New York, c'è un arresto per l'omicidio dell'imam

Un ispanico di 35 anni arrestato con l'accusa di aver ucciso un imam e il suo assistente a New York

Un uomo è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso sabato a colpi di pistola un imam e il suo assistente nel Queens a New York.

Si tratta di Oscar Morel, un 35enne di origini ispaniche residente a Brooklyn. L'accusa è stata formalizzate poche ore dopo che centinaia di persone in lutto si erano riunite per il funerale dei due uomini, l'imam Maulama Akonjee di 55 anni, e Thara Uddin di 64. Il 35enne è stato accusato anche di possesso illegale di armi. Il portavoce della polizia non ha rivelato alcun possibile movente per gli omicidi. Non vi è prova, riferiscono gli agenti, che le due vittime siano state prese di mira per la loro fede ma al momento nessuna ipotesi è esclusa. Le uccisioni avevano scioccato la comunità bengalese del Queens.

Commenti

cicocichetti

Mar, 16/08/2016 - 12:56

non essendo stato un bianco la notizia non interessa a nessuno !

Mannik

Mar, 16/08/2016 - 16:12

No, non riuscendo a cementare la teoria della rapina lanciata da questa testata, non commenta nessuno...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 16/08/2016 - 18:13

Manco il famoso Torquemada spagnolo riuscì così tanto né contro i marranos e i morescos. Hasta la vista.