In Norvegia la strada è in discesa: ecco l'ascensore per ciclisti

A Trondheim le salite particolarmente ripide non sono un'impresa per chi va in bicicletta. E nemmeno per le mamme con passeggino

Nei Paesi scandinavi i ciclisti hanno vita facile. Addirittura, in Norvegia, la strada di chi pedala è in discesa anche quando è in salita.

Non si tratta di un ossimoro ma di un’interessante invenzione proveniente da Trondheim, dove i ciclisti possono usufruire di speciali ascensori collocati sui tratti di strada particolarmente ripidi e pensati per agevolare la scalata di coloro che affrontano i pendii in bicicletta. E, a quanto pare, questi sistemi di trasbordo non facilitano solo la corsa sul sellino ma danno un grande impulso anche al turismo, dato che negli ultimi anni molti ciclisti si recano nella città norvegese proprio per girarla con disinvoltura grazie alle “spintarelle” sparse qua e là sui vari saliscendi.

Il primo ascensore per bici fu montato nel 1993. Vent’anni dopo venne introdotto il Trampe Cyclo Cable, un servizio-skilift con tanto di tessera di abbonamento dedicata ai pendolari che vogliono superare il dislivello in piena comodità: basta mettere un piede sulla pedana e la risalita non è più un’impresa, neppure per le donne che devono spingere il passeggino o il carrello della spesa. In Scandinavia, si sa, sono troppo avanti. Anzi, al di sopra.

Commenti

cgf

Dom, 20/09/2015 - 19:59

dovrebbero adottarlo a San Francisco.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 21/09/2015 - 14:00

Poi quando c'è giù la neve fa da sky-lift.