sotto il kulo...

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Mer, 15/10/2014 - 18:26

Come disse l'Elefantino: "L'unica risposta è in una violenza incomparabilmente superiore"

BruceHarperWayne

Mer, 15/10/2014 - 18:27

L'Isis è una bestia costruita ad arte dall'Occidente allo scopo di rilanciare lo sperpero di soldi pubblici in investimenti militari che ormai era divenuti difficilmente giustificabili all'opinione pubblica, vedi l'acquisto degli F35. Con questo nuovo nemico sanguinario, che viene finanziato da noi indirettamente attraverso i soldi che versiamo a Qatar, Emirati, Arabia Saudita per il petrolio, possono intimidire l'elettorato in Occidente convincendolo del fatto che sono necessari nuovi "sacrifici" quindi tasse per combattere i cattivi.

Ritratto di 9x21

9x21

Mer, 15/10/2014 - 18:40

E il Presidente del Consiglio Renzie che fa? Pensa ai matrimoni gay!!!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 15/10/2014 - 18:48

Questi BABBEI del consiglio supremo della difesa (appositamente in minuscolo perchè minuscoli) non hanno ancora capito (o fanno finta di NON aver capito) che i TERRORISTI dell'ISIS ce li stiamo da tempo portando in casa andando a prelevarli proprio in Libia, con l'operazione MARE STRONZUM!!! Saludos dal Leghista Monzese

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 15/10/2014 - 18:49

ma BRUTTI IMBECILLI COSA ASPETTATE A FERMARE MARE NOSTRUM???? ad alzare la linea di blocco fino alle acque africane? ad approntare un serio piano di rimpatrio per molti nullafacenti arabi ed africani? VOLETE O NO FARE LO STATO SERIO!!

killkoms

Mer, 15/10/2014 - 18:55

se ci sono seri rischi,che senso ha raccattare potenziali terroristi in mare?

82masso

Mer, 15/10/2014 - 18:59

Mario Galaverna... Mi sà che ti fà male leggere questo giornale, come ti fà male vedere settimanalmente apocalypse now... Comunque mi fà piacere che c'è ancora qualcuno disposto a sacrificarsi per la patria, però mi sà tanto che tu parli tanto e basta.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/10/2014 - 19:18

rischi elevati? Ma se li avete in casa già pronti.Sarebbe la volta buona dell'arrivo di un altro Benito.

GimmeSong

Mer, 15/10/2014 - 19:23

Viva il pacifismo!

Ritratto di depil

depil

Mer, 15/10/2014 - 19:52

Grazie Napolitano e Baldracca, grazie re degli ignoranti Monti, siete degni di una esecuzione in piazza.

sergio_mig

Mer, 15/10/2014 - 20:10

Invece di vendere le aziende italiane agli arabi vendiamole direttamente all'ISIS così la frittata è fatta senza perdere tempo, tanto seguendo questa strada il risultato sarà lo stesso. SVEGLIA, IL GOVERNO DORME?

sergio_mig

Mer, 15/10/2014 - 20:16

Siamo un popolo sottomesso e servile con chiunque, senza dignità, diciamo si a tutti, basta arraffare quattrini e tutto va bene la marchesa. Governi e politici ignobili senza spina dorsale, questa è la realtà, cosa vogliamo pretendere.

Ritratto di spectrum

spectrum

Mer, 15/10/2014 - 21:07

I media come sempre godono a terrorizzare con grandi titoli. Forse potremmo trvarci in difficolta', tutto puo essere, del resto fino ad oggi la nostra generazione e' stata fortunata. E allora vedremo tutti questi vermi antiamericani che piangeranno perche l'america ci aiuti. Poi vedremo i comunisti rinnegare tutto quel loro pacifismo ipocrita, perche si sentiranno in pericolo. Poi vedremo anche i comunisti pregare, chi ha sentito o letto racconti di guerra, sa che in certi momenti pregano anche gli atei :) . Ma comunque questo popolo di vigliacchi egoisti scappera' piuttosto che combattere.

jean padefot

Mer, 15/10/2014 - 21:30

si doveva per forza far fuori Saddam,dalla sua morte ad oggi molti più morti di quelli che ha fatto lui e l'isis che si sta prendendo l'Iraq - in Afghanistan dopo oltre 11 anni di guerra non abbiamo vinto e abbandoneremo il campo a favore dell'isis.Gheddafi non andava bene....fatto fuori e il risultato lo vediamo adesso.ora facciamo fuori pure Assad così il quadro è completo e ci ritroviamo l'isis in casa. Dimenticavo:naturalmente seguiamo quei dementi che si sono inventati le sanzioni contro la russia perchè il 95% per cento della popolazione di una provincia ucraina vuole andare con putin. Il tutto grazie alla saggia politica estera dell'unione europea e di quei geni degli americani! e i confini nostri continueranno a essere nostri e non dell'europa. fuori dall'europa e cerchiamo di ricostituire un esercito come si deve.Quelli non scherzano.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mer, 15/10/2014 - 22:01

