New York, teaser scambiato per colpi di pistola: panico in stazione

Nella stazione di Penn Station a New York si è scatenato il panico quando il suono di un teaser, usato dagli agenti per fermare un sospetto, è stato scambiato per colpi di pistola

In un clima di massima allerta attentati basta un nonnulla per scatenare il panico, specialmente in luoghi molto affollati e frequentati.

È quello che è successo alla stazione di Penn Station, a New York, dove i pendolari in attesa nel terminal hanno confuso il suono di un taser con dei colpi di pistola. Sono seguiti momenti di panico e confusione: panico, urla e persone che correvano dappertutto.

Temendo che fosse in corso una sparatoria, infatti, molte persone si sono gettate a terra o sono corse fuori dalla stazione, come si vede nelle immagini registrate con i telefoni cellulari da qualcuno tra i presenti e successivamente diffuse dai media locali (GUARDA IL VIDEO).

Alcuni hanno lasciato bagagli e vestiti sul pavimento e secondo i vigili del fuoco, nella calca almeno 13 persone sono rimaste ferite. Altri media parlano di 16 persone calpestate nel fuggi fuggi generale scatenato dal panico diffusosi.

Al momento dell'incidente, alle 18:30 ora locale, la stazione era gremita perché, tra le altre cose, un treno di pendolari con circa 1.200 passeggeri è rimasto per quasi tre ore bloccato per un problema tecnico nel tunnel ferroviario sotto il fiume Hudson.

A utilizzare il teaser, invece, erano stati degli agenti: al momento è ancora sconosciuto il motivo per cui lo hanno fatto, ma secondo l'Abc, due persone sono state prese in custodia per non essersi fermate all'alt della polizia.

In seguito è stato diffuso un altro video che mostra il momento in cui gli agenti usano il taeser per fermare un sospetto (GUARDA IL VIDEO), producendo il suono scambiato per un colpo di pistola.