...L'Italia e l'Europa si sono fatte sorprendere in grave e colpevole ritardo per quanto concerne l'attuale paventato ma reale pericolo del terrorismo internazionale. Le decisioni scellerate che l'Europa, sollecitata dal "bombarolo" Sarkozy ed appoggiata dalle alte cariche dello stato italiano e dalle forze politiche avverse al Governo Berlusconi, di attaccare la Libia abbattendo Gheddafi, è stato il più grave errore strategico dopo quello dell'attacco all'Iraq con il conseguente abbattimento di Saddam. Non vi era alcun plausibile motivo di attaccare la Libia se non per gli interessi "oscuri" di Sarkozy e per l'odio che le forze politiche italiane nutrivano verso il Cav., che intratteneva ottimi rapporti diplomatici con Gheddafi, al punto di aver, in accordo con lui, azzerato gli sbarchi dei clandestini sulle nostre coste. Lo stupido orgoglio dei personaggi nominati, non consente loro di ammettere gli errori commessi; Di contro, la signorilità del Cavaliere lo fa astenere dal contestare loro tali ignobili decisioni. Altri gravi errori sono stati commessi con l’operazione mare nostrum, con l’accoglimento indiscriminato degli extracomunitari e non solo. Possiamo, se vogliamo, anticipare oggi gli altri errori che si stanno commettendo in campo sanitario con una serie di altri malattie che, contestualmente agli immigrati, stiamo importando, non escluso l’ebola. E’ anche vero che nel nostro Paese, chi osa denunciare inadempienze, che sia un comune cittadino o uomo delle Istituzioni, passa seri guai, salvo poi quando il fatto è accaduto e si ritrovano con l’acqua alla gola, fare a gara per emergere.

buri

Mer, 15/10/2014 - 22:45

tuttr ragioni di più per fermare l'invasione dei clandestini, quasi esclusivamenti musulmani, e le espulsioni non si possono limitare a consegnare all'espukso una notifica del provvedimento, l'interessato va èreso e accompagnato al confine p ombarcato sul primo mezzo in partenza per il suo paese d'origine o verso il luoghi di partenza del mezzo con il quale è giunyo in Italia

@ollel63

Mer, 15/10/2014 - 23:24

sia ringraziata la francia e degli altri stati europei e USA (e getta!) per aver assassinato gheffafi e aperto le porte all'invasioe di africani, clandestini, e ... d'ogni genere

stefano.colussi

Gio, 16/10/2014 - 00:33

.. c'è qualche Furbone che gioca a mettere Cristiani contro Mussulmani .. ma non è difficile capire chi può essere .. Colussi, Cervignano del Friuli, Udine, Italy

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 16/10/2014 - 05:59

Io non la vedo tanto pessima ,la situazione. In Italia, abbiamo avuto tanti BUONISTI, tra i quali Alfano, La Kyenge e la BOLDRINI, questi tre hanno sventolato la bandiera dell`ACCOGLIENZA,( non a casa loro ),sul suolo Italiano. Questa gente ora, Dovebbe Risiedere sulle coste Libiche e cercare di fermare la maggior parte di PROFUGHI o EMIGRANTI da loro ISTIGATI verso quell`ELDORADO che si chiama Italia o Europa.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 16/10/2014 - 21:54

...E' innegabile il fatto che i capi di stato e di governo di tutto il mondo, gradirebbero, dovendosi relazionare con la diplomazia del nostro Paese per risolvere gravi questioni, avere come interlocutore il Cavaliere; Quanto detto, non è valso e non vale per i capi di stato e di governo dei Paesi dell'Unione che, per ragioni di opportunismo, preferiscono avere como loro omologo, chi si piega al loro volere. Ricordo in breve gli errori commessi dall'Europa che ha dato il "benestare" all'attacco all'Iraq prima ed alla Libia poi e, se vogliamo alla Russia di Putin, oggi. Non essendo al nostra "Unione Europea" disastrata politicamente, in grado di prendere alcuna iniziativa politica seria in campo internazionale, è portata ad accodarsi a quelli che sono gli interessi di altre realtà e, come nei tre casi citati facendo gli interessi degli USA. Altro esempio eclatante dell'inefficienza politica dell'U.E., riguarda il pasticciaccio del caso dei nostri due marò, processati anzi, senza processo, in India da tre anni. Cavaliere! Si impegni affinché, in campo internazionale, in questo momento piuttosto delicato, non vengano commessi errori irreparabili, mettendo in campo la sua incomparabile diplomazia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 16/10/2014 - 23:24

C'è poco da scherzare su questo argomento. Essere nel mirino di quei luridi assassini è una eventualità da non sottovalutare. Chi invece sta scherzando irresponsabilmente con le nostre vite sono quegli incoscienti che continuano con la scellerata operazione Mare Nostrum. VANNO IN LIBIA CON LA NOSTRA MARINA PER PORTARCI IN CASA QUELLI CHE CI TAGLIERANNO LA TESTA.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 17/10/2014 - 13:47

gli stati europei devono isolare bloccare l'Italia quel cesso di fuorilegge che entrano ogni giorno.Galaverna se distribuiscono le armi sai che ci sarebbe la caccia ai rossi comunisti prima?

manente

Mer, 05/11/2014 - 00:00

Visto che per l'ineffabile Pdr c'è il rischio di "violenze senza precedenti" da parte dell'Isis, annullasse l'Operazione Triton in cui le navi della Marina Militare, invece di pattugliare le coste, fanno da "traghetti" ai clandestini. Se poi la Boldrini su questo punto dovesse risultare irremovibile, il custode della Costituzione, in alternativa, si potrebbe mettere in contatto con lo Sceicco del Quatar pregandolo di ordinare all'Isis di desistere dal proposito di issare le sue bandiere insanguinate in Vaticano. Quanto agli "antagonisti", è chiaro che si è trattato di un "lapsus freudiano" in quanto il Pdr pensava alla Fiom, ma vista l'età, non c’è da stupirsi. E' vero che l'Italia è il Paese dove è stata inventata la Farsa, ma quella a cui ci tocca assistere, ormai non è più divertente e da tragica che era, si è trasformata in un film horror, peraltro di quelli scadenti.